Più che “fast”, è corsa contro il tempo: le tappe previste per il centro sportivo e la fretta di Commisso

Più che “fast”, è corsa contro il tempo: le tappe previste per il centro sportivo e la fretta di Commisso

L’inizio dei lavori è fissato per settembre 2020, ma si punta ad anticiparlo di 3-4 mesi. Tra meno di due anni i primi allenamenti?

di Simone Bargellini, @SimBarg

Il motto è sempre quello ed è anche stampato sui teloni del cantiere del centro sportivo: “fast, fast, fast”. Rocco Commisso ha fretta e vuole bruciare i tempi per la realizzazione del progetto presentato oggi. La tabella di marcia, seguendo tutti gli iter amministrativi del caso, prevede l’inizio dei lavori più grossi a settembre 2020. Ma il presidente della Fiorentina spinge per anticipare questa scadenza e il sindaco di Bagno a Ripoli ha promesso impegno (LEGGI QUI). “Siamo fiduciosi che si possa iniziare già a giugno” ha rincarato la dose l’architetto Casamonti, responsabile dei lavori. A quando l’inaugurazione? “Settembre 2021” ha sentenziato Commisso, senza che nessuno in sala osasse contraddirlo. Appena 12-15 mesi di lavori, dunque, per un progetto enorme e un investimento complessivo stimato in circa 70 milioni. Più che “fast” insomma: se tutto andrà come annunciato sarebbero numeri da record, almeno per gli standard italiani. IL MESSAGGIO DI ROCCO A NARDELLA: “SPERO CHE ABBIA CAPITO…”

Commisso “Investimento da 70mln, per Mediacom ho speso la metà. Ora aspetto risposte da Firenze”

Arch. Casamonti: “Fast, ma anche Well. Tottenham e Real Madrid nostri modelli”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy