Prandelli: “Domani a viso aperto, ma non tralasceremo la difesa. Castrovilli deve trovare maturità”

Domani la sfida di Coppa Italia al Franchi

di Federico Targetti, @fedetarge
Prandelli

Cesare Prandelli prende la parola per rispondere alle domande sulla partita di domani, ottavo di finale di Coppa Italia [CLICCA]  tra Fiorentina e Inter. Di seguito le sue parole, riportate in diretta:

Se sento la squadra più mia? Ho cercato di trasmettere quel che pensavo e vedevo, spesso si dice che la Fiorentina non è da lotta per non retrocedere, ma io devo essere pragmatico. Di positivo c’è che ci siamo sporcati, con voglia e determinazione di fare risultato. Dobbiamo migliorare, ma lo spirito giusto è questo

La partita di domani? Ci teniamo molto, non deve essere un fastidio. Chi scenderà in campo dovrà mettere in difficoltà una grandissima squadra, giocando anche a viso aperto. Fra un’ora faremo un briefing per capire chi ha recuperato e chi no.

Conte? Ognuno gestisce rosa e rapporti coi dirigenti come preferisce. Giocheremo a viso aperto ma non vuol dire che tralasceremo la difesa. Quando avremo la palla cercheremo di far correre una grande squadra. Non è una rivincita delle semifinali del 2010. Sul gol col Cagliari devo dire che ho lavorato molto con i ragazzi sull’attacco della profondità coi tempi giusti, Callejon lo conosciamo, Vlahovic ha fatto un movimento da attaccante vero.

Coppa Italia? Tutti vogliono passare il turno, sono partite importantissime e nessuno la snobberà. L’Inter l’ho vista in difficoltà all’inizio con la Roma, ma poi ha proposto un calcio spettacolare. Molte gare sono dettate dalla poca continuità, ci sono più partite in una.

Domani gioca Terracciano, abbiamo iniziato così e continuiamo, Pietro è un giocatore affidabile e interessante, gioca lui. Callejon? Esasperarne le qualità ci ha costretti a ridisegnare il centrocampo, ma se il rendimento è questo allora è la cosa giusta da fare. Ribery con lui? Ne parleremo al suo rientro.

Vlahovic? Alla base sta la motivazione. Tutti i miei collaboratori hanno compiti precisi, Buso sta facendo un gran lavoro così come tutti per aiutare Dusan e gli altri. I giovani sono delle spugne, hanno voglia di imparare.

La continuità si ha solo attraverso le prestazioni, io voglio ottenerla assolutamente. L’Inter è una delle tre squadre più attrezzate per vincere il campionato. Lukaku lo anticipi difficilmente, ha una progressione devastante.

Castrovilli? Può giocare in entrambi i ruoli, trequarti e mediano, ma deve capire i tempi di gioco in base alla posizione. Potenzialmente è molto forte e può fare sia la mezzala sia il trequartista, ma deve trovare la sicurezza e la maturità che un giocatore che punta alla Nazionale deve avere.

Kouamé è un ragazzo serio, non gli si può rimproverare nulla. Insisto molto sul primo controllo e sulla freddezza, se giocherà sarà una scelta meritata da parte sua. Ci sono pochi giocatori che a vent’anni erano fortissimi, io ricordo solo Adriano al Parma. Su Vlahovic dobbiamo mantenere equilibrio, poche settimane fa c’erano dubbi e ora sembra indispensabile, ma non è così. La società avrà avuto contatti con chi lo segue per capire quale possa essere il suo futuro, ma noi non ci faremo prendere per i capelli; siamo la Fiorentina, ci dobbiamo far rispettare.

L’Inter è una squadra molto fisica, dobbiamo stare attenti alle marcature. Non vedo crisi nel mondo Inter, la Roma è anch’essa una grande squadra e ci sta non metterla sotto in alcuni frangenti della gara. Possiamo provarci anche noi.

Bonaventura? Nessun problema dal punto di vista tattico, contro il Genoa il gol gli è stato annullato e domenica Cragno gli ha negato la rete. Attacca l’area con grande convinzione”.

Clicca per consultare il tabellone del torneo

GERMOGLI PH 10 GENNAIO 2020 CAMPIONATO SERIE A DI CALCIO STADIO ARTEMIO FRANCHI FIORENTINA VS CAGLIARI NELLA FOTO PRANDELLI
10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Lallero - 2 settimane fa

    MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN MAN

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lallero - 2 settimane fa

      4 ignoranti…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. purplerain - 2 settimane fa

    Passare il turno sarebbe una goduria doppia, specialmente contro parrucchino che non fa altro che lamentarsi dei suoi giocatori e del mercato, lo trovo irritante e irrispettoso, dopo l’uscita della champions avrebbe proprio bisogno dell’ennesimo bagno di umiltà!
    FORZA RAGAZZI!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Superviola - 2 settimane fa

    Castrovilli deve semplicemente imparare a passare il pallone e capire che il calcio è uno sport di squadra e non di singoli giocatori.
    Fatto il primo dribbling, che gli riesce quasi sempre, deve passare subito il pallone, vedere il gioco dei compagni di reparto e impostare la manovra di attacco.
    Invece spesso si intestardisce con dribbling e controdribbling che non portano a niente e rallentano la nostra manovra che già e’ lenta di suo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. iG - 2 settimane fa

    La trovi in panchina la maturità castrovilli, adesso bonaventura gli è superiore e sicuramente porta molto più ordine e tattica a centrocampo
    Il centrocampo sia valero davanti alla difesa e amrabat d bonaventura mezzali

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SoloLaViola - 2 settimane fa

    Praticamente ha detto che Vlahovic ha già iniziato a pensare ad altre squadre. Ha sicuramente chiesto un botto di soldi per il rinnovo sapendo che ci sono altri pronti a metterlo sotto contratto a zero.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. plcapi - 2 settimane fa

      Prima di prenderlo a zero devono aspettare un bel po’: ha comunque un contratto fino al 2023.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. purplerain - 2 settimane fa

      Dipende per te quanto sono “un botto di soldi”, attualmente se non ricordo male è sotto il milione o vicino, Franco e Callejon sono gli unici due della rosa a percepire più di 2 milioni di euro, forse la media degli stipendi è un po’ troppo bassa, ma se chiedesse 2 milioni non mi stupirei, come non mi stupirei se la stessa richiesta venisse avanzata da Milenkovic o da Castrovilli. Il calcio delle bandiere è (purtroppo per noi) finito da un pezzo, oggi comanda il soldo, se paghi bene il giocatore rimane, se paghi poco e riceve offerte più remunerative altrove cerca di andarsene, quindi se l’ambizione è quella di tornare ad essere un club da prima fascia credo sia indispensabile anche entrare nell’ottica che gli stipendi devono alzarsi, complessivamente percepivano di più nel 2014… E non mi va di affrontare il discorso Atalanta, quello è stato un mix di investimenti andati bene e giocatori perfettamente funzionali al sistema di gioco da adottare, discorso che non può essere fatto con una squadra che in un solo anno ha cambiato 3 allenatori.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Viola-in-rete - 2 settimane fa

    Massima fiducia in mister Pirandello e soprattutto grande stima per le sue parole su Vlahovic: “Dobbiamo mantenere equilibrio, poche settimane fa c’erano dubbi e ora sembra indispensabile, ma non è così. La società avrà avuto contatti con chi lo segue per capire quale possa essere il suo futuro, ma noi non ci faremo prendere per i capelli; siamo la Fiorentina, ci dobbiamo far rispettare.”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Viola-in-rete - 2 settimane fa

      Ovviamente intendevo scrivere “mister Prandelli”, non “mister Pirandello”, ma il mio correttore automatico evidentemente ha pensato stessi parlando di letteratura. Se lo avesse scritto Pirandello, quel passaggio su Vlahovic, probabilmente lo avrebbe espresso con parole diverse ma contenuto simile: “Uno, nessuno e centomila”! 😀

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy