La Curva Fiesole: “Rinunciamo alla trasferta di domenica a Genova”

La Curva Fiesole: “Rinunciamo alla trasferta di domenica a Genova”

La decisione dei tifosi viola per “esprimere vicinanza alle famiglie delle vittime”

di Redazione VN

Non è ancora stato comunicato dagli organi competenti se Sampdoria-Fiorentina si svolgerà regolarmente domenica alle 20:30. Ma in ogni caso i tifosi viola non ci saranno, al pari di quelli del Genoa nella sfida di San SiroEcco il comunicato:

Con queste poche righe vogliamo esprimere la nostra vicinanza alle famiglie delle vittime del crollo del Ponte Morandi.

Il dolore per questa tragedia non richiede che si giochi una partita di calcio, pertanto non aspettiamo la decisione della Lega: DOMENICA LA TIFOSERIA VIOLA NON PRESENZIERA’ ALLA TRASFERTA DI GENOVA, a prescindere dal rinvio o meno della partita.
Silenzio e rispetto.

UNONOVEDUESEI – 7 BELLO – MARASMA – PRIDE OF FLORENCE – GRUPPO PIAGGE – CICLONE VIOLA – QUELLI DI SEMPRE – QUINTO – DOCG – AFICIONADOS – VIEUSSEUX

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Sampdoria-Fiorentina, ecco chi arbitrerà la sfida (salvo rinvii)

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. LCV - 10 mesi fa

    Nessuno ci impedisce, appena la situazione lo permette, di andare a portare un mazzo di fiori o di ricordare tutti insieme allo Stadio quando si giocherà ma in questo momento fare una partita davanti ad una tragedia simile non ha senso vogliamo capire che la partita è un momento di svago e di divertimento dove chi vince gioisce per la vittoria. Mi sembra assurdo che non si riesca a capire quello che è successo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. 29agosto1926 - 10 mesi fa

    Credo che sia giusto non accumunare i momenti di spettacolo con il dolore della gente soprattutto per la gente di Genova. Approvo l’iniziativa della CURVA FIESOLE che, questa volta hanno fatto un comunicato congiunto con tutti i nomi dei vari gruppi che la compongono. Altre volte, per altri comunicati si usava un solo gruppo per rappresentare tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13899791 - 10 mesi fa

    Dobbiamo essere coerenti però, se lo facciamo GIUSTAMENTE per i 39 morti lo dobbiamo fare anche ogni volta che qualche persona muore in un incidente stradale. A quel punto non si inizierebbe mai, no? Il calcio dev’essere un momento di unione, aldilà di tutti i problemi che ci sono fuori da uno stadio, anche perché sennò dopo tutti gli attentati che ci sono stati il calcio doveva cessare di esistere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. - - 10 mesi fa

    Prima si facevano i minuti si silenzio piuttosto che dei cori appositi o magari si preparavano striscioni o coreografire o magari si facevano manifestazioni dentro o fuori dello stadio. Oggi questi fenomeni l’unica cosa che sanno fare è il NON tifo, ogni scusa è buona per scioperi, proteste con assenze o senza tifare, ora addirittura non si và nemmeno alla trasferta, poera Fiesole…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gasgas - 10 mesi fa

      Sai che bello una partita di calcio (che deve essere una festa) a pochi metri da un luogo dove ci sono stati 39 morti, un ponte crollato ed ancora non in sicurezza, con centinaia di sfollati… Ma si, impegniamo la città con una manifestazione che richiama migliaia di persone… Complimenti per il tuo commento e a quei ridicoli che hanno messo mi piace, vergognatevi!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Soloviola78 - 10 mesi fa

        Se ci sono problemi di ordine pubblico, perché le forze dell’ordine sono giustamente impiegate nella gestione dell’emergenza, la partita va giustamente rinviata. Altrimenti bisognerebbe giocare e, per chi può, cercare di portare un aiuto….non andare per partito preso mi pare inutile e, francamente, senza senso. La partita potrebbe,anzi, aiutare la popolazione a tornare alla normalità ed a rendere un giusto omaggio alle vittime. Io se si gioca vado! Con o senza gli 1926

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Gasgas - 10 mesi fa

          Mi sembra che sia Samp che Genoa (e la loro gente) abbiano fatto capire quale sia il loro stato d’animo, e che per tornare alla normalità ci sia tempo… Adesso vogliono fermarsi. Credo sia sufficiente questo per fermarsi. Il discorso dei soccorsi è talmente ovvio e superfluo che ho dovuto ricordarlo ad un poveraccio qui sotto che per una sterile polemica attaccava chi aveva preso una posizione (con cui non ho nulla a che fare).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Soloviola78 - 10 mesi fa

            Ma tu pensi che a Genova la gente abbia smesso di andare al Pub, al ristorante o in discoteca? Ci vanno uguale. Perché vogliono giustamente andare avanti. Ripeto, la partita era un’ottima occasione per commemorare i
            Morti. Our rispettandone le opinioni altrui, su un argomento così complesso), personalmente ritengo senza senso il rinvio del match….

            Mi piace Non mi piace
    2. vecchio briga - 10 mesi fa

      Chissà quante trasferte hai fatto…ridicolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. - - 10 mesi fa

        Io parecchie. Ma te che fai ad un funerale per omaggiare il morto ci vai o stai a casa?? Si va a rendere omaggio, non si sta a casa! Ma come vivi??

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Cosimo de' Medici - 10 mesi fa

          No dai, non può essere vero che pensi davvero quello che stai scrivendo.
          Rileggiti bene, guardati allo specchio, e vergognatene.
          Ogni altro ragionamento con te è sprecato.
          Buona vita.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. 29agosto1926 - 10 mesi fa

          Lascia stare, tempo perso.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        3. Gasgas - 10 mesi fa

          Ma quale funerale? Una partita di calcio è un evento che in questo momento non può svolgersi in una città devastata, ferita, come è Genova. Che facciamo leviamo i pompieri dal ponte per mandarli allo stadio? Ma hai capito l’entità di quello che è successo? Hai in mente come è fatta Genova? Alla faccia dello show must go on… Deve essere emozionante, in trepidazione per una partita di calcio e poco più in là gente che cerca ancora fra le macerie…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        4. vecchio briga - 10 mesi fa

          Ma come vivi te. Non riesci a capire che Genova è paralizzata per gli interventi dei soccorritori? Secondo te è normale un evento che richiama decine di migliaia di persone?? Roba da matti. Comunque da quello che hai scritto credo proprio che te in trasferta non ci sei mai stato e anzi non sai proprio di cosa parli. Saludos

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        5. Aoi_Haru - 10 mesi fa

          In ogni caso un funerale non è mai per i morti, ma per i vivi. I morti se ne fregano. E giocare in questi giorni a Genova, con la città a lutto e i funerali, sarebbe più che cattivo gusto. Te saresti tanto felice di “andare a omaggiare”, ma alla voglia che avranno i genovesi di far festa allo stadio non ci pensi?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. LCV - 10 mesi fa

      Ti rendi conto di quello che dici? Sono sempre stato critico Con l’ 1926 e che li segue ma in questo momento approvo appieno l’iniziatIva

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy