Pasqual: “Ricordiamoci che la squadra è stata rinnovata. Tra il primo Montella e quello di adesso…”

Altre parole dell’ex capitano

di Federico Targetti, @fedetarge

Presente alla cena di Natale delle Glorie Viola, Manuel Pasqual ha così parlato ai media presenti:

“Penso che dopo 11 anni posso far parte delle Glorie Viola, anche se cerco sempre una squadra e sono sul filo del rasoio tra giocare e smettere. Voglio solo andare in un posto per divertirmi, non per soldi; per non chiudere la carriera con la retrocessione ad Empoli. Penso di essere stato fortunato per aver giocato fino a 37 anni.

La Fiorentina non sta passando un bel momento ma penso che la personalità di alcuni giocatori possa aiutare la squadra a venirne fuori. Faccio l’in bocca al lupo per un rientro veloce a Pezzella, ma ci sono Badelj, Caceres e lo stesso Castrovilli, anche se non è molto che gioca in serie A. E’ ovvio che ci si aspettasse di più dopo le belle prestazioni del ciclo positivo, ma ricordiamoci sempre che la squadra è stata rinnovata.

Montella bis? Non so se sia cambiato anche lui, il primo aveva una grandissima squadra, creata nel ritiro e che si è amalgamata velocemente. Non c’erano inoltre tormentoni che destabilizzassero lo spogliatoio. Il Centro Sportivo è qualcosa in più che dai perché tutti si allenano insieme e i giovani vedono il comportamento dei grandi. La cosa bizzarra è che il presidente in 4 mesi ha già messo i paletti per centro sportivo e velocizza per lo stadio. Ben venga per Firenze e la Fiorentina, anche perché i tifosi vedranno la gara al coperto almeno.

Liverani? Il Lecce lo rispecchia, giocava sempre la palla e non la buttava mai. Mi sta stupendo perché fa vedere un gran calcio. Non sarà una sfida facile. Il mio ricordo più bello? La sfida con il Liverpool, visto che cade in questo periodo.

VIDEO VN – Pasqual: “Chiesa può zittire i mugugni giocando”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy