Quando le statistiche non sono tutto: numeri negativi per il Beppeball, ma il campo (fortunatamente) racconta altro

Quando le statistiche non sono tutto: numeri negativi per il Beppeball, ma il campo (fortunatamente) racconta altro

Il focus sulla nuova Fiorentina

di Stefano Fantoni, @stefanto91

Che Beppe Iachini stia incidendo in maniera positiva sulla Fiorentina lo dicono i risultati. Tre vittorie e un pareggio in quattro partite, sei gol fatti e due subiti. Squadra e ambiente rigenerati dall’allenatore marchigiano, che con personalità e tattica sta riportando sulla retta via un gruppo che pareva essersi smarrito nella selva oscura della zona retrocessione. Come ci sta riuscendo? Alcuni dati possono aiutarci.

Prendendo in analisi le tre gare di campionato, in tema di passaggi riusciti, passaggi chiave e chilometri percorsi la Fiorentina sta progredendo partita dopo partita, mostrando un’identità sempre più definita. Partiamo dalla sfida con il Bologna: 140 passaggi riusciti (peggior squadra della giornata di A), 1 passaggio chiave (idem) e 105.618 chilometri percorsi (17ª). Nel confronto con la Spal: 303 passaggi riusciti (17ª), 5 passaggi chiave (2ª) e 108.002 chilometri percorsi (15ª). Infine, la gara di Napoli: 213 passaggi riusciti (ultima), 3 passaggi chiave (11ª) e 117.046 chilometri percorsi (4ª).

Cosa si può notare? In primis il netto miglioramento tra le partite contro Bologna e Spal sotto tutti i fronti, per poi contro il Napoli salire in tema di chilometri percorsi e attestarsi in perfetta media matematica su passaggi riusciti e passaggi chiave. Ma, soprattutto, che a fronte di numeri negativi sul piano statistico, la Fiorentina in campo ha fatto quasi en plein, seguendo alla lettera le richieste risultatiste del suo allenatore.

Ulteriori riprove si avranno nei prossimi impegni: Genoa, Inter in Coppa Italia, Juventus e Atalanta saranno test probanti sotto ogni aspetto. Ma, piano piano, rispetto alla squadra piatta e senza mordente dell’ultimo Montella, la Fiorentina del Beppeball inizia a dare segnali confortanti e di buon auspicio per il prosieguo del campionato.

Violanews consiglia

Pedullà: “Duncan? Nessun appuntamento ad ora, si segue l’estero. Fiorentina attiva nei giorni finali”

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Xela - 4 settimane fa

    Purtroppo non ho visto la partita di napoli ma ho visto a tratti quella con l’atalanta perchè purtroppo lavoravo. delle statistiche non mi interessa nulla, quelle piacevano a montella per dire che eravamo al squadra che subiva meno tiri le domeniche dispari con il vento sopra il 10 nodi.

    con l’atalanta abbiamo fatto un bel gioco, verticale, veloce rimanendo compatti. con la spal eravamo ancora indegni ma se col napoli siamo migliorati ed abbiamo vinto senza demeritare penso che delle statistiche montelliane ne possiamo fare volentieri a meno. per me erano irritanti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. corsaroviola - 4 settimane fa

    la classifica della fortuna esiste? 1 traversa ed un incrocio con l’atalanta, 1 palo (esterno) ed un gol sbagliato per una capocciata errata di callejon… il calcio è bravura e fortuna e speriamo che duri fino a che non avremo un gioco (e giocatori) migliori. Ed ora sotto con il Genoa! Testa bassa e pedalare. Forza Beppe!! SFV!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ivo - 4 settimane fa

      Con il Napoli Chiesa e Vlahovic hanno sbagliato due gol che nemmeno a farlo apposta, altro che Callejon e il palo esterno di Insigne

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. batigol222 - 4 settimane fa

    Comunque in queste statistiche manca il dato più importante: i tiri nello specchio
    4 contro il bologna
    5 contro la spal
    5 contro il napoli

    Alla faccia di chi dice che s’è giocato male contro bologna e spal, non meritando la vittoria… 4-5 tiri a partita giustifica qualsiasi vittoria se in difesa si riesce a prendere pochi gol

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Stefano Fantoni - 4 settimane fa

      Giustissimo quanto evidenzi. Quei dati mancano nell’articolo perché la Lega Serie A nei report della giornata evidenzia i tiri solo a livello individuale e non di squadra, dunque sarebbe abbastanza complicato elaborare le classifiche per poter comparare i dati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. dallapadella - 4 settimane fa

      Con la Spal avrai fatto 5 tiri (veri però solo Castro) ma contiamo anche i loro? Io ricordo 2 legni e 1 giocatore solo davanti a Dragowski. Non poco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. batigol222 - 4 settimane fa

    Il BEPPEBALL! Fantastico 🙂
    Io ero tra i sostenitori di iachini fin dal suo insediamento, soprattutto dopo ave sentito la sua carica in conferenza stampa, ma non mi aspettavo che sarebbe partito così bene.
    Ora speriamo riesca a mantenere una buona media e che il beppeball funzioni anche sul lungo termine, quello che ha fatto sul piano mentale intanto è già straordinario a partire dalla prima a bologna

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy