“Meglio un giorno da leoni o cento da pecora?”. Vittorio riaccende il dibattito

“Meglio un giorno da leoni o cento da pecora?”. Vittorio riaccende il dibattito

Le parole di Vittorio Cecchi Gori stanno facendo discutere. Normale e legittimo. L’ex presidente viola ha riacceso un dibattito annoso. Da che parte state?

di Stefano Niccoli, @stefanoniccoli3

Un tuffo nel passato. In un soleggiato lunedì mattina di inizio primavera, Vittorio Cecchi Gori è tornato, a sorpresa, allo stadio Artemio Franchi dove non metteva piede da quasi venti anni. Nella sua vecchia casa girerà alcune scene del docufilm sulla sua vita. Vispo e pimpante, l’ex presidente viola ha analizzato con lucidità passato e presente: dallo scudetto mancato a Batistuta, dalla Coppa Italia allo smacco per Thuram, passando per Federico Chiesa e la Fiorentina attuale.

La visita di Vittorio ha fatto e sta facendo discutere. Normale e legittimo. “Oltre al portafoglio, io ci mettevo il cuore“: è questa la frase più dibattuta fra i tifosi. Da una parte la passione e l’irrazionalità – anche troppa – dell’ex numero uno gigliato, dall’altra la logica e l’attenzione ai conti dei fratelli Della Valle e dei loro uomini di fiducia. C’è chi lo ringrazia per le tre coppe vinte. Chi, invece, lo accusa per aver portato la Fiorentina al fallimento. Il presidente ideale sarebbe il mix tra Andrea, Diego e Vittorio, ma nella vita non si può avere tutto.

Cecchi Gori ha riacceso un dibattito annoso, dal titolo “Meglio un giorno da leoni o cento da pecora?“.
Voi da che parte state? Commentate.

 

34 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. VioletDreams - 3 mesi fa

    Avessimo vinto quello scudetto nel 1999 il giudizio sarebbe stato diverso, ma per come sono andate le cose vanno messe sul piatto della bilancia 2 coppe Italia e 1 supercoppa con 2 retrocessioni e un fallimento. Se vi pare un bilancio soddisfacente, contenti voi.
    Batistuta e Rui Costa non si discutono, ma io pure con Toni, Mutu, Gilardino mi sono divertito non poco. Gli scudetti ormai li vincono la Juve e le Milanesi, dal 2002 in poi, se non lo avete notato. Le altre restano a bocca asciutta come noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ganesh - 3 mesi fa

    Sante parole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-2073653 - 3 mesi fa

    Se il giorno da leoni ha le conseguenze che abbiamo visto, anche no, il problema è che adesso non viviamo neanche da pecore, adesso è tanto se esistiamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bernard - 3 mesi fa

      Ma un 7 – 1 rifilato alla Roma , per di piu’ in diretta TV RAI in prima serata , l ‘ hai mai visto da quando tifi Fiorentina ? Ti sei sentito una pecora quella sera ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. STEFANO - 3 mesi fa

    MA STIAMO SCHERZANDO? STATE FACENDO UNA CAMPAGNA ANTIDELLAVALLIANA DISGUSTOSA. MEGLIO VIVERE IN SERIE A TRA LE PRIME 7/8 SQUADRA CHE FINIRE COME QUEL …………..NEL NIENTE PIÙ ASSOLUTO!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 3 mesi fa

      Al momento esserci tra le prime 7/8…disgustoso è l’appecoronamento della gente come te di fronte a chi ci affoga nella mediocrità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. acherus_11958521 - 3 mesi fa

    Si vergogni chi difende questo Buff… Si vede che finire in C2 e vedere sparire il nome Fiorentina è poca cosa per loro. (e sicuro non difendo i Della Valle, cercassero di vendere la società a cifre ragionevoli per davvero e si levassero che han fatto il loro tempo)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ilRegistrato - 3 mesi fa

    Chissà perche tutte le volte che si parla dell’innominabile a me viene da vomitare, infatti oggi mi sono tenuto alla larga dal dito. Io c’ero allo stadio nel gennaio 1993 alla partita contro l’Atalanta. Quando si tornò a casa e si seppe dalla televisione che l’innominabile aveva silurato l’allenatore si rimase tutti di sasso. Io allora ebbi un cattivo presentimento perché la mossa era troppo idiota. Due retrocessioni, un fallimento, e una marea di mosse demenziali (vedi carnevale di Edmundo) confermarono il malaugurato presagio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Unsenepoppiu - 3 mesi fa

    Io non ne potevo piu delle figure a bischero che ci faceva fare all’epoca Vittorio e fu uan triste liberazione quando se ne dovette andare portandoci nel baratro .
    Percio ‘ non lo rimpiango per niente anche se ritengo questi di ora perfino peggiori , aridi , non sanno cosa sia cuore e passione e fanno sempre il passo piu ‘corto della gamba.
    Altra cosa se parliamo di Mario Cecchi Gori , strappato troppo presto , ma potenzialmente il migliore di tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bernard - 3 mesi fa

    Vittorio può certamente mettere piede a Firenze , però il fallimento della Fiorentina rimane una macchia indelebile . Giorno da leoni ? All’ Anfield , contro i Liverpool , lo è sicuramente stato . Sicuramente non ci si può accontentare dell ‘ attuale posizione di classifica ed è giusto chiedere ai Della Valle di allestire una squadra che competa almeno per il sesto posto . Perchè ciò avvenga , occorre acquistare un forte giocatore di centrocampo ( un sostituto all ‘ altezza di Badelj ) e un attaccante esterno che rimpiazzi Bernardeschi . Col flop di Pjaca e con due titolari acerbi come Edimilson e Gerson ( per di più in prestito ) non si poteva pensare di andare oltre i 57 punt fatti l ‘ anno scorso .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user - 3 mesi fa

      bernard ma tu pensi davvero che basti un attaccante esterno e un sostituto di Badelj per entrare in uefa? Poi devi anche essere competitivo in uefa altrimenti fai delle figure barbine…
      Davvero tu pensi questo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bernard - 3 mesi fa

        Con Badelj e Bernardeschi già quest ‘ anno avremmo potuto competere per il sesto posto . E’ chiaro che , una volta conseguita la qualificazione , sara’ necessario poi potenziare la rosa .

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Leonard_21 - 3 mesi fa

    Vcg non si rovino con la bella vita né per la fiorentina ( che falli per 25 miliardi avendo in rosa un valore ben superiore). Vcg fu messo in mezzo da quelli della politica che dopo averlo spinto a investire nelle tv gliele comprarono scambiando i 650 miliardi di valore con azioni seat, poi fatte crollare a un ventesimo del valore…. Ingenuo e incauto ma non si é rovinato col calcio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. L'Omino di Ferro - 3 mesi fa

      Giusto, non si è rovinato con il calcio a Firenze, ma ha rovinato il calcio a Firenze.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Julinho - 3 mesi fa

    Beh il soggetto è sempre quello. Del resto va detto che quando dice che ci metteva il cuore è vero, quando dice che apriva il portafoglio anche….. il guaio che non ci metteva la testa. Il grande Marione gli aveva messo alle spalle Luna, conoscendo alla perfezione il figlio. Per Firenze non può certo essere un personaggio da esaltare, perché occorre oltre ai risultati sportivi, certo maggiori di quelli ottenuti dalla Famiglia Della Valle, vedere la fine che abbiamo fatto. 2 retrocessioni e il fallimento con la scomparsa della Fiorentina dal panorama del calcio. Poi lo zafferano in cassaforte, la rovina finanziaria di ogni sua società e non solo della Fiorentina. Un crac colossale, anche favorito dai poteri forti. Altre squadre nelle stesse condizioni della Fiorentina, vedi Roma e Lazio, non hanno subito la stessa sorte. Quindi, per quelli che come me hanno vissuto Vittorio e la sua umoralità e che uscito dallo stadio dopo il 6 a 2 al Foggia ha avuto tre giorni la febbre a 40 per il dispiacere, il giudizio sul personaggio è senz’altro ultra negativo. Da stigmatizzare nel modo più fermo. E domandarsi se è meglio vivere un giorno da leoni o cento da pecore è pura fuorviante retorica. E’ corretto vivere nel migliore dei modi ma sempre in modo tale da non finire nel baratro. Nella vita non ci sono solo gli estremi o il bianco e il nero. C’è anche un infinita altra gamma di colori.
    Il mio è il Viola dalla nascita.
    E lasciamo il Sig. Cecchi Gori al suo destino, senza enfatizzare o dare enorme risalato se viene o meno a Firenze. Personalmente non me ne importa proprio nulla. Se vuol venire allo stadio faccia pure, ma in silenzio e senza clamore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Barsineee - 3 mesi fa

    ma avete ragione tutti, Valdemaro (questo è peggio della gramigna, salutami l’Occhio di Sauron!), User, Vecchio Briga, la redazione e tutta la compagnia danzante. I Della Valle devono vendere. Non si può più attendere. Vendere e fare come ha fatto Vittorione vostro. Vendere Chiesa come lui ha venduto Batistuta. Vendere Veretout, Milinkovic, Benassi, Biraghi, Lafont come lui ha venduto Toldo, Rui Costa e tutti gli altri. Presentarsi all’inizio del campionato con ZERO EURO in cassa (più bello sarebbe con una bella Coppa Italia da fregiarsi sulla maglia fino all’ultima giornata), prendere un BELLA RETROCESSIONE SUL CAMPO, farsi denunciare per FALLIMENTO dai giocatori e scendere in un anno solo di due categorie. Tutti i soldi spariti nei fax dalla Colombia e zac … Florentia Viola di NUOVO. Li voglio vedere TUTTI A STRISCIARE CONTRO IL PISA!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user - 3 mesi fa

      Scusa barsine ma chi ha scritto che i DV devono vendere?Sei tu che da qualche tempo ti stai facendo promotore di una campagna perchè vendano i giocatori e conseguentemente vendano poi la Fiorentina a un prezzo più congruo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Valdemaro - 3 mesi fa

    Vittorio 3 trofei e palazzo contro (retrocessione e scudetto rubato nel 2001) + fallimento pilotato dagli allora poteri forti

    Della Valle 0 trofei e squalifica calciopoli (altri poteri forti contro di noi).

    Riflessione: il calcio in Italia ha credibilità zero ma almeno vittorione qualcosa in bacheca ha messo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. johan14 - 3 mesi fa

    Guarda quante pecore c’è a Firenze. Caro ToniManero, l’umiliazione non è stata chiamarsi Florentia Viola o aver giocato in C2. L’umiliazione è essere adesso il supermercato dei club più ricchi e potenti. Personalmente io sto continuando ad andare allo stadio solo per abitudine (a proposito, te ToniManero ci vai?). Meglio un giorno da Leone. Tutta la vita. TUTTA LA VITA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Barsineee - 3 mesi fa

      te lo ricordi Fiorentina Foggia? 6 a 2 !!! Un GIORNO DA LEONI … Io c’ero … tu?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. johan14 - 3 mesi fa

        Certo che c’ero. Era il mio compleanno. Appunto. Hai ragione. Quello è stato un giorno da pecore. Ne vorrei mille (non cento) come quello, pur di vedere il terzo scudetto. Te?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. bati - 3 mesi fa

    Io mi sforzerei di stare dalla parte delle persone intelligenti. Se per qualcuno può essere normale o avere un senso incenerire un impero industriale da 2000 miliardi di lire (1000 milioni di euro), mettere dipendenti e famiglie per strada, per assecondare vanità personale e sogni di una tifoseria fate voi. Io col piffero che lo farei e mi sembra surreale che persone di equilibrio mentale possano sollecitare qualche forma di dubbio al riguardo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13996626 - 3 mesi fa

    Rimpiango Cecchi Gori ci ha fatto divertire con tanti campioni che non ha ceduto finché ha potuto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Fosterdato - 3 mesi fa

    Più che un giorno da leone, la gestione Cecchi Gori la paragonerei a un tizio che si vende la casa, sperpera tutti i soldi in 2 o 3 mesi di bella vita e alla fine si ritrova a dormire sotto i ponti… non scherziamo, le 2 retrocessioni e il fallimento in pochi anni sono una ferita indelebile, impossibile da rimarginare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Nicco - 3 mesi fa

    Io mi vergognerei solo a farlo rientrare allo stadio, questo individuo ci ha fatto fallire raccontandoci in monte di cazzate, ha preso per il culo tutta Firenze tifosi e giornalisti e voi state anche ad aspettarlo fuori. Indifferenza totale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 3 mesi fa

      i like sono lo specchio delle teste di questo paese. Questo paese sappiamo tutti in che condizioni si trovi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Ghibellino viola - 3 mesi fa

    Non scherziamo nemmeno. Oltretutto la media dei piazzamenti in campionato nell’era Cecchi gori è peggiore di quella dell’era dei della valle. Sono vecchio, per me parlare di giorni da leone vuol dire parlare di scudetto. Lasciamo perdere Vittorio che è meglio (come diceva il puffo)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. ursusminimus - 3 mesi fa

    dibattitone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Marco Chianti - 3 mesi fa

    Io vorrei che i Della Valle vendessero la Fiorentina. Questo desiderio lo ho avuto anche per Cecchi Gori a suo tempo. Ora è il loro momento: il tempo è scaduto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. TonyManero - 3 mesi fa

    Due retrocessioni, 70 miliardi rubati, un fallimento, l’umiliazione di doversi chiamare Florentia Viola.
    E c’è qualcuno che lo rimpiange? E’ proprio vero che questo paese non ha memoria.
    Se fosse per me il buon Vittorio a Firenze dovrebbe rimettere piede solo per andare al cimitero dai genitori, possibilmente in silenzio, meglio se di nascosto.
    Ha distrutto la mia Fiorentina, perché da quell’estate del 2002 niente è più stato come prima.
    VERGOGNA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. user - 3 mesi fa

    Grande Vittorio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati - 3 mesi fa

      ti sei dimenticato il relativo e meritato aggettivo dopo il grande.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. user - 3 mesi fa

        Mettilo pure tu.Avrai la paternità della tua frase,lo prometto…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Barsineee - 3 mesi fa

    Tu ci mettevi IL NASO … altro che il CUORE. Due retrocessioni sul campo e cancellazione dal calcio professionistico. Ecco il DOCUFILM che dovrebbero fare. Ti sei venduto anche la mamma pur di avere scorte e scorte di farina (non era farina?) e poi hai trascinato la Fiorentina nel fango. Tu a Firenze non dovresti mai METTERE PIEDE. Indegno quaquaraquaa …

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy