Qui si parrà la tua nobilitate

La parte più difficile del campionato della Fiorentina

di Federico Targetti, @fedetarge

Ieri sono stati resi noti gli accoppiamenti per il calendario della Serie A 2019/20, ed è saltato subito all’occhio il fatto che la Fiorentina dovrà sopportare un vero e proprio tour de force nelle prime sei giornate: Napoli, Genoa, Juventus, Atalanta, Sampdoria e Milan. Le prime tre classificate dello scorso campionato, due realtà concrete come rossoneri e blucerchiati, e poi quel Genoa che ci aveva accompagnati sull’orlo del baratro sul finire della sciagurata stagione 18/19. Dunque, è a questo che ci si riferisce nel titolo? Non proprio, no.

Dante diceva “qui si parrà la tua nobilitate” (qui si vedrà di cosa sei capace) rivolto alla propria mente, agli inizi della Divina Commedia : una sorta di esortazione a se stesso, “adesso sì che viene il difficile, voglio scrivere un capolavoro”. Ci immaginiamo che un discorso simile risuoni nelle menti di Rocco e dei suoi uomini, ma non sarà il durissimo inizio di campionato a dare un’idea della “nobilitate” viola; invece a svelarci i reali miglioramenti della squadra sarà la fase centrale del girone d’andata, quella in cui Montella dovrà affrontare per lo più squadre che dovrebbero essere alla portata, sia per blasone, sia per prospettive (aspettando il mercato e il fatidico 10 agosto). Non è possibile, visto per l’appunto il poco tempo a disposizione dell’Aeroplanino e dei nuovi acquisti – 15 giorni – esigere risultati fin da subito, per giunta con avversari del genere uno dopo l’altro. Che poi tali risultati possano comunque arrivare, è un altro discorso… Il calcio è meraviglioso proprio perché non c’è nulla di scritto.

Tuttavia servirà ancora pazienza, servirà riuscire innanzi tutto dove si è fallito pochi mesi prima, cioè nel battere squadre di livello uguale o inferiore . È inutile pareggiare 0-0 col Napoli, se poi il Frosinone arriva a Firenze e si prende l’intera posta in gioco. Con tutto il rispetto per i ciociari, protagonisti di una bella uscita di scena. Pazienza, si diceva, e magari all’inizio del girone di ritorno potremo applaudire una Fiorentina finalmente al passo con le grandi. Il lavoro continua, fast fast fast…

UFFICIALE – Vitor Hugo torna al Palmeiras

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy