Nardella e Giani ricordano Parigi: “Firenze perde una voce amatissima e inconfondibile”

Nardella e Giani ricordano Parigi: “Firenze perde una voce amatissima e inconfondibile”

Anche il sindaco e il presidente del Consiglio Regionale dedicano un pensiero alla voce viola

di Redazione VN

“Firenze perde una voce amatissima e inconfondibile. Narciso Parigi ha legato il proprio nome alla città e al suo cuore viola”. Lo afferma il sindaco di Firenze, Dario Nardella, appresa la notizia della scomparsa del cantante fiorentino. ”Il 29 novembre scorso 2017, nel giorno del suo 90esimo compleanno – ricorda il sindaco – decidemmo di fargli come regalo il Fiorino d’oro della città, la massima onorificenza di Firenze. Parigi è un fiorentino doc e un cantante amato non solo nella sua città ma anche all’estero, negli Stati Uniti, dove è stato ambasciatore della migliore tradizione musicale italiana. Ogni volta che veniva allo stadio – aggiunge Nardella – tutti i tifosi gli facevano sentire il loro affetto e lui non risparmiava mai il suo sostegno e tutto il tifo di cui capace”. (Adnkronos)

Italpress riporta le parole di Eugenio Giani, presidente del Consiglio Regionale toscano: “Ritengo che Narciso Parigi sia un simbolo di Firenze e della Toscana, ma anche della internazionalità dei valori che la Toscana e Firenze hanno sempre espresso. Avevo con lui un rapporto particolare di straordinaria e profonda amicizia. Era una straordinaria figura umana, un testimone e un ambasciatore della Toscana e di Firenze. Un uomo buono e profondo, un simbolo di Firenze e della toscanità, ma contemporaneamente anche un uomo molto acuto che sapeva andare al sodo delle cose e sapeva esprimere fino in fondo i valori più profondi e autentici della nostra terra”.

Scomparsa Parigi, un minuto di raccoglimento e Fiorentina col lutto al braccio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy