Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

L'attacco

Sconcerti perentorio: “Col Cagliari è una finale. Kokorin? Basta, mi ha rotto”

Kokorin

L'editorialista del Corriere della Sera lascia la retorica da parte

Redazione VN

È un Mario Sconcerti molto duro quello intervenuto a Radio Bruno in Il Pentasport. Queste le sue dichiarazioni su Kokorin e sulla sfida col Cagliari di domenica:

Vedo male la Fiorentina dalla gara di Udine. Se affronti la gara nella maniera giusta, a Venezia non perdi senza giocare, come è avvenuto. Mi pare che Italiano stia scherzando un po' con la formazione: personalmente condivido poco questo straordinario turnover. Berardi? Per adesso va più che bene, è ideale, ma mi sembra che ci siamo scordati il problema base, cioè il centravanti. Ed era un problema anche l'anno scorso, perché Vlahovic era solo come lo è adesso. Se la soluzione è spostare Gonzalez o promuovere Munteanu... Poi siamo partiti con l'idea delle ali e ne abbiamo una più Sottil, che è un po' una wild card. Callejon? Non è involuto, io credo sia esaurito. Prenderlo è stato un errore, ma questo errore lo avrei fatto anch'io, non me lo sarei mai aspettato così vuoto. Non abbiamo giocatori particolarmente tecnici in mediana, a parte Bonaventura. Chi costruisce gioco di qualità? Gonzalez da sinistra mette il pallone al centro per chi? Attaccante e mezzala? Se Castrovilli gioca al posto di Duncan, rimani scoperto nella fase difensiva. Amrabat regista? Bisognerebbe chiedere spiegazioni, senza far polemiche. Col Cagliari è più importante di Inter e Napoli, perché vale gli stessi punti e possiamo vincere. È una finale: una finale che vale un certo tipo di campionato. Vlahovic? Se ha già un impegno con qualcuno sarebbe bene approfittarne, ma sarebbe intelligente continuare a divertirsi con il serbo fino a fine stagione aggiungendo comunque qualcosa alla squadra. Kokorin? Basta, mi ha rotto le scatole (sic). Si può fare una scommessa, ma a quattro milioni no...

 Mario Sconcerti
tutte le notizie di