Montella e… quei bravi ragazzi

Montella e la Fiorentina, un gruppo di bravi ragazzi che deve tirare fuori il carattere

di Redazione VN

Sensibili, bravi, perbene. Le qualità perfette, se sei babbo e vuoi far maritare tua figlia. Nel calcio invece un po’ di carattere e la giusta sfrontatezza possono diventare armi letali. Nei primi dieci giorni da nuovo allenatore viola, Montella ha misurato lo spessore umano dei suoi giocatori. Ne ha conosciuto il carattere e l’approccio alle partite in questo momento di difficoltà. Così si è reso conto che dal prossimo mercato servirà qualche giocatore più sfacciato, qualcuno che nelle difficoltà sappia stimolare gli altri a dare il massimo.

Tra una settimana a Bergamo i viola si giocano la stagione. Sarà una partita da affrontare con abilità, con strategia. Vietato ogni assalto improvviso, all’arma bianca. Può bastare anche un gol nel finale. Prima di quell’impegno c’è la sfida in casa della Juventus. Che, con un pareggio diverrebbe campione d’Italia. La Fiorentina naviga nel grigiore in classifica, anche un’impresa non cambierebbe nulla. A livello mentale però potrebbe essere una grande chance per aumentare la propria autostima. Per questo Montella ha chiesto ai suoi di lasciare fuori la paura. Sabato sarà tempo di prove generali, a Bergamo il carattere dovrà emergere fuori. Perché non è scritto che abbia ragione il Manzoni. A volte il coraggio, se non si ha, si può provare a darselo da soli.

Violanews consiglia

Calamai: “Montella sa usare parole, qualcun altro no. Ajax? Mi ha detto che la sua Fiorentina…”

Il coreano Son come Cuadrado alla Fiorentina: “Sono squalificato? Non lo sapevo”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bianco - 2 anni fa

    finalmente un articolo come si deve senza prlare di cessioni prezzi di mercato e cosi via

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy