Serie A2, corsa a sei per un posto in Europa: Fiorentina, sfrutta il calendario

Serie A2, corsa a sei per un posto in Europa: Fiorentina, sfrutta il calendario

Milan, Bologna e Chievo 20, Atalanta e Torino 19, Fiorentina 18. Sei squadre in tre punti, in corsa per il settimo posto

di Stefano Fantoni, @stefanto91

Milan, Bologna e Chievo 20, Atalanta e Torino 19, Fiorentina 18. Sei squadre in tre punti. La Serie A2, ovvero il mini-torneo tra le squadre dal settimo al dodicesimo posto, è quasi se non più equilibrata della Serie A1, vale a dire quella in cui ci si gioca scudetto, Champions e Europa League. La competizione minore è in gioco anche qui con il settimo posto, ma dipendente dalla vincitrice della Tim Cup e, in caso di qualificazione, al costo di ben tre turni preliminari per accedere alla fase a gironi.

Un campionato nel campionato, dunque, di cui fa parte anche la Fiorentina. Ultimo vagone di un trenino che procede a velocità diverse, ma tutte inferiori rispetto alle big e alla sorpresa Sampdoria. Da qui alla fine del girone di andata, i viola hanno il calendario migliore, perché avranno uno scontro diretto (con il Milan) dopo aver sfidato tre squadre dietro in classifica (Sassuolo, Genoa e Cagliari) e solo una big (Napoli).

Le altre avranno percorsi più complicati. Il Milan tre scontri diretti (Bologna, Atalanta e viola), il Bologna due (Milan e Chievo) più una big (Juve), per Chievo e Torino un incrocio diretto e due big (Inter e Roma per i clivensi, Lazio e Napoli per i granata), mentre l’Atalanta avrà una big (Lazio) e due sfide dirette (Torino e Milan).

Per la squadra di Pioli c’è, quindi, la possibilità di mettersi a capo di questo trenino e arrivare al giro di boa in una posizione più incoraggiante della attuale dodicesima piazza. Certo, Chiesa e compagni dovranno aumentare il passo lontano dal Franchi (finora otto punti in otto gare) e fare bottino pieno davanti al pubblico amico. Cinque partite per capire il vero volto della Fiorentina nata dalla rivoluzione estiva.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Hugo, Saponara e Babacar ci sperano: e se Pioli cambiasse ancora modulo?

Giudice sportivo: Astori entra in diffida, Tare paga le proteste in campo

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Up The Violets - 2 anni fa

    Mi sembra una visione ESTREMAMENTE, ESAGERATAMENTE ottimistica delle cose. Quella con il Sassuolo che ha appena cambiato allenatore e, avendo preso Iachini, verrà qui a fare un super-catenaccio con l’intento di prendere almeno un punto, sarà durissima; ancor più tosto il Genoa, che con Ballardini si è ripreso alla grande e lo ha dimostrato contro quella Roma dalla quale noi, pur giocando al meglio delle nostre possibilità, eravamo stati surclassati nonostante le assenze giallorosse; non così semplice neppure la trasferta di Cagliari, uno dei (tanti) campi storicamente ostici per la Fiorentina. Inutile dire che a Napoli verremo presi a pallonate e anche l’ultima del girone d’andata, contro il Milan, rappresenta un’incognita perché se Gattuso riuscisse a fare meglio di Montella (non certo un’impresa) staremmo parlando di un’altra squadra contro la quale, per questa modestissima Fiorentina, più che la difesa a tre o il doppio centravanti servirebbe una cosa sola, il pallottoliere.

    Voi guardate al settimo posto, io spero solo di non finire ancora più giù di dove già siamo finiti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. andrea333 - 2 anni fa

    Corsa all’Europa con questa squadra ? Siamo dodicesimi e per come abbiamo giocato finora è il posto che ci meritiamo. terzini che non sono da serie A, centrocampo debole e attacco inconsistente.
    Non è solo questione di tattica il problema è che ci mancano i giocatori buoni per andare in Europa. Per non parlare poi della panchina che è inesistente. Abbiamo fatto un grande attivo sul mercato ma la squadra è quello che è . Se la squadra migliora come rendimento e con qualche rinforzo a gennaio tutto è possibile ma a oggi è fantascienza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. VaiaVaiaBrodo - 2 anni fa

    Trovo davvero ammirevole lo sforzo di trovare un senso a questa stagione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Il Drisa - 2 anni fa

    Concordo: il calendario è dalla nostra parte. Il vento sta cambiando!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy