Prandelli: “Chiesa? Si tolga qualche soddisfazione con la maglia viola. Un mio ritorno? Non me ne sarei mai andato”

L’ex allenatore della Fiorentina ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium di Chiesa e della sua avventura alla Fiorentina

di Redazione VN

L’ex allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium: “Chiesa? È già da qualche anno che a Firenze gli addetti ai lavori vociferavano su di lui: ha talento ed è una cosa bellissima, i tifosi della Fiorentina devono essere orgogliosi. A Federico suggerirei di rimanere e di togliersi qualche soddisfazione con la maglia viola. Firenze è una città calcisticamente stimolante: è un campo che ti forma e non nego che anche per me sia stata l’esperienza che mi è rimasta più addosso. Un mio ritorno a Firenze? Ho sempre detto che non me ne sarei mai andato, non aggiungo altro perché non voglio che si inneschino polemiche.”

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Dellone68 - 4 anni fa

    A me se tornasse non dispiacerebbe affatto. Però tutti questi ritorni mi piacciono poco. Sembrano fatti apposta a pensare al passato piuttosto che al futuro. Prandelli è stato un grande allenatore, ha fatto un grandissimo lavoro a Firenze, eravamo tutti felici. E’ stato qua quasi cinque anni, un secolo per una società come la nostra. Credo che alla fine sia meglio se non torna, ci vuole una scossa di novità, i cavalli di ritorno servono a poco. Pensiamo al presente ed anche al futuro. Anzi, pensiamo al presente, abbiamo ancora una coppa da giocare, martedì, ed un eventuale passaggio alle semifinali credo che ci farebbe volare. Darebbe una scarica a tutto l’ambiente pazzesca. E forse faremmo a meno di fare polemiche inutili che hanno minato l’ambiente. Poi staremo a vedere. Se anche perdessimo non ci accapigliamo. Rimarrebbe ancora la UEFA ed un campionato da onorare. Sempre Forza Viola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. cavallopazzo - 4 anni fa

    C’era il sole, chiarissimo, vicino al crepuscolo, quella pallida domenica di novembre con la Juventus che allo stadio non voló una mosca e Manuela era partita da poco e la sua enorme sofferenza correva nei tuoi occhi.
    In quel silenzio ci fu un dolore profondo e condiviso che raccontava più di mille parole ciò che ti legó a Firenze, alla sua gente, ai suoi colori ed ai suoi valori.
    Era qualcosa che andava oltre il calcio, qualcosa di profondo e viscerale, il concetto più bello e più alto di socialità che probabilmente portava nel proprio spirito colui che conió la parola Sport, quello vero.
    Si, c’era tutto questo. E noi ne fummo fieri perché in quei valori non c’era la sconfitta nè la vittoria. C’era qualcosa di più alto e più nobile: c’era la condivisione di un sentimento pulito e vero che ogni uomo sogna di spartire con gli altri esseri umani nel suo viaggio sulla terra. Non fosti un allenatore ma molto di più. E noi non fummo tifosi ma molto di più. Per questo ciò che è venuto dopo, per te, non è stato lo stesso. Perché Firenze non è solo culla di arte e cultura, ma di consapevolezza e cuore, che poi sono le fondamenta della crescita morale di ogni essere umano. Tutto questo potevi e potrai trovarlo solo a Firenze Cesare. La città in cui il fiore, è la vita. Come quella domenica di novembre nel cielo al tramonto. Nel dolore diviso con tutti noi per la partenza di Manuela, non c’era la morte, c’era la vita. La vita. La vita.
    E questo è il senso più alto, bello e assoluto, di chi vuole capire lo sport.
    Si perde e si vince per divertirsi, ma si cuce lo sport al cuore per essere uomini migliori, Ma tutto questo accade solo a Firenze e non è un caso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchio briga - 4 anni fa

      Era contro l’Inter, ma per il resto messaggio meraviglioso!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Lk - 4 anni fa

      Scrittura meravigliosa, concetto splendido !!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. vecchio briga - 4 anni fa

    Prandelli non è stato solo l’allenatore della Fiorentina, con lui si era creato un legame mai visto prima e nemmeno dopo. Dopo le sconfitte parlava lui e non so come, ma ogni accenno di polemica finiva. Dopo le vittorie invece lui non parlava, mandava i giocatori. Un grande. Ricorderò per sempre il minuto di silenzio per sua moglie, una cosa mai vista, che testimoniava il legame fuori dal normale. Poi perché sia stato mandato via non si è mai capito, resta l’affetto che forse a qualcuno non va ancora giù (ma non ad ADV, lui non c’entra in questa storia). Oggi quello pseudo giornalaio leccaculi lo infama ancora, che omino piccino piccino che è. Per noi Prandelli sarà sempre Prandelli, ma proprio per questo non mi sembra una buona idea il suo ritorno. Forza Viola Sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. kk53 - 4 anni fa

    Ora è conclamato,c’è proprio la volontà di spingere per il Prandelli bis,prova ne è la sortita del direttore subito risentito….come le puzzole…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. jordan - 4 anni fa

      Lui spinge. Lo credo, è disoccupato perchè dove va fa danni. Ma spinge per seminar zizzania perchè lo sa benissimo che, finchè c’è Diego, per lui le prote son chiuse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Poldinoviola - 4 anni fa

    Scusate per gli errori di battuta,Volevo scrivere Prandelli e Cognigni,detto “Gnigni”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il sommo poeta - 4 anni fa

      Anche con le correzioni resta un pessimo commento, frutto di pregiudizio e malafede. Prandelli ha avuto una rosa come nessun altro a Firenze. Poi i contatti con la Juve erano reali e mai smentiti. Anche Montella ha avuto una rosa ed un monte ingaggi ben superiori alle nostre possibilità, ma i fischi dopo la semifinale col Siviglia allontaneranno chiunque. Se invece tu pensi di essere al Real Madrid allora tutto si spiega.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Poldinoviola - 4 anni fa

        Ecco il professorino di turno…ovvia ora siamo a posto!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. vecchio briga - 4 anni fa

        Ma cosa c’entra il Real Madrid lo sai solo te. Passi le giornate a rispondere e mistificare agli utenti di questo sito, ma non ce l’hai una vita privata? Uno svago, andare a pesca qualche volta, o anche a guarfare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. vecchio briga - 4 anni fa

          ..a guardare i cantieri stradali!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Gaetano - 4 anni fa

        Provo a ricordare qualcosa pure io dell’ultima stagione di Prandelli. A gennaio siamo quarti in campionato, semifinale in coppa Italia contro l’Inter di Mourinho, ottavi da giocare contro il Bayern. Prandelli chiede un paio di giocatori “pronti” per giocare, arrivano sconosciuti e giocatori da recuperare fisicamente. E’ quello che è successo l’anno scorso a gennaio. Quello che è successo a fine campionato di due anni fa con Montella e Macia. La storia si ripete sempre, e si ripeterà con le polemiche perché i DV vogliono sembrare più vincenti di quanto nei fatti non lo sono, per loro volontà o perché non possono esserlo. A me basterebbe un discorso chiaro e onesto come fece il grande presidente Baglini nel 1964…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. vecchio briga - 4 anni fa

          un si pole dire che i dv non sono vincenti occhio che rischi il linciaggio. guai esprimere opinioni 🙂

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Poldinoviola - 4 anni fa

    Pirandelli non se ne andò,fu cacciato dal buon Cognfni,che gli disse “si trovi pure un’altra squadra” questo perché il mister voleva rinforzi,per provare a vincere qualcosa,poi è successo di nuovo con Montella,solita storia…e sarà sempre così,con questa proprietà,anzi ora hanno fatto il salto di qualità,non fanno più neppure il tanto decantato autofinanziamento,si mettono i soldi in tasca,questi sono fatti,non opinioni,punto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giambo - 4 anni fa

      Se sei così sicuro che si intaschino i soldi perché non fai una bella chiamata alla Guardia di Finanza? Che così si fanno una bella risata a sentire tutte queste sciocchezze. I bilanci sono pubblici, se pensa che li falsifichino denunci i DV, altrimenti stia zitto che le sue sono soltanto calunnie da bar

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Poldinoviola - 4 anni fa

        La guardia di finanza?ma cosa c”entra? Io ho solo detto che da qualche anno a questa parte,non reinvestono più niente,dei soldi ricavati dalle cessioni,tutto qui
        Ma tu sei normale? Ci fai o ci sei ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Giambo - 4 anni fa

          Lei ha detto che ora i DV si mettono in tasca propria i soldi guadagnati dalla società ACF Fiorentina. Questa è un’accusa di falso in bilancio, e per questo si chiama la Guardia di Finanza. Se lei crede che lo stiano facendo li denunci, altrimenti è meglio se smette di dire certe cose.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Poldinoviola - 4 anni fa

            Tu poverino non sai neppure cosa sia il falso in bilancio,lasciamo perdere è meglio
            Buona domenica a tutt

            Mi piace Non mi piace
          2. vecchio briga - 4 anni fa

            ma stai sereno venvia

            Mi piace Non mi piace
          3. vecchio briga - 4 anni fa

            comunque i soldi non se li metteranno, forse, in tasca, ma stanno andando oltre il fairplay finanziario di sicuro, dato che la regola non impone di avere i conti in positivo, ma mette un tetto al debito. quale sia la ragione non ce lo dicono, io penso che siamo vicini alla cessione della società, ma chiaramente non ho alcuna fonte, è solo un ragionamento.

            Mi piace Non mi piace
        2. jordan - 4 anni fa

          No, hai scritto che “si mettono i soldi in tasca” e attento a quello che scrivi, perchè a esagerare si è passibili di denuncia. I soldi in tasca non se li possono mettere se non a seguito di utili dichiarati (che non ci son mai stati) o di falsi in bilancio che devi dimostrare se li accusi. Quindi non scrivere corbellerie. Quella poi di investire i soldi delle cessioni è altra corbelleria. Sarebbe come se tu vendessi una macchina e usassi il ricavato per pagare i debiti e la moglie si incazza perchè non lo hai investito in una macchina nuova! Si possono reinvestire gli utili non i ricavi, se no sarebbe troppo bello.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. pitto - 4 anni fa

      Menomale che ci sei te che conosci i fatti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Il Viola di Gallipoli - 4 anni fa

    Polemiche?
    Ma non è stato lui a chiedere di andare in nazionale?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 4 anni fa

      Forse ricordi male

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. kk53 - 4 anni fa

        Infatti in nazionale si è vista tutta la maestria del Sig.Prandelli!!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. kk53 - 4 anni fa

        Infatti si è vista in nazionale tutta la maestria di Prandelli…..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. jordan - 4 anni fa

        No lui è andato solo da Bettega per andare alla Juventus, senza nemmeno capire che parlava col cavallo sbagliato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Hatuey - 4 anni fa

      Le notizie arrivano distorte a Gallipoli…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy