Pezzella: “E’ stata dura, per fortuna che c’è il mate. Il mio idolo? Ayala”

Pezzella: “E’ stata dura, per fortuna che c’è il mate. Il mio idolo? Ayala”

Il capitano della Fiorentina torna sulla positività al coronavirus e parla delle sue speranze per il futuro

di Redazione VN

German Pezzella aggiorna la sua situazione attraverso i canali ufficiali della Fiorentina: “Quando ho saputo di essere positivo al coronavirus non è stato semplice, anche perchè mia moglie e la mia famiglia sono lontani. I medici della Fiorentina mi hanno raccomandato di stare a riposo almeno per una settimana, poi ho ripreso ad allenarmi piano piano e ora sto lavorando duro per farmi trovare pronto quando ci sarà la ripresa. Ringrazio tutti per l’affetto che mi hanno dato. Ho sentito quasi tutti i giorni anche Rocco, i miei compagni e lo staff. Cosa ho fatto nel lockdown? Ho letto, studiato, guardato serie… e bevuto tanto mate che per noi argentini è importante. Ringrazio tutti i medici che stanno facendo un grande sforzo, ognuno di noi deve fare la sua parte restando a casa e magari partecipare alla raccolta fondi Forza e Cuore. Il mio primo auspicio è quello di tornare ad una vita normale”. Poi sui temi di calcio Pezzella dice: “Ho sempre voluto fare il difensore fin da piccolo. Mi sarebbe piaciuto giocare insieme ad Ayala, uno dei più forti difensori argentini, da piccolo è stato un mio idolo”. E nel suo 11 ideale dell’Argentina, indovinate chi schiera come centravanti… Guarda il video qui sopra.

Pezzella su Astori: “Mi è rimasto sulla pelle. Portiamo avanti i suoi valori”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy