Sousa: “Abbiamo sbagliato l’approccio. Dragowski? Sono stato chiaro con lui”

Sousa: “Abbiamo sbagliato l’approccio. Dragowski? Sono stato chiaro con lui”

“Le buone notizie sono date dalla vittoria e dai tanti gol che abbiamo segnato. Stiamo lavorando sulle due punte, anche se gli avversari sono tutti diversi. Noi vogliamo creare dinamiche in modo tale che i giocatori possano esprimersi al meglio”

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa ha parlato così in conferenza stampa dopo la vittoria contro il Qarabag:

“Le buone notizie sono date dalla vittoria e dai tanti gol che abbiamo segnato. Stiamo lavorando sulle due punte, anche se gli avversari sono tutti diversi. Noi vogliamo creare dinamiche in modo tale che i giocatori possano esprimersi al meglio. Oggi alcune dinamiche sono state buone, ma solo dopo essere andati in superiorità numerica. Senza l’espulsione non so come sarebbe andata la partita. Non sono soddisfatto dell’approccio, non abbiamo dimostrato rispetto nei confronti del Qarabag. Quest’anno siamo stati fortunati sugli episodi, l’anno scorso sfortunati.

Zarate? La vita è piena di emozioni. E’ voluto essere in campo oggi. Purtroppo non può convivere sempre con la sua famiglia, i gol di oggi sono un messaggio per la sua famiglia, ha dimostrato quanto è vicino alla sua compagna.

Vogliamo migliorare nel numero dei cross e anche nell’ultimo passaggio. Vecino? Sta crescendo come minutaggio, l’anno scorso è stato importante per noi. Cristoforo? Si è già integrato, è un giocatore intelligente e di caratura internazionale, ha fatto la sua partita, sono contento anche per la sua prestazione.

Le parole di Dragowski? Ci sta pensando il direttore (Corvino, ndr). Dall’inizio sono sempre stato chiaro con tutti, non ho bisogno di ripetere ciò che ho già detto. Kalinic? Lui sente la passione per il calcio, dà sempre tutto. Quando vedo giocatori così, sono l’allenatore più felice del mondo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy