Pillon: “Il calcio non è materia per scienziati. Sottil una promessa da tenersi stretta”

Pillon: “Il calcio non è materia per scienziati. Sottil una promessa da tenersi stretta”

L’allenatore ha avuto modo di allenare Sottil nella sua esperienza a Pescara, la scorsa stagione

di Redazione VN

Giuseppe Pillon ha avuto modo di allenare Riccardo Sottil, nella passata stagione, a Pescara. Con lui il giovane prodotto del vivaio viola ha avuto un gran rendimento, nella sua esperienza in biancazzurro. Queste le parole dell’allenatore, intervenuto nel corso del Pentasport:

Con me a Pescara già faceva vedere le sue doti, la Fiorentina con questo rinnovo dimostra di credere in lui. Credo che possa andare a giocare per fare un’ulteriore passo in avanti nella sua maturità calcistica. Per fare calcio non si deve essere scienziati, più è semplice e meglio è. Iachini è stato bravo perché ha portato semplicità, normalità che serviva all’ambiente. Con il Bologna ha pareggiato una partita già vinta. Con la SPAL ha fatto una partita scialba, ma ha vinto. E questo conta, la vittoria fa la differenza e porta morale. Col Napoli ho visto una squadra grintosa, ben messa in campo, pronta ad aggredire e con idee. Il Genoa sta vivendo una situazione non facile, in Serie A non è mai facile risalire la china. Giocare con l’ansia di vincere a tutti i costi crea tensione, in questo Nicola deve essere bravo.

 

Verso il Genoa: Cutrone rifiata? È corsa a due per sostituire Dalbert…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy