Guetta: “Cecchi Gori? Non lo perdono. Assurdo che qualcuno lo rimpianga”

Guetta: “Cecchi Gori? Non lo perdono. Assurdo che qualcuno lo rimpianga”

“A gennaio mi aspetto due terzini. Non penso che la Fiorentina vada a fare una figuruccia a Napoli”

di Redazione VN

David Guetta ha parlato così durante il filo diretto con gli ascoltatori del Pentasport di Radio Bruno Toscana: 

C’è una categoria di differenza tra Napoli e Fiorentina, ma basta e avanza. La Fiorentina farà la sua partita come fatto a Roma. Non credo che la squadra vada a fare una figuruccia. Vorrei che la Fiorentina si inserisse nella lotta per la Champions League, ma mi sembra lontana da questo obiettivo.

Il ritorno di Cecchi Gori a Firenze? Gli imputo un delitto non sanato in riferimento al fallimento della Fiorentina. Cecchi Gori se n’è fregato della Fiorentina e io questo non lo posso perdonare. Per me Cecchi Gori rappresenta il momento più doloroso della mia passione calcistica. Trovo assurdo che ci siano persone che lo rimpiangono.

Mandare via i Della Valle? Va bene, ma al posto dei Della Valle chi arriva? Se non vogliono vendere, non si possono mandare via.

Cosa mi aspetto a gennaio? Due terzini. Laurini mi preoccupa per l’affidabilità, non tanto per le prestazioni. Qualcosa mi aspetto anche a sinistra. Biraghi è Biraghi.

 

vnconsiglia1-e1510555251366

Il Messaggero: la Roma pensa a Badelj per gennaio. La chiave è Gonalons

VIDEO – Otto anni fa Gilardino firmava l’impresa di Anfield Road

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. il nipote di viola - 2 anni fa

    NON DIMENTICHIAMO TV E INTERNET HANNO PORTATO VIA TANTI TIFOSI DAL FRANCHI. IN VACANZA A FIRENZE MIO COGNATO CHE ANDAVA CON ME IN MARATONA, MI PORTO` A VEDERE LA PARTITA ALLE CALDINE. E COSI` QUALCHE GRAPPINO E QUALCHE panino, mi godetti il gioco seduto, al calduccio, circondato da una bella banda di tofisi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. emilio - 2 anni fa

    …MEGLIO CHI HA TANTO CUORE E PECCA DI TESTA…CHE GENTE SEMPRE VIGILE…MA PRIVA DI AFETTIVITA’ E DI ATTACCAMENTO ALLA SQUADRA E ALLA CITTA’… CERTO CHE SAREBBE MEGLIO AVERE IL BERLUSCA DI UNA VOLTA …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Pattyviola - 2 anni fa

    Per la presentazione del libro di Rui Costa,che la mia azienda sponsorizzo’ e che io organizzai,passai tutta la giornata a Coverciano con la squadra e la stampa,dopo la presentazione che fu fatta nel pomeriggio,alla sera andai a cena con alcuni colleghi dirigenti e il mio AD e con Bati,Rui,il Trap e la deliziosa signora Valeria e tutti ci lasciammo andare a confidenze….eravamo primi in classifica e la domenica avremmo incontrato la Rubentus,lo sfogo del Trap ci lascio’ tutti basiti,disse che se ne sarebbe andato perche’ lui non accettava di farsi fare la formazione dalla Marini,lo sguardo di amarezza della Signora Valeria parlo’ per tutti noi presenti e per me unica tifosa….no caro Cecco io non ti rimpiango per nulla e le tue nefandezze mi fanno apprezzare sempre di piu’ i Della Valle….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Crjstiano72 - 2 anni fa

    Chi rimpiange il “cotonato” forse nel 2002 non c’era o forse era troppo piccolo x aver fatto della Fiorentina una parte integrante della propria vita! Io c’ero, come c’ero nel ’93, anno della storica retrocessione. Da fiorentini ci risultò facile dare colpa al palazzo, d’altronde non sappiamo vivere senza avere dei “nemici”, ma io ricordo anche l’assurdo esonero di Radice in una fredda domenica contro l’Atalanta. La Fiorentina andava bene, ma forse c’era dell’altro. Da li si succedettero sulla panchina allenatori improbabili sino ad una retrocessione clamorosa con un organico di gran livello. Certo, Marione era altra roba, ma Vittorio, per favore….lasciamolo al suo zafferano…..! Forse il clima che si è creato con i DV ha generato questa simpatia reteospettiva, ma se c’è chi è disposto a barattare due coppe Italia con una sparizione dalla storia…..forse è proprio xche quel grande “dramma” sportivo non lo ha vissuto!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fungaccio_VIOLA - 2 anni fa

      Mio stesso pensiero!!!! Concordo in tutto. E FVS!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. lor29 - 2 anni fa

      Chi è per i Della Valle a tutti i costi, imputa al Palazzo anche l’affare di Calciopoli. Allora Diciamo che se il fallimento di VCG non fu colpa del Palazzo, neanche Calciopoli lo è stato. Quindi i DV si prendano le colpe della squalifica che ci sarebbe costata ampiamente la retrocessione, se non fosse che era invischiata anche la Juventus. E dopo anni di Cecchi Gori padre e figlio, malgrado la retrocessione, l’entusiasmo e la passione era comunque alle stelle tra i tifosi. Oggi si fatica a riempire la curva Fiesole per Fiorentina-Roma. Questa è la SCONFITTA dei DV, più di tutte le nevi di Gubbio. Ed io, il fallimento, l’ho vissuto con sofferenza e rabbia. Ma oggi tornerei subito a barattare due Coppe Italia ed una Supercoppa per questo piattume indegno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Leo - 2 anni fa

        Non si tratta di tifare DV o no. Si tratta di riconoscere l’oggettivo male che Mario CG ha fatto a questi colori e a chi li ama. Sugli stadi vuoti, dai un occhio anche nelle altre piazze persino più grandi della nostra… il prodotto calcio è cambiato notevolmente in questi anni. Firenze ha retto più di tante altre città ma adesso si è semplicemente riportata al livello medio. Lo stadio nuovo è una necessità

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. tasselli.lorenz_998 - 2 anni fa

        Il piattume indegno come lo chiami tu c’era anche due anni fa per la partita in casa con la Lazio che ci poteva vedere campioni d’inverno, allo stadio c’erano circa 25000 persone, o in Champions con la steaua con lo stadio mezzo vuoto… se non si riempie lo stadio lottando per lo scudetto o in champions il problema non sono i fratellini, il calcio piace meno, non piace ai giovani,non c’è ricambio generazionale… capibile dopo 30 anni con 17 squadre su 20 a fare da sparring partner alle strisciate, questo ha tolto i sogni alla gente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Giambo - 2 anni fa

        Il calcio è in calo ovunque in Italia. Un po’ perché ci sono molti più sport da seguire grazie ad internet, un po’ perché ormai nel calcio vincono sempre le solite, sia a livello di Coppe che di campionato. E’ ovvio che uno a cui di vedere la Juventus di turno sollevare il decimo scudetto di fila non frega nulla si mette a seguire altri sport. I DV in questo non centrano proprio un tubo, visto che anche quando eravamo in Champions o primi in classifica più di 25000 persone al Franchi non c’erano. Non raccontiamo frottole.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Leo - 2 anni fa

      sottoscrivo tutto! come altrimenti poter dimenticare le celebri frasi del cotonato “piuttosto che vendere la Fiorentina la distruggo” e “se io affondo la Fiorentina affonderà con me”. Mi raccomando, andate pure a dirgli bravo adesso!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy