Padova, Santini: “Una gioia segnare nello stadio di Batistuta. Abbiamo visto 25′ di gara in un garage”

L’ex viola Santini, autore di un gol in rovesciata alla Fiorentina, si racconta

di Redazione VN

Queste le dichiarazioni di Claudio Santini il giorno dopo il bellissimo gol segnato in Coppa Italia a Firenze contro la Fiorentina. Santini ha un passato nelle giovanili della Fiorentina. Le sue parole riportate da Padovagoal.it:

“Siamo in un periodo storico un po’ difficile, questa partita per noi è stata particolare, ci sono stati problemi con i tamponi e alcuni risultati sono arrivati con la partita già iniziati. I primi minuti li abbiamo visti da un garage al Franchi, in attesa dei risultati che sono arrivati attorno al 25′ del primo tempo. Il risultato non è venuto ma la prestazione sì. C’era paura di essere stati contagiati e di essere positivi, conviviamo e siamo a stretto contatto fra di noi, dormiamo e mangiamo insieme. Quando viene fuori un possibile positivo inizi a pensare quando ci sei stato a contatto o quando ci sei stato vicino. Nel primo tempo abbiamo risentito di questa situazione. Il primo tempo l’abbiamo visto e vissuto poco. Siamo entrati in panchina a un quarto d’ora dalla fine del parziale, ma nella ripresa ho visto cose molto positive in campo e si aveva la sensazione di non essere due categorie più in basso. Avremmo potuto pareggiarla, ma va bene anche così. I tre il cui tampone era risultato positivo stanno tutti bene, l’augurio è che siano falsi positivi oltre ad essere asintomatici. Mandorlini ha fatto la formazione assieme alla società, c’erano 24 positivi disponibili e i tamponi sono arrivati man mano, 12 di questi sarebbero dovuti arrivare attorno alle 17.30. Alcuni tamponi hanno tardato di una ventina di minuti. Qualche giocatore in più in panchina avrebbe potuto far comodo, ma per fortuna alla fine è andato tutto bene.

E’ stato bellissimo segnare al Franchi, è un’emozione che riesco a descrivere male, se la partita fosse stata a porte aperte la sensazione sarebbe stata ancora più bella. Segnare dove ha segnato Batistuta è stato incredibile, ho iniziato a giocare guardandolo come un ragazzino che voleva provare a imitarlo. Ho giocato con compagni di squadra fortissimi che hanno fatto percorsi importanti. Sono orgoglioso di aver fatto quello che ho fatto, con un po’ di fortuna e fiducia in più avrei potuto esordire anche in Serie A. Firenze la reputo la mia città, la adoro come città”.

GERMOGLI PH: 28 OTTOBRE 2020 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI COPPA ITALIA FIORENTINA VS PADOVA NELLA FOTO IGOR
1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TintaUnita - 4 settimane fa

    Complimenti a Santini per il gesto tecnico, veramente pregevole.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy