I più e i meno del torneo di Malta: Muriel sugli scudi, bene Nørgaard e Dabo. Male Simeone-Pjaca

I più e i meno del torneo di Malta: Muriel sugli scudi, bene Nørgaard e Dabo. Male Simeone-Pjaca

dal nostro inviato al Ta’ Qali di Malta

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti

Dapprima una vittoria per 6-0 contro l’Hibernians, poi altri tre punti contro il Gzira United: la Fiorentina trionfa nel ‘Visit Malta Tournament’ e chiude la rassegna maltese allo stadio Ta’ Qali. Abbiamo recensito le singole prestazioni viola nel triangolare, primo impegno del 2019 in vista dell’esordio in Coppa Italia contro il Torino.

I PIÙ

Luis MURIEL – Trentanove minuti e tre reti. Apre su rigore, poi si mette in proprio e infine finalizza un assist di Chiesa. La forma sta arrivando, in allenamento è cresciuto e contro l’Hibernians ha suggellato la propria crescita con una tripletta che fa già sognare i tifosi viola. Chi ben comincia… (L’approfondimento sull’esordio di Luis Muriel)

Christian NØRGAARD – Geometrie da applausi per il danese, schierato davanti alla difesa nei primi quarantacinque minuti. Lanci illuminanti all’indirizzo degli esterni, l’intensità del pressing maltese non è stata probante e gli spazi erano sicuramente maggiori rispetto all’Italia, ma Nørgaard cresce e si candida per il girone di ritorno, dato anche lo spostamento di Veretout nel ruolo di mezzala.

David HANCKO – Terzino sinistro nella prima gara, poi al centro della difesa, è l’unico confermato da Pioli nel doppio impegno. Si disimpegna bene in entrambi i ruoli, spingendo molto contro l’Hibernians e provando anche numerosi traversoni. Una possibile, futura certezza.

Bryan DABO/Jordan VERETOUT – Rispettivamente assist e gol in occasione del secondo gol contro lo Gzira United. Avanzato mezzala Veretout, Dabo prende campo e agisce quasi da trequartista, servendo palloni che non vengono però finalizzati e con un tocco di joga bonito. Due note liete nel ritmo più lento della seconda sfida.

I MENO

Marko PJACA – Adesso desta preoccupazione. Fisicamente è impacciato, colpisce il palo da due metri su assist di Dabo per poi sciupare un contropiede, facendosi recuperare da un difensore maltese nonostante un ampio vantaggio. Le voci di mercato sono pesanti, la Fiorentina non vuol lasciarlo ma la situazione è in divenire dopo l’incontro tra Fali Ramadani – che ne cura gli interessi – e la Juventus.

Giovanni SIMEONE – Haber gli ha tolto un colpo di testa dallo specchio della porta con un balzo felino, ma è l’unica attenuante della gara. Muriel preme e l’argentino continua a essere in difficoltà: a secco anche contro lo Gzira United, non riesce a insaccare più di una volta, anche in modo abbastanza clamoroso.

15 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pizzo dorme - 6 mesi fa

    Che Gabbiadini sia un calciatore da rimpiangere è una condizione di tristezza che può appartenere solo a coloro affetti da grave sindrome depressiva. Siamo seri, via

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ivo - 6 mesi fa

    Su Simeone si può discutere per ore di aspetti tecnici, tattici e psicologici. Secondo me la verità è una e molto semplice, il ragazzo è grintoso e volenteroso, ma a calcio non ci sa proprio giocare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pepito4ever - 6 mesi fa

    Muriel è una benedizione e di un’altra categoria , noi avevamo bisogno di un giocatore alla Pepito come Muriel che fa gol da fuori area, dentro, in corsa, su rigore, di sinistro, da ovunque vede la porta e fa gol, spettacolo, guarda i gol di Pepito alla Juve per esempio e i gol di Muriel ieri sera, sono identici per classe e movimento ed esecuzione, lascia perdere l’avversario sto parlando di finalizzazione e di esecuzione e classe di 2 giocatori durante una partita. Muriel può sostituire Simeone e può far reparto da solo, Gabbiadini mi piace ma non può farlo. Muriel ci farà divertire, ne sono sicuro. Eppoi ci sente ed è contento di essere a Firenze, Cuadrado docet. Forza VIola sempre

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. robin.b_737 - 6 mesi fa

    Simeone non ci sta con la testa: ha bisogno urgente di uno psicologo. Si vede da come si comporta in campo, dall’incapacità di gestire le situazioni e dalle conclusioni cervellotiche che tenta quando ha la palla fra i piedi. Va tranquillizzato e tirato su di morale perché in queste condizioni non ci è utile. SFV.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. The Count of Tuscany - 6 mesi fa

    Altra umiliazione per noi tifosi, la rivale Samp COMPRA, non prende in prestito qlc mese, il giocatore che serviva a noi, Gabbiadini. Un giorno corvino dovrà spiegare cosa sta facendo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Leonardo da Vinci - 6 mesi fa

      Che strani tifosi abbiamo! Sono umiliati per una formula di mercato (diritto anziché obbligo) che invece è molto più vantaggiosa e cautelativa. Poi in campo ci va Muriel ma evidentemente questo non interessa ai nostri tifosi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Unsenepoppiu - 6 mesi fa

        Non è vantaggiosa , è da pezzenti quali sono i proprietari della Fiorentina.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Leonardo da Vinci - 6 mesi fa

          Vai a fare il ragioniere

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Julinho - 6 mesi fa

    A parte il livello degli avversari tra la squadra del primo tempo e quella del secondo ci corre una categoria e mezzo. Muriel ha cominciato bene. Si muove bene, da punta vera, e se è nel radiante della porta è più facile che la metta dentro che sbagli. Bene anche la difesa, Chiesa e il centrocampo. Ha fatto buona figura anche Thereau. Purtroppo nel secondo si sono confermate tutte le crepe fin ora emerse. Simeone male davvero, non la butta dentro nemmeno a porta vuota, un disastro, Pjaca impresentabile, a parte il palo che doveva essere una rete fatta sembra un giocatore di serie C, male anche i rimpiazzi di centrocampo. I vari Daboo, Fernandez se non hanno vicino i titolari che li supportano crollano ed evidenziano tutti i loro notevoli limiti. Opaco anche Laurini. Mirallas lo possiamo salvare. Ho l’impressione che il sig. Simeone se non si sveglia alla svelta porterà i segni della panca sul sedere molto a lungo perché l’altro, Muriel, di sicuro ne metterà dentro in abbondanza rispetto a lui. Poi mi piacerebbe che qualcuno mi spiegasse cosa vedono in società per questo Pjaca. Per me è un giocatore perso, da rispedire al più presto al mittente. Speriamo che se ne siano accorti e che prendano un centrocampista di livello che con Muriel ci faccia portare a casa quelle partite che erano abbondantemente alla nostra portata. Per cercare di centrare alla fine almeno la zona Europa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CippoViola - 6 mesi fa

      Su Pjaca sicuramente c’è stata un pò di sopravvalutazione nel suo periodo buono, però siamo di fronte a un caso psicologico ormai, si salverebbe solo se lo lasciassero giocare un anno in una squadra senza particolari obiettivi e quindi pressioni varie.. a trovarla.
      Su Simeone c’ero cascato anche io, non lo pensavo, ma adesso sono convinto che sia stato sopravvalutato durante lo stato “di grazia” al Genoa con Pavoletti. Ha funzionato solo quando accanto a lui c’era qualcuno che lo supportava, Pavoletti appunto e poi il Saponara post-Astori, ogni giorno un passo sempre più indietro.
      .. mah speriamo non sia vero. SFV.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. CippoViola - 6 mesi fa

    Considerato il livello.
    La cosa migliore, per me, l’atteggiamento di Norgaard; poi i movimenti di Muriel.
    Chiesa ha dimostrato che un buon passaggio in area vale più di quattro tiri isterici in porta dal limite.
    Pjaca ha dei seri problemi.
    Simeone sempre uguale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. mannishboy - 6 mesi fa

    Ingannevole torneo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. rudy - 6 mesi fa

    Viste le prestazioni di Pjaca e Simeone ora occorre anche Gabbiadini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Violentina - 6 mesi fa

    pjaca e simeone a gennaio alla j**e. e grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. paolochiavari - 6 mesi fa

    SIMEONE IMBARAZZANTE, NON RIESCE NEANCHE A SEGNARE A PORTA VUOTA MENO MALE CHE E’ ARRIVATO MURIEL E A DIR LA VERITA’ MI E’ PIACIUTO ANCHE THERAU

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy