Sconcerti: “Borja scelta alta a basso prezzo, se ne andò per soldi. Castro e Bonaventura insieme un lusso…”

Le opinioni del giornalista sui tutti i temi caldi in casa Fiorentina

di Redazione VN

Nel corso del filo diretto con gli ascoltatori del Pentasport è intervenuto Mario Sconcerti. La firma del giornalismo a tinte viola si è espressa così ai microfoni di Radio Bruno:

Il mercato chiuso e il “bluff della Fiorentina”? L’ho definito così perché sono rimasto stupito dal metodo. Dieci giorni fa è stata convocata una conferenza stampa, occasione nella quale di solito viene fatto un annuncio. Invece in questo caso non è accaduto niente, non è stato detto nulla. Dichiarare mercato chiuso 20 giorni prima che finisca mi sembra una sciocchezza, in termini di comunicazione. Borja Valero? Sono contento per lui da un punto di vista emozionale. Ricordo comunque che se ne andò tre anni fa per soldi. Motivazione legittima, ma di questo si è trattato. E’ una scelta “alta” fatta a basso prezzo. Se devo valutare l’operazione dal punto di vista tecnico non mi spingo oltre il sei in pagella.

Kouame per quanto visto a Genova è un giocatore molto interessante. Sono convinto che spesso come regista giocherà Pulgar e non Amrabat. Il marocchino è un giocatore che attira il pallone, lo cattura. Non è certo un regista. Il problema del modulo viene fuori per cercare un posto per Bonaventura come mezzala. La zona del centrocampo deve essere in mano a giocatori molto tecnici che sotto pressione riescono ad eludere l’avversario o dribblarlo. In questo Bonaventura mi sembra perfetto, ma schierarlo insieme a Castrovilli forse è un lusso di troppo.

Zona grigia? Vincere è complicato per tutte le squadre, anche per uno come Commisso per quanto possa essere ricco. Le sue parole lasciano intendere che questo dettagli cambi poco la situazione. Siamo in un limbo dal quale è difficile emergere, anch’io mi auguro di non dovermi accontentare della lotta per l’8° posto, ma con questa squadra difficile fare di più.

Vlahovic? Uno splendido ragazzo, che diverrà un gran giocatore, ma non può essere quello che prende per mano la squadra gigliata. Non mi aspetto che sia lui, a 20 anni, a trascinare una squadra come la Fiorentina che difficilmente riesce ad entrare in area per servirlo.

-> CALCIOMERCATO: TUTTE LE OPERAZIONI CONCLUSE IN SERIE A
-> Clicca qui per restare aggiornato su tutto il mercato della Fiorentina

FOTO – Biraghi, terminato l’incontro con la Fiorentina: in arrivo fumata bianca per il rinnovo

 

 

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Claudio58 - 1 mese fa

    Sconcerti memoria corta o pura polemica, penso più la prima… sarebbe impensabile la seconda…

    Borja è stato messo alla porta senza tanti complimenti da Corvino che non lo considerava più parte del “progetto”. In quel momento c’era Spalletti all’Inter che lo apprezzava, gli è stata fatta una proposta migliore e se ne andato a prendere più soldi, sarebbe andato anche alla pari.

    Dato che Borja, può piacere o meno ora come giocatore, è sicuramente una persona seria, guardate la sofferenza sulla faccia quando parla di quel periodo, è stato accantonato in modo sgarbato per quanto aveva dato, c’è modo e modo di chiudere un rapporto.

    Per farlo capire anche a Sconcerti, è come se da caporedattore gli avessero detto di tornare a fare la cronaca cittadina e se andava via era meglio… Se arriva un’altro giornale oltretutto prestigioso (siamo onesti) che gli fa fare ancora non proprio il capo redattore ma vicino pagandolo di più e volendolo a tutti i costi, forse i soldi a quel livello sono l’ultima cosa e lo striscione della curva lo dimostra…
    Solo poche persone non lo capiscono o se ne dimenticano…

    FORZA VIOLA SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tagliagobbi - 1 mese fa

    Allora. Borja Valero è un giocatore professionista. Se ne andò per un contratto più vantaggioso di quello che aveva a Firenze. Sono giocatori professionisti ed è giusto così. Quello che però non mi piace sono le manfrine del non volevo, meno male che sono tornato etc… sei tornato perché l’Inter non ti voleva più e la Fiorentina invece ti ha ripreso perché in questo momento gli servi. È semplice. Sono le manfrine che fanno cascare le palle. Quindi forza Viola e quelli che ne vestono la casacca, il resto non conta niente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. woyzeck - 1 mese fa

    Non ci capisce veramente nulla, talmente nulla che è difficile parlare solo di incapacità… ma l’importante per lui è sempre stato imperversare con piglio & cipiglio a più non posso, se poi le cose che dice sono vere o false, plausibili o meno, a lui non gliene può fregare di meno, tanto nessuno se ne ricorda…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pamarell_193 - 1 mese fa

    Mi piaceva Sconcerti ma ora vedo che ha perso lucidità. Chi dice che Borja è andato via per soldi o è in malafede o ricorda male o si confonde con Badelj. In ogni caso che se facciano una ragione: il sindaco è tornato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ammazzalavecchiacolgas - 1 mese fa

    Non si può certo negare che sia andato via per soldi, quello no. Resta da vedere se erano i soldi voluti da lui o quelli che voleva Corvino fra risparmio e plusvalenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fabio1926 - 1 mese fa

    Poi non mi piace questo andazzo che ha preso campo secondo il quale Borja Valero sarebbe un giocatore finito. Io ho visto molte partite dell’Inter con lui in campo e ha sempre fatto buone partite, a noi fece pure gol. Ma poi perché dovrebbe essere considerato finito quando abbiamo un Ribery di 36 anni? Io credo che borja sarà molto utile a questa squadra e sopratutto se giocherà sarà sempre nel vivo della manovra a differenza di Benassi che anche se lo cercavi non riuscivi a vederlo nel campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mannuccigabriele7_14377276 - 1 mese fa

      Concordo non piace nemmeno a me questo andazzo di pensare che borja sia finito, ma sai ora sono diventati tutti allenatori . Sono sicuro che questi personaggi avrebbero preferito ricci dell’ empoli a borja Valero anche se non lo hanno mai visto giocare, così, solo per criticare

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. mauriziogallerin_10002939 - 1 mese fa

        Finito a 35 anni!!! E sara’ quello che salvera’ molte partite della Viola!! Scommettiamo?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. fabio1926 - 1 mese fa

    Ma finiscila Sconcerti con tutto questo astio verso la nuova dirigenza. Un giorno parli dei paletti invalicabili del fair play, un giorno pretendi mercati faraonici. Sempre pronto a criticare qualunque scelta. Mettiti d’accordo con te stesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. mcweb - 1 mese fa

    Cmq dice che può fare anche il regista. Cosa vuole di piu Rocco, adesso ha anche il regista a costo 0; te lo immagini….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. zampadimerl_5653776 - 1 mese fa

    Per leggere un commento bisogna prendere ferie….ma sistemate sto sito….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Conte Uguccione - 1 mese fa

    Poveraccio… ancora c’è chi lo intervista, una vera indecenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. simuan - 1 mese fa

    …ooooh!…qualcuno che si ricorda come andarono davvero le cose…andato via per soldi…scelta legittima ma che non puo’ essere negata…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mcweb - 1 mese fa

      Eppure continiano a negarlo in molti…il tifoso è pazzesco, vive di momenti….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabio1926 - 1 mese fa

        A parte che Corvino fece di tutto per metterlo alla porta perché guadagnava troppo per una Fiorentina che voleva ridimensionarsi, ma se anche fosse? Avrà fatto quello che fanno tutti i calciatori. Vi scandalizzate solo per lui? Toni per cosa andò via? Qualcuno glielo ha forse rinfacciato??

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Zinigata - 1 mese fa

        Andare via da una squadra in smantellamento, in vendita ( anche se ufficialmente ancora noi comuni mortali non lo sapevamo) , che non giocava nemmeno la Coppa ddì Nonno, per andare a prendere più vaini, giocare la Champions, lottarsela per lo scudetto, mi sembra una delle cose più comprensibili del mondo ( alla luce anche del fatto che Borja non è nato proprio in San Frediano).

        Ma via smettetela! Prendiamoci uno che porta una mentalità da grande squadra, che ha voluto bene e vuole bene a questa città, e che se n’è andato in un momento in cui tutti solo noi tifosi siamo stati in grado di restare ( viste le continue cascaggini di p***( finisce in “alle”)a cui eravamo sottoposti.

        Nessuno dice sia un santo ma manco il diavolo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. pamarell_193 - 1 mese fa

        Basta avere memoria e ti non ne hai. Sei come Sconcerti. E attualmente non è un complimento…

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy