Sindaco Bagno a Ripoli: “Centro sportivo? A novembre la presentazione con Commisso. La struttura sarà un modello”

Sindaco Bagno a Ripoli: “Centro sportivo? A novembre la presentazione con Commisso. La struttura sarà un modello”

Nel corso della trasmissione “A pranzo con il Pentasport” di Radio Bruno è intervenuto Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli, che ha parlato del progetto centro sportivo.

di Paolo Poggianti, @PaoloPoggianti

Francesco Casini, sindaco di Bagno a Ripoli, si è espresso così sulla questione centro sportivo a Radio Bruno dov’è intervenuto come ospite in studio:

“Parlo da sindaco e per Bagno a Ripoli si tratta di una grande opportunità per recuperare una area degradata e abbandonata da più di 15 anni, almeno nella parte dell’ex centro Enel.  Recuperarla con il quartier generale viola è un grande opportunità, sia da sindaco che da tifoso viola. La partita del centro sportivo è cominciata prima dell’accelerazione delle ultime settimane. Non c’è nessun derby con gli altri sindaci, la Fiorentina sceglie in base alle sue esigenze. Questo primo impegno, in soli 4 mesi, della proprietà Commisso è un segno evidente della forte volontà.

Quest’idea aveva interessato la precedente società, ci sono stati dei contatti con dirigenti importanti, ma poi l’ipotesi è stata abbandonata, non sta a me dire il perché. Con Commisso ci siamo incontrati, sono andato da imbucato e sono riuscito a presentarmi a lui e Barone. Due parole scambiate in cui Barone si è preso l’impegno di venire a visitare Bagno a Ripoli. Il patron si è innamorato subito del territorio e, vedendo il posto ha detto: “qui è bello assai”. Da lì sono partite le trattative con i vari proprietari portando avanti questo progetto con tenacia e determinazione . L’averlo visitato personalmente la dice lunga sull’importanza che hanno dato alla faccenda. A fine Novembre ci sarà un presentazione pubblica con Commisso. Sarà l’occasione di brindare insieme al nuovo centro sportivo.

Il 28 ottobre daremo avvio all’iter urbanistico in consiglio comunale. Lunedì ci aspetta un atto importante dal punto di vista politico. Il presidente dimostra una disponibilità che è sotto gli occhi di tutti che ho potuto constatare personalmente nei nostri scambi, tra chiamate e messaggi, a cui risponde a tutte le ore del giorno e della notte. Vi racconto un aneddoto sul mercato: in estate Barone seguiva tutte le trattative in prima persona e Ribery me lo anticipò due giorni prima della chiusura dell’affare. Non è un passacarte né segue solo le questioni amministrative o economiche, è al corrente di tutto ciò che avviene.

La presa di posizione dei Verdi è di natura politica, rispettabile, ma è una riflessione che tutti possiamo fare. Non è questo che spaventa e rallenterà le operazioni. Particolarmente poi perché si tratta di campi sportivi in erba naturale. Il territorio è di pregio e noi per primi vogliamo tutelarlo. Vogliamo dare la possibilità, alla Fiorentina o altre aziende con dei principi, di investire a Bagno a Ripoli. Barone li ha sintetizzati in “No al razzismo”, “integrazione” e “tutela dell’ambiente”. La sfida della sostenibilità è un tema attuale che tutti devono prendere a cuore e la Fiorentina lo ha messo fra i principi cardine.

Commisso, non solo campo: incontri per stadio e centro sportivo. E i rinnovi…

 

 

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Violasempre - 1 mese fa

    Fast fast fast.
    Passato oggi ed erano a pulire intorno alla villa.
    https://ibb.co/r7vrpsh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. max59 - 1 mese fa

    I campi saranno in erba naturale ma almeno uno dovrà essere in sintetico, perchè ormai ci si trova ad affrontare anche partite su questo tipo di fondo, soprattutto in campo internazionale. E l’uscita dei verdi secondo me è solo per avere visibilità. (ma chi se li fila?)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bobby Caponata - 1 mese fa

    “La presa di posizione dei Verdi è di natura politica,” …sbagliata…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy