La ricetta e il monito: “Marko, dai tutto finché ce la fai”. Pioli coccola Pjaca e ne studia la crescita

Il croato è chiamato a una serie di esami, costretto a inseguire la forma fisica e isolarsi dai punti interrogativi che stanno sorgendo

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti

Marko, finché ne hai, dai tutto. Non importa se per trenta, sessanta o novanta minuti. Anzi, non avere l’angoscia di finire la partita, gioca al massimo fino a quando non ce la fai piu”: è stato più o meno questo il discorso tra Stefano Pioli e Marko Pjaca al Centro Sportivo, concetto esternato dall’allenatore della Fiorentina anche in conferenza stampa in vista della gara contro il Cagliari. Non importa l’autonomia residua, conta che i minuti giocati non siano privi di qualità, merce rara, quella tecnica.

L’attacco gigliato – dove il terminale offensivo non segna da un mese – ha bisogno del croato, ancora non totalmente in condizione, che paga il ritardo nel pre-campionato dovuto al Mondiale. Pioli ha ammesso di essere soddisfatto di come i nazionali sono rientrati dagli impegni che hanno occupato questa sosta, sia fisicamente che mentalmente. Periodo che ha visto Pjaca rettificare un’intervista e disputare entrambe le partite della selezione di Dalic – 69’ contro l’Inghilterra, 90’ con la Giordania – assaporando l’aria di casa.

“Ho smesso di crescere per colpa dell’infortunio, ma se gioco con continuità ritrovo fiducia”, ha spiegato il calciatore che, adesso, è chiamato a dimostrare il suo valore, a giustificare le aspettative e motivare una potenziale spesa per il proprio cartellino. Giunti nella seconda parte di ottobre, l’attenuante della forma fisica non reggerà ancora per molto. Quindi è tempo di sbrigarsi e, raccomandazione saggia, dare il massimo senza essere condizionati dall’assilo dei novanta minuti. Meglio poco, ma buono.

Violanews consiglia

Pjaca completa il tridente, Gerson più di Edimilson. Cagliari, emergenza difesa

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. The Count of Tuscany - 2 anni fa

    La stampa si sta sfogando con Pjaca mentre il vero problema è il nuovo centravanti della nazionale Argentina (col Guatemala, col Brasile c’erano messi icardi e dybala). Ma tanto Pjaca è della Juve, mentre il pacco da 18 mln (che chiede pure l’aumento e vuole a dare in Spagna se za che ci siano richieste) é il nostro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy