Pezzella: “La paura più grande? Svegliarsi e non poter respirare. Ma ora è tutto alle spalle”

Pezzella: “La paura più grande? Svegliarsi e non poter respirare. Ma ora è tutto alle spalle”

Il capitano viola ha parlato al quotidiano argentino Olé

di Redazione VN
Pezzella

Il capitano della Viola, German Pezzella, ha parlato al quotidiano argentino Olé riguardo alla sua esperienza legata al Coronavirus, esperienza che per fortuna adesso si è messo alle spalle.

Ho cercato di mantenere calma e tranquillità in quei giorni, anche per trasmettere una certa serenità quando sentivo la mia famiglia. Certo, dentro di me, avevo un po’ paura. Mi chiedevo: e se domani mi sveglio e non riesco a respirare? Per fortuna adesso è tutto passato, ed ovviamente una volta arrivato il responso positivo ero molto felice. Io e gli altri due giocatori colpiti (Vlahovic e Cutrone, n.d.r.) abbiamo avuto sintomi differenti. Dove abbiamo preso il virus? Non ci sono molte alternative, visto che già prima evitavamo al massimo gli spostamenti: o all’interno del club oppure al supermercato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy