Prandelli: “Fiorentina, società ambiziosa. Dopo anni di depressione calcistica…”

Prandelli: “Fiorentina, società ambiziosa. Dopo anni di depressione calcistica…”

Parla Cesare Prandelli, bresciano ma fiorentino d’adozione. Per lui Brescia-Fiorentina non sarà una partita qualunque

di Redazione VN

Bresciano di nascita, fiorentino d’adozione. Brescia-Fiorentina sarà un match speciale per Cesare Prandelli, che ha parlato a Brescioggi.it del posticipo di lunedì:

Sono legato, per diversi motivi, a entrambe le piazze e proverò a godermi la gara da semplice spettatore amante del calcio. Cosa prevede? Una sfida molto stimolante, soprattutto dal punto di vista tattico. Entrambe le formazioni hanno un’identità ben precisa e sono curioso di capire quale idea di calcio prevarrà. Brescia e Firenze sono due città che, dopo anni di depressione calcistica, hanno ritrovato entusiasmo e voglia di vivere con partecipazione le sorti della propria squadra. Vede un parallelismo tra le due situazioni? Il fatto che in due piazze storiche come queste ci sia del fermento non può che essere positivo per tutto il calcio italiano. A Firenze la nuova società ha portato un progetto ambizioso e di ampio respiro che ha riavvicinato città e tifosi.

Milenkovic: “Ora sono cattivo anche sotto porta. Caceres ci ha dato sicurezza”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy