Pradè: “Emerse le lacune, parlerò alla squadra. Stagione per capire come costruire il futuro”

Pradè: “Emerse le lacune, parlerò alla squadra. Stagione per capire come costruire il futuro”

Le parole di uno sconsolato Pradè dopo la batosta di Cagliari

di Redazione VN

Dopo la batosta di Cagliari, a Radio Bruno ha preso la parola il ds viola Daniele Pradè: “Abbiamo perso la partita a partire dall’atteggiamento psicologico. Non sono preoccupato, perché tutto quello che succede lo prevedo. Il Cagliari è una squadra forte, noi non ci siamo stati, siamo stati leggeri e molli. E in più abbiamo fatto anche degli errori tattici. Questa è una stagione importante, devo vedere quello che succede per migliorare e costruire la squadra in base a quello che ho visto quest’anno. Appena rientrano i nazionali farò un discorso alla squadra e gli spiegherò quello che voglio. Non siamo calati sotto l’aspetto fisico, ma abbiamo perso dal punto di vista mentale e negli uno contro uno. C’era una notevole differenza di età tra le due squadre, questa stagione serve a crescere e non commettere più questi errori. La squadra lavora insieme da poco, quando hai delle difficoltà emergono le tue lacune”.

Disastro viola, Pulgar e Castrovilli ammoniti: salteranno Verona-Fiorentina

52 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giac - 1 mese fa

    Commisso ha dato un anno di tempo a tutti per dimostrare il proprio valore secondo il metro del presidente. dai commenti credo si sia già fatta una ragione sul reale valore del mister e su quello di prade, facilmente, a mio parere, il prossimo anno non ci saranno nè l’uno nè l’altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Claudio50 - 1 mese fa

    Ma che partite vedono questi qua. Cosa c’e’ da capire di una squadra che cammina e non corre, un centrocampo che non costruisce occasioni gol e con un centrocampista che inciampa sul pallone da solo per non parlare dei tiri in porta che puntualmente sono in tribuna. No caro tu ti devi far spiegare come mai questo comportamento. fagli vedere la partita e fatti spiegare come mai tanti errori… E che spieghi anche Montella ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ste.brandin_491 - 1 mese fa

    Oggi podio. Dopo lo 0-5 con la Juve e l’8-2 con la Lazio. Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-2073653 - 1 mese fa

    Quando nel 2016 tornò Corvino, dopo gli ultimi anni disastrosi, dopo anni che era disoccupato, dopo che a Bologna lo misero senza troppi rimpianti alla porta, non ne ero molto entusiasta, ma aspettai di vedere ciò che succedeva. Due ottavi posti, uno con una squadra largamente costruita da Pradé e svuotata da ogni motivazione perché non rinforzata, un’altro che dubito sarebbe stato tale se non fosse per la straordinaria reazione dopo la tragedia di Astori, fino alla quale eravamo messi abbondantemente peggio in classifica. L’ultima stagione di Corvino è stata una salvezza all’ultima giornata, conquistata a mio giudizio più per demeriti altrui (Genoa ed Empoli) che per meriti nostri. Pradé non sarà il mago di Roma (e di certo non lo è del Salento…), ma che a Novembre, con una squadra costruita in fretta e furia, nuova, assemblata anche con le zavorre lasciate dal buon Pantaleo (ossia il solo Veretout vendibile e tanti fuorirosa…), e che comunque è ottava in classifica, si chieda la testa del DS, a me sembra follia pura. Poi, per carità, sarà più bollito Pradé di Corvino, ma aspettare non dico i tre anni dati al top player dei direttori sportivi, ma almeno questa stagione, onestà intellettuale lo richiederebbe. All’Inter, Conte critica Marotta…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Axel - 1 mese fa

      Concordo, ma ci sono errori anche di Pradé, e grossi, in questa prima fase. Il primo, e più importante, è quello di aver favorito prima l’amico Montella che la squadra. Un qualsiasi altro DS avrebbe come prima cosa cambiato la direzione tecnica della squadra. Non puoi continuare con l’allenatore che ci ha portato ad un passo dalla serie B. C’era uno Spalletti libero e disponibile e tu dai la squadra in mano ad un allenatore malvisto dalla piazza? Fortuna l’entusiasmo per Commisso & co altrimenti oggi già ci sarebbero le contestazioni nello stadio. Questo è il primo, grave, errore. Il secondo è invece stato quello di affidare la squadra in mano a due giocatori bolliti, Boateng e Badelj. Capisco che ci sia la necessità di avere esperienza in campo(anche se mi devono spiegare come ha fatto l’ajax ad arrivare in finale in CL pur avendo quasi tutti ragazzini in campo) ma si potevano scegliere tanti giocatori di esperienza e non giocatori oramai che non hanno più nulla da dire. Boateng non gioca un campionato da titolare da tre anni, Badelj ha fatto tanta esperienza in panchina alla lazio. Cosa ci si aspettava? Ma poi prendere Badelj con un Pulgar in squadra? Questo è un errore gravissimo dato che si sta snaturando anche l’ex bologna. Poi ci sta che il mercato sia stato costruito in fretta e furia e quindi molti affari non si sono potuti concludere. Ci sarebbe anche da dire che è stata anche un po’ la nostra fortuna dato che l’unico affare che era in via di conclusione era rappresentato dalla trattativa di De Paul. Non ci voglio nemmeno pensare se avessimo preso De Paul. Oggi avremmo un De Paul in campo ed il miglior centrocampista della squadra con meno minuti di Vlahovic. Il problema è che se si continua così l’anno prossimo ci sarà di nuovo da rifondare la squadra e facendo questo non si va da nessuna parte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Dellone68 - 1 mese fa

    Personalmente trovo sconcertante tutto questo livore che leggo qua sotto. Sembra che questa proprietà e dirigenti (Pradè) siano la fonte di ogni male. Mi pare che si perda la pazienda per poco ormai. Io non sono felice della manita che ci ha rifilato il Cagliari, è stata una giornata che, da un punto di vista sportivo, definirei semplicemente penosa. Ma da qui a gettare queste tonnellate di insulti addosso ad alcuni fra cui Pradè mi pare un’enormità. Ma che cosa si vuole? Vogliamo dare del tempo ai nuovi arrivati? Commisso è una botta di “c–o” che non si capisce neanche come sia stata possibile. E’ venuto qua, ci ha tolto dalle scatole due personaggi che ormai avevano fatto il loro tempo e ridotto la Fiorentina ad una società di periferia, non di serie A, ha acquistato i terreni per il centro sportivo, sta provando a rifare uno stadio dopo che avevano fallito tutti in passato. Prima avevamo un DS che spariva e non parlava (meno male!), un prestanome del presidente (il fratello, che anche lui alla prima critica si eclissava), un proprietario diventato ectoplasma da anni e che rovesciava sulla città tonnellate di volgarità. Oggi almeno questi ci mettono la faccia. Mi pare che parecchi abbiano una memoria non corta, direi quasi inesistente. Vogliamo lasciare un pò di tempo a questi dirigenti? Pradè aveva fatto benissimo alla prima avventura a Firenze, leggo che i meriti sarebbero solo di Macia, ma anche il buon Eduardo, al quale auguro ogni bene e lunga carriera sportiva, non mi pare che abbia fatto sfracelli in questi anni. Mi fa molto dispiacere leggere tutte queste robe. Spero che presto queste tonnellate di livore possano dissolversi, certo è che tutto questo può certamente far riflettere su cosa siamo diventati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      Sai come si fa a dissipare il livore? Vincendo. Lo avete detto per anni. Se vinci attrai giocatori importanti. Se vivacchi alla fine tutti se ne vanno. Dalbert è un sei e mezzo ma come fai a trattenerlo a fine anno? E Castrovilli quanto ci metterà a voler andare via? A gennaio hanno la possibilità di fare il botto di mercato. Se faranno come d’estate allora ci rassegneremo e torneremo a fare i tifosi viola. Non siamo noi ad aver promesso di essere sopra la Juve fast fast fast!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dellone68 - 1 mese fa

        Caro Barsine, un pò più di equilibrio non guasterebbe e tu ne sai qualcosa. Mi pare che non si voglia concedere neanche le attenuanti generiche e che si spari nel mucchio ad alzo zero. Questi non sono neanche arrivati e già si trovano a dover licenziare, a furor di popolo, il DS e l’allenatore. E quando li avranno cacciati? Dovranno ricostruire tutto daccapo. Intanto ricordo qualche commento, apparso anche qua sopra, da tutti i dirigenti, direttori sportivi ed allenatori che scrivono qua su alcuni recenti allenatori, alcuni dei quali voluti a furor di popolo:
        Delio Rossi;
        Sinisa Mihajlovic;
        l’ultimo Montella (avventura 1);
        Paulo Sousa (un grande);
        l’ottimo, ma per tanti scarsone e non adeguato Pioli.
        Ora di nuovo Montella.
        L’aggettivo più tenero che si è di volta in volta attribuito è quello di “scarso”. Tralascio, per pietà umana, il resto.
        Siccome ho qualche anno, potrei ricordarteli tutti fino ad uno a partire da una buona metà degli anni Settanta ad oggi, partendo da Paolo Carosi. Ricordo i commenti del mitico Giampiero Masieri e Lello Paloscia, altri tempi, altro calcio. Ero parecchio piccolino ma sebbene questi due signori lo fossero anche nei commenti, mi spiaceva già che la maglia viola fosse contestata.
        Li abbiamo MASSACRATI tutti gli allenatori che sono passati da qua. Da un pò di tempo lo si fa anche con i DS, ormai mediaticamente esposti tutti i giorni e non più coperti dalla lontananza dalla sala stampa, a meno che non fossero totalmente analfabeti come l’ultimo che abbiamo avuto qua dal Salento.
        Ultimo tweet che ti lascio: visto il Parma? Tanto scarsi, oggi intanto hanno rifilato due pere alla Roma. Ce ne intendiamo parecchio di calcio qua a Firenze. Buonanotte.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. folder - 1 mese fa

          Caro Dellone68
          Sai perfettamente che mi sono battuto a lungo contro la vecchia proprietà ed il vecchio DS e quindi non posso che essere grato
          a Rocco e Barone che ce li hanno tolti di torno.Detto questo riconosco che questi sono arrivati a Giugno;a digiuno del calcio Italiano e quindi alcuni errori glieli posso perdonare tranquillamente.Quali errori?Quelli fatti per la parte tecnica della società.E qui non posso che ribadire quello che dissi in estate.MAI avrei ripreso Pradè(che mi fece arrabbiare di brutto
          quando prese Badelj e Boateng dimostrando tutta la sua incompetenza perchè tutti gli addetti ai lavori sapevano che si trattava,ormai,di calciatori bolliti e quindi alla fine della loro carriera mentre il nostro,nella figura del Croato spese parole al miele dicendo testualmente:”“E’ dal primo luglio che ho in mente Milan per la Fiorentina e che lo chiamo tutti i giorni. E’ un calciatore importante che ci darà quello che noi vogliamo per la Fiorentina”.Quindi, se non mentiva sapendo di mentire,perchè di panzane,a Firenze,ne ha sparate nel suo primo periodo e anche grosse tipo:”Salah resterà con noi 18 mesi”allora può tranquillamente essere tacciato di incompetenza;incompetenza ribadita nell’acquisto del”turista catalano”Boateng che,infatti,adesso ci fa vedere quanto vale)che
          negli ultimi 2 anni veniva da stagioni fallimentari alla Samp e all’Udinese.E mai (anche se qui c’è la giustificazione del’ingaggio)avrei mantenuto Montella dopo il periodo passato nel campionato scorso.Rocco doveva prendere ad esempio quello che fece Berlusconi quando prese il Milan:tabula rasa della vecchia dirigenza;gente competente nelle posizioni che contano e
          immissione massiccia di capitali con conseguente arrivo dei vari Galli;Massaro;Galderis;Borgonovo e questo il primo anno mentre poi
          Gullit:Van Basten e Rijkaard,cioè la crema del calcio europeo.Se Rocco,come ha più volte detto,vuol vincere qualcosa fast fast fast ci si affida a gente competente per il mercato(non certamente a chi ti porta Badelj;Pulgar e Boateng)e a un allenatore vincente e non a Montella che negtli unltimi anni è stato tutto fuorchè quello:un vincente,appunto!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Dellone68 - 1 mese fa

            Caro Folder, ti reputo un “compagno d’armi” quindi leggo sempre volentieri quello che scrivi. Sul punto mi spiace perchè a mio avviso Pradè rimane un ottimo dirigente con contatti importanti. Mi sbaglierò, ma io ho ancora fiducia in lui e confido che possa costruire una bella squadra. Su Boateng ti dò ragione, non so perchè lo abbia preso, su Badelj ti dò ragione fino ad un certo punto. Io purtroppo non riesco a seguire anche le altre squadre, ha giocato poco con la Lazio, forse chi c’era era più forte di lui, ma nella Fiorentina aveva fatto vedere di essere un buon giocatore che nella nostra squadra poteva starci. Sono anche dell’idea che sulla campagna acquisti non ci hanno detto tutto e non potevano dirci tutto. Ma non importa. Non voglio fare illazioni. Su Montella mi aveva fatto piacere il suo ritorno perchè ho sempre pensato che lui volesse vincere a tutti i costi. Tecnicamente forse c’è di meglio, ma penso che tanti altri allenatori non farebbero molto meglio. Ma va bene tutto, anche che Montella possa andarsene. Proverei però a dare ancora fiducia a questo gruppo di tecnici, se poi non vanno il prossimo anno arriveranno altri. L’importante è che non torni nessuno della vecchia gestione DV, sarebbe davvero troppo. Sempre Forza Viola!

            Mi piace Non mi piace
  6. marchino - 1 mese fa

    Pradè mai avrebbe dovuto dire che quest’anno non ci sono obbiettivi.Possiamo lottare per l’ultimo posto utile in europa e ci devono credere tutti.Poi logicamente a gennaio servono 3 acquisti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ringhio - 1 mese fa

    Ragazzi anda a rivedere le dichiarazioni di Prade’ su YouTube di 5 anni fa quando si era rotto di milinkovic Savic e che uno di 20 anni non gli cambiava la squadra.
    Lungimirante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. MATTEO1926 - 1 mese fa

    Montella va’ esonerato….poche chiacchiere….quando si vedono errori a livello tattico grossi come oggi,l’allenatore deve saltare….punto e basta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. fudo77 - 1 mese fa

    Pradè, quello che a fine mercato aveva affermato “… Badelj il mio acquisto più importante …” !!
    … in effetti si é visto l’apporto determinante del Bradipo Croato, in questo inizio di stagione …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Ringhio - 1 mese fa

    E ce lotrova Borca Valero

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. cla - 1 mese fa

    Dimettiti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Lk - 1 mese fa

    Diciamo che le lagune erano emerse subito, già cn il Monza, poi risolta da Vlahovic e Montiel… Poi c si nasconde sempre dietro il concetto di dare tempo, è il primo anno e ttt quella bella retorica. Poi qui funziona così, basta metterci la faccia, fare mea culpa e il popolo si placa…funziona in politica figuriamoci nel calcio, ma ammettendo la buona fede negli acquisti errati, Badelj su ttt, perché continuano a giocare? O in allenamento sono fenomeni, o viene imposta la scelta. Anche perché Badelj viene da una stagione di panchina dalla Lazio, Lirola a Sassuolo la sua figura la faceva, ma ad esempio a me sembra che Venuti ha fatto meglio, però si continua cn gli stessi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. claudio.godiol_884 - 1 mese fa

    L’errore più grave è stato non cedere Chiesa che era l’oggetto più desiderato. In quel momento a quelle cifre si poteva ricostruire una squadra più completa con acquisti mirati, adesso sembra un corpo estraneo, non parla,non si diverte e diventerà un problema venderlo alle condizioni predenti. Commisso ha voluto mantenere la parola data, ma non aveva ancora capito come funziona il calcio in Italia…..è tutto un magna-magna e le bandiere non esistono più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Elmauri - 1 mese fa

      Figurati se avrebbero reinvestito i soldi di Chiesa… Al massimo Pradè avrebbe preso Rafinha e qualche altro simil-Pedro. Il problema non sono i soldi, perchè Commisso ne aveva stanziati altri 30 milioni. Il problema è che Pradè non sapeva dove sbattere la testa… P.S. Non sono un fan di Corvino, anzi… lui è molto peggio di Pradè…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio.godiol_884 - 1 mese fa

        Si ma il concetto è che al giorno d’oggi non si può tenere un giocatore con il broncio…..non siamo più ai tempi di Antognoni dove c’era veramente spirito di appartenenza in tutte le squadre e succedeva che in campo si dava tutto…ora Chiesa è anche bravissimo, ma tenerlo ha prodotto un doppio danno sia economico che di rendimento…è tutto acclarato dalla realtà dei fatti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. folder - 1 mese fa

    “Emerse le lacune, parlerò alla squadra. Stagione per capire come costruire il futuro”
    Le lacune ci sò perchè TU hai voluto che ci fossero prendendo scarsoni e gente inadeguata come Badelj e Pulgar.Invece di parlà te ne dovresti andà subito e il fatto che tu voglia costruire anche il futuro mi preoccupa non poco!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ViolaLuke - 1 mese fa

    Pradè è il maggiore responsabile di questa disfatta.
    Io mi ero illuso dopo la partita del Milan: di fronte alle ottime prestazioni di Ribery e di Badelj avevo ammesso l’infondatezza delle mie critiche alla campagna acquisti di Pradè.
    Invece vale sempre il detto: “una rondine non fa primavera”.
    Stanno di nuovo affiorando tutte le lacune del mercato:
    – sono stati acquistati giocatori per un modulo, il 433, che è stato abbandonato;
    – manca quasi del tutto il centrocampo (e meno male che è esploso Castrovilli, altrimenti eravamo alla disperazione);
    – sono stati comprati soltanto giocatori scarsi o vecchissimi (salvo Dalbert, che però è in prestito), forse decenti sono Pulgar e Lirola (pagato quest’ultimo a peso d’oro);
    – non è stato ceduto Chiesa, che era la prima cosa da fare e sulla quale costruire il mercato (ma forse meglio così perché se il mercato lo fa Pradè c’è da mettersi a piangere).
    Il Cagliari è la dimostrazione di come doveva essere fatto il mercato: hanno ceduto Barella costruendo, con il ricavato, una signora squadra.
    Spero che esonerino Pradè e nominino subito un nuovo direttore per gestire già il mercato di gennaio.
    Lasciarlo in mano a Pradè sarebbe un errore atroce.
    Poi Montella qualcosa del suo ce lo mette sempre, ma il problema della Fiorentina è Pradè.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. bati - 1 mese fa

    Ragazzi, il problema non è Badelj anche se come regista è scaduto tanto, nè ovviamente Castrovilli. Il problema è Pulgar. Il nostro centrocampo manca di muscoli e soprattutto corsa e dinamismo nel mezzo. Provate ad immaginare Veretout o Naingolan al posto di Pulgar. E’ lì che devono intervenire a gennaio. Basta ripensare al centrocampo della prima fiorentina di Montella. Pek, Aquilani e Borja. Erano si di livello superiore a questi, però correvano anche tanto, raddoppiavano su tutti e creavano costantemente superiorità numerica. La squadra era sempre corta e la palla girava. Oggi si creano continue voragini, si a gira a vuoto e siamo sempre a rincorrere la palla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lk - 1 mese fa

      Infatti l unico che contrasta è rincorre è proprio Pulgar, tra l altro fuori ruolo, ma che partite vedete?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. CippoViola - 1 mese fa

      Beh si e no, nel senso Pulgar per me accentua le sue lacune proprio perché c’è Badelj accanto a lui. Vero Pulgar è lento ma Badelj è FERMO e facile preda di chiunque, tiro debole, non corre dietro a nessuno, lo doppiano a metà campo in modo imbarazzante, chiaro poi quando Pulgar cerca di farsi vedere da Milan per aiutarlo arriva tardi e poi chiaramente lo surclassano. Manca appunto quella figura come dici alla Veretout/Naingolan che ti si fa sotto tipo: “dalla a me ci penso io” ma in ogni caso a queste figure preferirei vedere accanto Pulgar ma non Badelj.
      Non so se segui il mio ragionamento, voglio dire, il centrocampista di rottura per me servirebbe ad AIUTARE Pulgar e non per SALVARE Badelj.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bati - 1 mese fa

        ti seguo e in lionea generale posso anche essere d’accordo con te. L’unica cosa che aggiungo però è che Badelj è (o è stato) un regista, ho per ora molti dubbi, vedendone le caratteristiche di gioco, che Pulgar lo sia. Poca visione di gioco, troppa lentezza e troppi palloni persi con leggerezza mi fanno propendere per il no.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. rudy - 1 mese fa

    Badelj lo definisti il migliore acquisto della stagione. Quel giorno capii quello che ci aspettava. Poi aggiungesti il capolavoro Lirola. Almeno Badelj è in prestito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Canizza - 1 mese fa

    È sempre un anno di transizione e siamo giovani…basta. prendiamo vecchi e cominciamo a vincere a Cagliari parma genoa brescia ..che figure…imbarazzante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. CippoViola - 1 mese fa

    Daniele pena poco, trova quel centrocampista che non sei riuscito a beccare questa estate, alla fine hai raccattato Badelj te ne rendi conto? Va bene anche chiunque basta che corra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. CataniaViola - 1 mese fa

    Ma sempre a a trovare futili giustoficazioni. Avete confermato un allenatore senza fame, un centro campo lento e macchinoso. Aprite la crisi e iniziare a trovare un allenatore serio ed un centrocampista al posto di Badely …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. I' Mastica - 1 mese fa

    Senza PerdEnzo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Elmauri - 1 mese fa

    Le lacune presenti in squadra sono in gran parte causate dal tuo mercato insufficiente. E non venite a dirmi che c’è stato poco tempo perché il mercato si accende ormai nelle ultime due settimane. È assurdo riproporre Badelj dopo che ha abbandonato la nave l’anno prima, anche perché ti costringe a schierare uno dei pochi acquisti decenti fuori ruolo (Pulgar). Per non parlare del fatto che siamo costretti a giocare con un ragazzino centravanti, bravo sicuramente ma che andrebbe fatto crescere con calma. Sui terzini stendo un velo pietoso, entrambi incapaci di difendere, ci hanno costretto a cambiare il modulo per il quale avevamo costruito la rosa dalla cintola in su. Ma faceva tanto schifo prendere Darmian a zero, finito al Parma, invece di buttare 15 milioni per Lirola? Io a maggio cercherei un nuovo ds..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. redellamaratona - 1 mese fa

    Scusa Prade’ma il Cagliari ha fatto una campagna acquisti,vendendo si Barella,ma acquistando giocatori come Naingollan,Rog,Nandez,noi,invece Badely è Pulgar,di chi è la colpa?Meno male che abbiamo attinto dal settore giovanile.Badely forse non ha esperienza?Pulgar nazionale Cileno non ha esperienza?Certo se giochi con un modulo il 3/5/2 e invece hai cercato solo esterni,c’è qualche cosa che non torna.Parlare solo di giovane età per giustificare una partita come questa è ridicolo.Rocco spero che tu intervenga per correggere questi errori e per trovare un allenatore che riesca,come Maran,a far giocare al massimo gli atleti.Lavorare sul serio e spendere visto che Rocco i soldi te li ha messi a disposizione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Barsineee - 1 mese fa

    ahahahahha ahahahahahah ahahahahah abbiamo perso perché è quello che succede quando non si pongono degli obiettivi ad una squadra. Che tu vinca o che tu perda a noi va bene lo stesso. Ergo? Quindi ogni tanto si vince e ogni tanto si perde. C’era una notevole differenza di età? Ma chi ha messo 5 ragazzini come titolari? La squadra gioca insieme da poco? Anche il Cagliari gioca insieme da pochi mesi e hai visto come giocano? Tu compri Badelj (ben tornato Milan) e gli altri prendono Rog e Nandez. Tu dici che non ti servono i centravanti e quello ti segna. Tu dici che non compriamo tanto per fare e ci prendiamo 5 pere tanto per fare. Adesso quanto tornano i nazionali gli parla lui … chissà che paura che avranno i nazionali. Ti è andata di fortuna a Sassuolo, oggi è andata male. Capita no? Tanto dobbiamo fare meglio dell’anno scorso. RIDICOLO. Zero obiettivi = zero ambizioni. Bravo Pradè, quando ci dicevano che dovevamo arrivare settimi veniva giu il mondo adesso è tutto normale. Ma Entusiasmo a Campi oggi giocava? Ah … bella la prestazione di ghezzal … e soprattutto lo sconforto sul secondo goal di Vlahovic di Ghezzal medesimo! Bel colpo Pradè!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Orgoglio VIOLA - 1 mese fa

    “Abbiamo perso la partita a partire dall’atteggiamento psicologico ” E di grazie Pradè ( che stimo e mi piace comaè riuscito ad allestire questa squadra in 1 mese e mezzo non dimentichiamolo mai ) chi è che lavora OGNI GIORNO anch sull’aspetto mentale, motivazionale, e formazione delcarattre di una squadra? Sarà bene che quando vu farete qui discorsino ci sia presente anche montellino e magari che stia a sedere insieme ai giocatori e non in piedi e di fianco a te come se lui si chiamasse fuori. ma conoscendo lo scaltro personaggino, te lo ritroverai alla tua dx un pochino indietro a far finta di nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Gasgas - 1 mese fa

    L’inesorabile legge non scritta del calcio: le minestre riscaldate non vanno bene. Prade’, Montella e Badelj dovevano restare dove erano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. glover_3713546 - 1 mese fa

    Per lo meno Pradè ci mette sempre la faccia dopo le sconfitte, al contrario del patronno salentino… che scappava

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 1 mese fa

      cinque pere. L’ultima volta che un DS ha preso cinque pere, due mesi dopo arrivava una nuova gestione e venivano venduti tutti i giocatori. Sai a chi era successo l’ultima volta? Proprio al tuo amico patronno … e arrivò Pradè … cinque pere e tanta tanta vergogna. Come oggi. Il pallone oggi era quello bianco o quello giallo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. glover_3713546 - 1 mese fa

    4 anni di Pradè a Firenze e 4 anni in Europa, a grandi livelli…i numeri parlano chiaro… intanto siamo ottavi in classifica e non diciasettesimi come lo scorso anno.
    Respirate forte,… con Pradè sono tranquillo che costruirà una grande squadra, con il vostro amico pugliese non lo ero…e giustamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lk - 1 mese fa

      Quella fu opera di Macia, non di Pradè

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. I' Mastica - 1 mese fa

      C’erano ma dei budget incredibili sai!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ViolaLuke - 1 mese fa

      Quella squadra l’ha fatta Macia non Pradè.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. mastice67 - 1 mese fa

    Torna Roma!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. vecchio briga - 1 mese fa

    C’è poco da fare, senza Ribery si vale poco, con tutte le attenuanti legate al poco tempo per fare il mercato, mancano sicuramente una mezzala che corre e poi mancano le alternative. Chiesa non è lui, sarebbe da capire se è perché voleva andare via o perché è fuori ruolo. Comunque, a Verona torna Ribery, io gli metterei Vlahovic accanto. Forza Violaaaa!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Masai - 1 mese fa

    Dimettiti! Sui scandaloso e basta! Senza idee e senza la forza di scommettere….negli lì usati sicuri affila badelj belli si….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. giac - 1 mese fa

    ma scusate, il vs. compito è prepararsi la settimana per dare tutto la domenica, non avete altro da fare, volete prenderci per il culo o volete solo pararvelo. spero che rocco cacci subito lei e il suo amico montella i veri responsabili di giornate cosi magre. alla televisione credevo di aver attivato la moviola!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Up The Violets - 1 mese fa

    In effetti una cosa su come costruire il futuro è già chiara:

    SENZA DI TE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gio viola - 1 mese fa

      Certo che ogni tuo commento è da fenomeno

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Up The Violets - 1 mese fa

        Dai, non piangere. Passerà, tranquillo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-2073653 - 1 mese fa

      Certo, ripigliamo il mago del Salento…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. simuan - 1 mese fa

    …bla, bla bla…dimettiti e basta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 1 mese fa

      Giusto, ripigliamo Corvino, che stranamente è sempre libero… così con due/tre operazioni a gennaio, un portiere e magari un tecnico tipo Cavasin, magari riusciamo a retrocedere!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy