Il candidato sindaco: “Gli ultimatum Nardella-Fiorentina? Segno di fallimento. La copertura del Franchi..”

Il candidato sindaco: “Gli ultimatum Nardella-Fiorentina? Segno di fallimento. La copertura del Franchi..”

Le parole del candidato sindaco sulla questione del progetto stadio tra Fiorentina Comune di Firenze

di Redazione VN

Il candidato a sindaco per Firenze della lista ”Punto e a capo”, Mustafa Watte durante un incontro con dirigenti di alcune società sportive.

“Invitiamo tutti i candidati a impegnarsi, prima del voto, per l’adeguamento dello stadio Franchi. E’ estremamente positivo il fatto che la copertura delle tribune del Franchi e l’adeguamento dell’intero impianto, come soluzione dell’annoso problema dello stadio di Firenze stia facendo sempre più proseliti. All’inizio di questa campagna elettorale la proposta di copertura delle tribune del Franchi era stata avanzata dall’ex assessore allo sport, Tea Albini e da me prontamente rilanciata. Ora l’invito alla Acf Fiorentina a sciogliere i nodi e fare chiarezza circa le intenzioni della società, più che un ultimatum sembra la presa d’atto, da parte del sindaco Nardella, del fallimento di una ipotesi alla quale noi non avevamo mai creduto.

La realizzazione di un nuovo stadio nell’area Mercafir creerebbe più problemi di quanti ne risolva. Le concessioni, legittime, per il ritorno economico al soggetto privato provocherebbero una pressione di cemento su un territorio che deve essere salvaguardato perché limitrofo all’aeroporto che aumenterà il suo carico con i lavori di adeguamento.

E’ inoltre falso che il Comune di Firenze non dovrebbe sostenere spese scaricando sul privato l’onere di realizzare l’impianto. Il vecchio stadio Franchi, monumento nazionale, non potrebbe essere lasciato, abbandonato a se stesso, per trasformarsi progressivamente in rudere. E, pertanto, una notevole spesa per il suo risanamento e per la periodica manutenzione graverebbe in ogni caso sui fiorentini”.

 

Violanews consiglia

 

Il sale della Champions sulle ferite viola: 4 anni che sembrano 40

Montella, l’uomo in prestito dal futuro (di cui non vuole parlare)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. VIKINGO - 2 mesi fa

    ma questi cosiddetti candidati sindaci , quando parlano , hanno delle competenze oppure no?
    Lo stadio Franche , proprio essedo moumento nazionale rientra in quelle opere che non si possono toccare… figurati stravolgere con strutture esterne e appollaiate . Senza contare che la struttura non reggerebbe delle coperture in maniera autonoma .
    Ma nessun giornalista non dice nulla a sti tipi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-2073653 - 2 mesi fa

    A volte penso che è una fortuna non risiedere a Firenze e non essere costretto a scegliere tra uno di questi candidati a sindaco. Avessi dovuto farlo, sarebbe stata parecchio dura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy