Prova di carattere d’altri tempi che fa aumentare i rimpianti. La corsa all’Europa si fa più complicata

Prova di carattere d’altri tempi che fa aumentare i rimpianti. La corsa all’Europa si fa più complicata

Non ci sono possono essere rimpianti per lo 0-0 col Napoli, ma paradossalmente il pari di ieri potrebbe avere ripercussioni pesanti sulla classifica. Per risalirla servirà far andare di traverso il pranzo all’amico Leonardo Semplici domenica prossima

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

A pezzi, ma mai doma. La Fiorentina conquista un punto d’oro contro un Napoli che solo vincendo a Firenze avrebbe potuto riaprire un minimo la corsa per lo scudetto. Per i partenopei, però, non c’è stato niente da fare. Lafont ha tirato giù la saracinesca e quando non ci ha messo le mani, è stata l’imprecisione degli attaccanti azzurri (Milik in pieno recupero) a salvare la squadra di Stefano Pioli.

Lo 0-0 dà autostima e convinzione ai viola, protagonisti di una prova discreta sul piano tecnico-tattico e di alto livello su quello del carattere. I gigliati hanno dato tutto, lottando su ogni pallone cercando di contenere il palleggio del Napoli, impresa non semplice. L’esame è stato superato alla grande, non a caso i giocatori hanno finito la partita stremati, alcuni, come Pezzella, addirittura infortunati. Una prova d’altri tempi. Gli applausi sono più che meritati.

Analizzando l’atteggiamento di ieri, cresce purtroppo il rimpianto per quello che la Fiorentina non è riuscita a fare contro avversari alla portata. Contro Cagliari, Bologna, Frosinone e Udinese (lo 0-0 col Genoa è stato più frutto della sfortuna) sarebbe bastato spingere un po’ di più sull’acceleratore per portare a casa l’intera posta in palio. Per una squadra che lotta per l’Europa sono queste le partite da non sbagliare. La classifica sarebbe stata molto diversa. Rimpianti ce ne sono (e non potrebbe essere altrimenti) per le cinque gare sopra citate. Non ce ne possono essere per il pareggio contro il Napoli, per il quale tutti i tifosi, probabilmente, avrebbero firmato alla vigilia, viste le assenze per squalifica e i numerosi infortunati.

Paradossalmente, però, lo 0-0 di ieri potrebbe avere ripercussioni pesanti sulla classifica perché il rischio che la zona Europa si allontani è concreto. La Fiorentina ci proverà comunque a risalire la china. Per farlo sarà necessario far andare di traverso il pranzo all’amico Leonardo Semplici domenica prossima.

Caricamento sondaggio...
11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. John Gubbio Snow - 5 mesi fa

    A leggere i commenti sembra di essere primi in classifica, poi la guardi e leggi DECIMO POSTO a 6 punti dal SETTIMO (obiettivo che, a cose normali, non dà diritto a niente!) Che ci sarà da essere così contenti ditemi voi…
    Poi se mi si dice che i ragazzi si sono impegnati e hanno messo carattere con il Napoli sono d’accordo, ma senza il buon Lafont (unico vero acquisto dell’estate) si prendevano almeno 2 goal…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. bitterbirds - 5 mesi fa

    per inseguire l’europa si dovrebbe cominciare a vincere con maggiore frequenza perchè i pareggi possono anche essere gradevoli (talvolta) ma ti portano poco lontano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. glomantic - 5 mesi fa

    Dare la colpa a Pioli è come l operaio che si lamenta perché lavora troppo e guadagna poco e se la rifà con il titolare invece che con lo stato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pino.guastell_9534945 - 5 mesi fa

    L’ho detto sin dal primo momento del raduno precampionato che questa Fiorentina se allenata da un altro tecnico e non da Pioli sarebbe stata la sorpresa dal campionato e avrebbe insidiato uno dei posti disponibili per la Chanpions a squadre più forti della Viola. Il nostro limite è Pioli che non è capace di dare uno straccio di gioco alla squadra e in avanti nessuno degli attaccanti, Chiesa compreso, sa cosa fare quando è in possesso della palla. Peccato, ci potremmo mordere le mani alla fine del torneo per vedere sfumare per l’ennesima volta un risultato di prestigio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. EnzoViola - 5 mesi fa

      Magari giocavi benissimo dalla trequarti in su, con un altro allenatore, ma poi dietro eri meno organizzato e ne prendevi un paio a partite

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. redstone5_3533815 - 5 mesi fa

    Il calcio proposto da Pioli è più adatto a tornei ad eliminazione diretta che a campionati. Abbiamo grande solidità difensivo ma grande mancanza di schemi offensivi e quindi faremo sempre fatica contro squadre chiuse anche se più scarse di noi, il nostro è un calcio di concezione opposta ad esempio a quello della Roma con cui siamo favoriti in uno scontro ad eliminazione diretta ma molto difficilmente arriveremo prima di loro in campionato. Per me è più probabile che si vinca la coppa Italia piuttosto che si arrivi settimi in campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Violanellevene - 5 mesi fa

    Ieri ho visto una grande Fiorentina. Questi ragazzi stanno maturando e stanno diventando una squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Il Drisa - 5 mesi fa

    Concordo sulla prova d’altri tempi, non sui rimpianti. Ieri abbiamo messo in campo una prestazione eccezionale contro una grande squadra. Ma siamo ancora in piena corsa per l’Europa che, se continuiamo a giocare così, arriverà di sicuro. Un grande applauso a Pioli, che ieri ha surclassato Ancelotti, ai ragazzi ma anche alla società (voglio ricordare che l’età media della Viola è tra le più basse del campionato).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. BVLGARO - 5 mesi fa

    Io credo che ha differenza degli scorsi anni, dove perdevamo sistematicamente queste partite la facciano le seconde linee. Ieri oltre al mostruoso Lafont la partita l’ha vinta il cuore. La voglia di Ceccherini, l’amore di capitan Pezzella, la sbarbataggine di Hancko, i polmoni di Edmilson, i muscoli di Dabo. Ecco perchè siamo forti. Perchè la nostra squadra è composta da uomini e non da figurine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mauro65 - 5 mesi fa

    Ammirevoli soprattutto per le assenze in difesa. Da ora partite alla morte, rischiando di perdere, pur di cercare la vittoria. Nei secondi tempi, se necessario all in di attaccanti. Si può fare risultato con Spal e Inter. FORZA VIOLA SEMPRE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13664476 - 5 mesi fa

    THE LIFE IS NOW E I RIMPIANTI NON SERVONO.IL PUNTO È CHE IL PARI CON IL NAPOLI È BUONO MA BISOGNA VINCERE CON LE MENO FORTI SENZA SE E SENZA MA:SI DEVE ANDARE ALL’ IN PERCHÉ LA STAGIONE NON DIVENTI UNA DELUSIONE :BASTA PAREGGI PERCHÉ SOLO CON I 3 PUNTI SI SALE IN CLASSIFICA
    PIOLI DEVE ARRABBIARSI PRIMA DELLA GARA E NON DOPO CON ARGOMENTI SPESSO POCO PLAUSIBILI.FORZA VIOLA SEMPRE E AD MAIORA !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy