Il Franchi non è intoccabile: la Soprintendenza apre al restyling

Il Franchi non è intoccabile: la Soprintendenza apre al restyling

Dal soprintendente all’Archeologia, alle Belle arti e al Paesaggio arriva un’apertura all’ipotesi di progetto di copertura e ristrutturazione del Franchi

di Redazione VN

Un restyling dello stadio Franchi? Perché no? Dal soprintendente all’Archeologia, alle Belle arti e al Paesaggio arriva – si legge sul sito de La Nazione – una bella apertura all’ipotesi di progetto di copertura e ristrutturazione dello storico stadio di Campo di Marte. Parole importanti, quelle di Andrea Pessina: “Non escludo che si possano fare modifiche, anche se dovranno essere motivate“, spiega. Togliendo definitivamente la cappa del nessuno tocchi il Franchi perché è un’opera sottoposta a vincolo. “Nessuno mi ha mai posto la questione, parliamone“, la fa breve Pessina.

Lo stadio non è intoccabile, dunque. Si può coprire. E si possono anche avvicinare le curve al campo. E, di più, la motivazione per intervenire con una adeguato cappello impermeabile c’è ed è bella solida: si tratta di salvaguardare il monumento dall’usura del tempo. Realizzato completamente in cemento armato, potrebbe subire danni per la continua esposizione agli agenti atmosferici: il crollo del ponte Morandi a Genova ne è infausto monito. A spiegare l’importanza della tutela del monumento, progettato nel 1929 dagli ingegneri Pier Luigi Nervi e Gioacchino Luigi Mellucci, e costruito fra il 1930 e il 1932, è l’archistar di Firenze, Marco Casamonti, che ha dato nuova vita alla Dacia Arena di Udine e che sta trasformando, lo stadio di Tirana, realizzato a forma di ‘D’ di ‘dux’ come il nostro Franchi, sull’idea e sul disegno di un altro architetto, ingegnere e urbanista fiorentino: Gherardo Bosio, chiamato lì da Mussolini, insieme ai colleghi Florestano Di Fausto e Armando Brasini.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-2073653 - 2 mesi fa

    A me sembra come voler per forza spendere e spandere su una 127 del 1973, quando sarebbe meglio comprarsi una Panda nuova…. va fatto lo stadio nuovo!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vecchio briga - 2 mesi fa

    Sì ma non deve più essere ridotta la capienza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. 29agosto1926 - 2 mesi fa

    Solo per il fatto che fu costruito a forme di “D” in onore a Mussolini andrebbe buttato giù a cannonate!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bati2017 - 2 mesi fa

      Il fatto che dopo 100 anni siamo ancora a dibattere su uno stadio fatiscente e solo da abbattere la dice lunga su come siamo messi in questa città, comunque no a buttare soldi su questa struttura che è irrecuperabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Barsineee - 2 mesi fa

    Andate a vedere cosa hanno fatto a Tirana. Giù lo stadio vecchio e tirato su lo stadio nuovo. Di conservativo non c’è proprio nulla! Per fare questa cosa allora tanto vale farla dove c’è spazio e non nell’imbuto di campo marte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. glover_3713546 - 2 mesi fa

    Articolo vecchio, che poi l’architetto delle Belle Arti ha spiegato pochi giorni fa, ed ha negato che si possono fare copertura e avvicinare le curve

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy