L’ex Fiore: “I Della Valle sono un grande patrimonio, prima di perderli ci penserei…”

Il calabrese ha giocato in riva all’Arno nella stagione 2005-2006, la prima della gestione Prandelli

di Redazione VN

Alzi la mano chi non rimpiange almeno un po’ la stagione 2005-2006, quella del “Toni e furmini” e del quarto posto in classifica, poi amaramente cancellato dai processi sportivi post-Calciopoli. Quella Fiorentina dava spettacolo e segnava tanto, e non solo con il suo bomber principe, cioè Luca Toni. Uno dei grandi protagonisti di quell’annata, la prima di Cesare Prandelli sulla panchina viola, fu proprio lui, Stefano Fiore, che oggi a Rmc Sport ha parlato della situazione in casa viola e anche del suo ex allenatore, da poco approdato al Genoa:

Ho uno splendido ricordo di Firenze e dei Della Valle, imprenditori serissimi e che rappresentano un valore aggiunto. Anche se sono passati diversi anni ho seguito con grande interesse le vicende viola: dico soltanto che prima di disperdere un patrimonio come quello rappresentato dalla famiglia marchigiana occorre pensarci due volte. Poi se esistono imprenditori che vogliono e possono far meglio… Prandelli? E’ un maestro di calcio, aveva voglia di tornare ad allenare e si è preso i suoi rischi andando in una piazza come quella rossoblù.

Violanews consiglia

Gamberini: “Fiorentina? Dipende tutto da loro, è da Europa League”

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Conte de Pippus - 2 anni fa

    Sei RIDICOLO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. woyzeck - 2 anni fa

    Eh già, come faremo senza tutta la montagna di soldi che non investono, senza le loro straordinarie capacità manageriali, senza la loro eccezionale mentalità vincente, senza la loro infallibile capacità di scegliere i collaboratori migliori, senza tutti i loro roboanti risultati sportivi?!… La gente ormai parla solo per frasi fatte, anzi per pensieri fatti senza nemmeno prendersi la briga di controllare se quello che dicono ha una qualche corrispondenza con la Realtà…. Adesso ovviamente cercheranno anche di darci a bere che la Fiorentina nel mondo nessuno la vuole e che gli asini volano….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. folder - 2 anni fa

    Alcuni appartenenti al mondo del calcio,fuori Firenze,dicono la stessa cosa.Non capisco se lo dicono perchè ci credono veramente o perchè,restando così le cose,un avversario scomodo,per le squadre per cui tifano,resta costantemente fuori dal gioco e tutti gli anni rappresenta un avversario risibile.Personalmente propendo per la seconda ipotesi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Antonio da Papiano - 2 anni fa

    A me non sono MAI piaciuti per come hanno gestito il club. I risultati lo dimostrano : NON si è vinto nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. danugo_223 - 2 anni fa

    Lui non ha capito che da tempo Diego se ne fotte e Andrea vale quanto il 2 di briscola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Marco Chianti - 2 anni fa

    Non sono più gli stessi di allora.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. lollonovoli - 2 anni fa

    Uno degli ultimi irriducibili che ancora difende questa proprietà indegna..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy