Lo Monaco: “Fiorentina, troppe incognite, il ridimensionamento è certo”

Lo Monaco: “Fiorentina, troppe incognite, il ridimensionamento è certo”

Il parere del dirigente del Catania

di Redazione VN

Pietro Lo Monaco – esperto dirigente e attuale AD del Catania – che conosce molto bene Pantaleo Corvino, è intervenuto a Radio Blu: “Preoccupazione normale a Firenze. Stanno andando via giocatori certi e stanno arrivando profili che non convincono. Inevitabilmente qualcosa si è portati a soffrirla. Non è semplice rimpiazzare quelli che sono partiti o stanno partendo. In questa situazione il ridimensionamento per la Fiorentina è certo. Penso faccia parte della strategia aziendale. Quando si spendono 4-5 milioni significa che non è un investimento al buio, ma si tratta di calciatori che nel loro Paese hanno già un loro background. Se dovessero andare via anche Bernardeschi e Kalinic non so cosa possa venire fuori”.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13478585 - 3 anni fa

    parole di un direttore sportivo che ha vinto tanto e con grandi squadre! ma fatela finita di andare a chiedere commenti su Fiorentina a personaggi che ormai non sono considerati più da nessuno se non da voi perché criticano la società! Vaia !Vaia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-2073653 - 3 anni fa

      Perché Corvino che ha vinto?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SangueViola - 3 anni fa

    parla uno che di ridimensionamenti se ne intende eccome.
    Da squadra sorpresa della serie A, alla Lega Pro.

    Ma perché i giornalisti fiorentini si ostinano ad intervistare certa gente che vuole solo gettare benzina sul fuoco sulla situazione viola, magari imbeccati da procuratori compiacenti?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele - 3 anni fa

      Guarda che lo monaco era a catania dal 2006 al 2012 cioè i migliori anni del catania in serie A, ha portato in seria A vargas, bizzarri, silvestre, martinez, bergessio, andujar, maxi lopez, non fenomeni ma sicuramnete buoni giocatori comprati a pochissimo da semi sconosciuti e rivenduti al triplo, ma il periodo migliore della sua carrira l’ha avuto a palermo dove c’è stato due anni dal 2012 al 2014 scoprendo giocatori come dybala e vasquez, a catania c’è tornato la scorsa stagione dopo che sono falliti facendo una scelta di cuore per aiutarli a ritornare in campionati migliori, non sarà un palmares da fenomeno ma nemmeno tanto peggio di corvino, non mi risulta che corvino abbia scoperto mai un calciatore del calibro di dybala, il giocatore più forte che ha scoperto corvino è jovetic e non è all’altezza di dybala, questo giusto per dire che prima di criticare qualcuno dovreste informarvi e non sparare sempre a zero per il gusto di farlo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Daniele - 3 anni fa

        Detto questo io mi trovo pienamente daccordo con quanto detto da lo monaco

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. user-2073653 - 3 anni fa

      Vai a spiegarlo a sangueviola…il sangue sarà anche Viola, ma il resto pare di Vernole!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SangueViola - 3 anni fa

        Magari fossi di Vernole, almeno adesso sarei vicino ai mare di’ Salento, invece che sta qui a bollire 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy