Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

La conferenza

Italiano: “Voglio i viola del Maradona. Se rimango? Parliamo a fine anno”

Italiano: “Voglio i viola del Maradona. Se rimango? Parliamo a fine anno”

Le dichiarazioni dell'allenatore alla vigilia di Fiorentina-Venezia

Redazione VN

La Fiorentina vola in campionato sulle ali dell'entusiasmo dopo la vittoria sul Napoli. Ora, però, i viola non possono permettersi di abbassare la soglia della concentrazione e la gara col Venezia di domani diventa fondamentale. Vincenzo Italiano presenta la sfida in conferenza stampa il cui inizio è previsto per le 14:00. Seguite qui con noi le dichiarazioni integrali dell'allenatore viola:

Sull'allenamento a porte aperte

"Davvero bello, ci siamo goduti l'affetto dei tifosi. Bellissima iniziativa della società, non mi aspettavo tutte queste persone. Ci carica e ci fa sentire più responsabilità, dobbiamo restare concentrati. Se si è capaci di fare quanto fatto a Napoli possiamo sperare anche in qualche vittoria importante, ora testa al Venezia"

Sulla forza del Venezia

"Giocheremo sempre con squadre che hanno un obiettivo. Il Venezia si gioca la salvezza e sappiamo cosa significhi. Arriveranno col coltello fra i denti. Dobbiamo pareggiare il loro atteggiamento e sfruttare l'entusiasmo del periodo positivo. Ultimamente al Franchi siamo bravi. Spero in una Fiorentina come quella che abbiamo visto a San Siro e al Maradona. Il Venezia deve vincere e spero che sia una partita bella e aperta. Un match in cui si gioca a calcio nella maniera più assoluta. Loro se ripartono sono veloci. L'atteggiamento farà la differenza"

Sulla sconfitta più indigesta e se conferma di restare a Firenze

"Le sconfitte sono tutte brutte. Ricordo quella dell'andata senza i nostri nazionali. Fu difficile e l'abbiamo accusata. Ma dalle sconfitte si impara. Se rimango? Non c'è risposta se non concludere al meglio e fare bene, poi se ne parlerà. Nessuno ha voglia di parlare di altro. Restiamo concentrati perché possiamo aggiungere una ciliegina importante. Se è una strategia comune con la società? Non c'è nulla di programmato, si lavora giorno per giorno e il nostro direttore è stato chiaro. Stiamo lavorando e a fine anno ne parleremo"

Se penserà alla Juve

"L'idea è di cercare di ottenere il massimo domani. Metteremo in campo un 11 che ci faccia vincere. Non pensiamo a mercoledì. Dobbiamo dare continuità e, finito il match col Venezia, penseremo ai bianconeri."

Su come vede la squadra e sui cori

"Sto vedendo bene i ragazzi, tutti sanno che serve massima attenzione per questo finale. Contro squadre che hanno obiettivi non puoi mollare. Ci prepariamo per mettere gli avversari in difficoltà. Il coro sull'Europa fa piacere e mi emoziona. Sono felice che questa gente stia notando che tutti danno l'anima per raggiungere un bel risultato. MI fa piacere sentire il mio nome da questa tifoseria. Mi dà ulteriore spinta"

Su quanto conosca Firenze adesso

"Per i Fiorentini la Viola è una ragione di vita. Questo si sa in tutta Italia. Sono contento di aver portato questo entusiasmo e di aver risvegliato questa passione dopo anni difficili."

Se la squadra può montarsi la testa

"Sono timori che possono esserci ma sono una perdita di tempo. Se non spingi forte gli avversari sono pronti a spegnere la tua felicità. Abbiamo fatto un fiore, dobbiamo cercare di farlo profumare ancora senza rovinarlo. Siamo intelligenti e sappiamo cosa significa stare a questi livelli. Se abbassi la guardia prendi delle batoste pazzesche. Dobbiamo sfruttare l'entusiasmo della piazza e non possiamo entrare molli. Con squadre che si giocano tutto non pupi abbassare la guardia. Le brutte situazioni sono dietro l'angolo. La squadra si sta preparando bene"

 GERMOGLI PH: 3 APRILE 2022 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI SERIE A FIORENTINA VS EMPOLI NELLA FOTO MISTER VINCENZO ITALIANO
tutte le notizie di