Ceccherini: “Eravamo tesi, la vittoria con l’Empoli ci ha sciolto. Milan? Abbiamo voglia di rivalsa per l’EL tolta”

Ceccherini: “Eravamo tesi, la vittoria con l’Empoli ci ha sciolto. Milan? Abbiamo voglia di rivalsa per l’EL tolta”

Ceccherini parla del momento suo e della Fiorentina verso la sfida di sabato contro il Milan

di Redazione VN

Il difensore della Fiorentina Federico Ceccherini, ospite negli studi di Firenze di Radio Bruno, ha parlato del momento della squadra nel corso del Pentasport rispondendo anche ad alcune domande degli ascoltatori: “Siamo tutti molto contenti, questa vittoria mancava da due mesi e mezzo e c’era malumore. Ci era mancato poco per vincere alcune partite”. Sul suo momento: “All’esordio a Bologna ero molto teso, ma anche con l’Empoli ero teso. Dopo il gol di Krunic eravamo arrabbiati, poi ci siamo sciolti e abbiamo disputato una buona partita. Difesa a tre? Ho giocato anche terzino, ma sono come Milenkovic, di contenimento. Ho cercato di fare quello che mi diceva il mister. Già col Sassuolo avevamo reagito bene, non volevamo assolutamente vincere, e il gol di Mirallas è stato importantissimo prima dell’intervallo”. Sul momento della squadra: “Sentivamo la tensione, ognuno la vive a modo suo ma i caratteri un po’ più chiusi possono abbattersi dopo un momento difficile: ma tante volte ci è mancato solo il guizzo finale, come a Frosinone o a Bologna. L’Empoli ci ha sbloccato a livello mentale, andiamo a San Siro consapevoli che le riserve del Milan sono giocatori importanti ma sapendo che possiamo metterli in difficoltà. Saranno arrabbiati: chi gioca di meno vorrà mettersi in mostra”.

Sulla preparazione del match col Milan: “A fine del girone d’andata faremo un bilancio, questa settimana eravamo più tranquilli, c’erano più sorrisi e questo ci può fare bene per Milano. Rimpianti? Quando vediamo i video siamo rammaricati, abbiamo perso punti importanti, con due-tre vittorie saremmo molto più avanti in classifica”. Obiettivo Europa: “Atalanta, Torino e Samp sono le nostre avversarie: dovremo fare meglio perché abbiamo le qualità per migliorare il girone d’andata. Nel girone di ritorno avremo Lazio, Inter in casa, e lì ce la possiamo giocare con tutti. Ma l’avversario diretto più difficile è e sarà l’Atalanta”. Sul Milan: “Suso, Higuain, Calhanoglou, Cutrone possono sbloccarsi, hanno qualità e dovremo metterci qualcosa in più per fargli aumentare questo digiuno”. Qualcosa è cambiato nel gioco della Fiorentina: “Non riuscivamo a segnare nonostante il possesso palla, nelle ultime partite stiamo andando più in verticale”.

Sulla somiglianza con Davide Astori: “Sui social me lo hanno fatto notare, le movenze e il fisico in effetti sono simili”. Sulla querele estiva che ha riammesso il Milan in Europa League: “In estate abbiamo fatto la preparazione incentrata per giocare subito, adesso abbiamo recuperato. C’è voglia di rivalsa, terremo la concentrazione alta: e avremo un po’ di rabbia in più. Anche se tornano gli infortunati sono a disposizione del mister: i ragazzi sono tutti stupendi, ci sono persone umili”. Mirallas? “Sta bene, i due gol lo hanno sbloccato, può solo migliorare”. Pjaca triste o allegro? “Non è triste, lavora bene e in allenamento è sorridente”. Sul ‘suo’ fantacalcio: “Della Fiorentina ho Pezzella e Chiesa, avrei preferito che calciasse con la Roma quando l’ha passata a Simeone”

vnconsiglia1-e1510555251366

Sette mesi tra panchina e tribuna. E ora Montolivo ha la chance Fiorentina

Ag. Veretout: “A gennaio non si muove, in estate si vedrà. Farà grande carriera”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy