Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

parla il mister

Italiano: “Salernitana affamata, lo saremo anche noi. Ecco come stanno Odri e Jack”

Italiano: “Salernitana affamata, lo saremo anche noi. Ecco come stanno Odri e Jack”

Vincenzo Italiano presenta così la delicata sfida dell'Arechi

Redazione VN

Vincenzo Italiano presenta la gara contro i granata di Davide Nicola.  Il tecnico gigliato interviene in conferenza stampa, alla vigilia di Salernitana-Fiorentina, sfida d'importanza capitale per continuare nella rincorsa europea:

Sulla delusione in Coppa Italia: "Ripartiamo con le nostre certezze, con quello che stiamo proponendo ultimamente, che mi piace e che abbiamo fatto anche a Torino, poi gli episodi non ci hanno aiutato. Dobbiamo continuare a lavorare e proporre questo tipo di prestazioni, continuando con quello che ci ha permesso di arrivare a Salerno con un obiettivo importante."

Sul centrocampo: "Bonaventura non è al 100%, Castro e Torreira out. Il reparto che sta funzionando bene nell'ultimo periodo perde giocatori importanti, in grande forma. Abbiamo, però, la possibilità di mandare in campo uomini con caratteristiche diverse. Mi auguro di recuperare al più presto Jack, di poterlo schierare nelle prossime gare. Sta accelerando in allenamento, ma ancora non è al meglio. Abbiamo Maleh, Duncan e Amrabat, che deve stare attento essendo diffidato. Nonostante questo saremo sempre noi stessi, andremo a fare la partita".

Sulla partita di domani e Odriozola: "Per me ogni partita è difficilissima, andiamo in un campo caldissimo con una grande atmosfera. Loro si giocano la vita, dobbiamo andare forti come andranno loro. Dovremmo essere concreti come fatto nelle ultime partite, cercando di evitare di concedere qualche pallone di troppo come contro la Juve. Veniamo da un momento positivo in campionato, stando attenti possiamo fare un'ottima partita. Odriozola sta molto meglio rispetto a Bonaventura però... Lui dice di essere al 100%, sta spingendo. Abbiamo delle partite importanti ravvicinate, vedremo come gestirlo"

Sulla Juventus: "La realtà è che in tre partite non abbiamo fatto un gol. Abbiamo giocato tre grandi partite, mettendo in difficoltà una squadra che fa paura, specialmente in casa. Hanno una struttura difensiva solida, per noi è stato complicato. Penso sia stato fantastico averli messi in difficoltà, ma se non abbiamo segnato significa che non siamo pronti a fare male ad una squadra come la Juve. Abbiamo un'altra occasione all'ultima giornata in cui proveremo almeno a segnare un gol (ride, ndr). Ne usciamo comunque felici per quanto abbiamo proposto."

Sulla "fame" della Salernitana: "Prima del Venezia ho fatto un discorso simile. Sono squadre che arrivano come se fosse l’ultima partita, perdere punti diventa drammatico. Incontreremo una squadra che cercherà di vincere la partita. Poi le qualità fanno la differenza. Troveremo una squadra affamata e col furore ai massimi livelli, dovremo riuscire a pareggiare questo. Domani mi sento di dire che i ragazzi dal punto di vista mentale sono cresciuti. Sono fiducioso, andremo come sempre a fare quello che ci ha contraddistinto quest’anno. Anche noi ci giochiamo qualcosa d’importante”

Sui gol subiti in trasferta: "Djuric, Bonazzoli e tutto i loro attaccanti possono far gol. E' il nostro modo di interpretare la partita che eviterà qualche dispiacere al nostro portiere. In Serie A a questi livelli e con certi calciatori ci può stare di subire gol. A livello di clean sheat non siamo messi male, in queste ultime sei gare dobbiamo essere ermetici e concreti."

Campionato: “La Fiorentina sta facendo un grande lavoro e per farlo diventare un capolavoro dobbiamo fare le ultime sei gare come se fossero le prime. Se le interpretiamo così son convinto che lo possiamo fare. Abbiamo fatto un campionato fantastico per quanto proposto e per i giocatori valorizzati e rimessi a lucido. Per tutti i gol fatti dai nostri centravanti, non possiamo che essere soddisfatti

Sulle possibili novità a centrocampo: “Il variare lo determinano  le caratteristiche dei giocatori. Questo è stato proposto nell’ultima partita. Le nostre certezze rimarranno, quel sistema che ci ha permesso di essere la Fiorentina che tutti hanno apprezzato, dovrà essere proposto. Credo che in queste sei partite sia importante aggrapparsi alle nostre certezze. Sono poi i giocatori che determinano il nostro gioco: per esempio Odriozola ha grandissimo dinamismo e riesce a creare qualcosa di diverso rispetto a Lollo. E’ il calciatore che ti cambia lo sviluppo anche nello stesso ruolo."

Su Sottil:Ha potenzialità enormi. E’ un ragazzo giovane e lavora bene. Talvolta parte dall’inizio e fa bene, altre entra e determina, vedi Cagliari. Ha qualità da giocatore importante e prima o poi esploderà in maniera definitiva. Le sue qualità sono enormi e di un giocatore di primissimo livello,

Sull’essere la squadra che concede meno tiri in porta: “Di questo aspetto ne parliamo spesso. La qualità nell’attaccare e nel difendere fanno la differenza. E’ vero che concediamo poco, però magari negli ultimi sedici metri sbagliano qualche lettura di troppo. Alle volte dobbiamo essere più concentrati e attenti su qualche occasione in cui è possibile evitare un gol. Guardate Chiellini che contro di noi è entrato gli ultimi 10’ e ha sparato la palla in tribuna, non dobbiamo vergognarci anche noi a farlo”

**TERMINA LA CONFERENZA DI MISTER ITALIANO**

 NAPLES, ITALY - APRIL 10: Vincenzo Italiano ACF Fiorentina coac during the Serie A match between SSC Napoli v ACF Fiorentina on April 10, 2022 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)
tutte le notizie di