Guerini: “Sousa? Qualsiasi allenatore italiano al suo posto sarebbe stato mandato via a calci nel…”

Guerini: “Sousa? Qualsiasi allenatore italiano al suo posto sarebbe stato mandato via a calci nel…”

“Sousa? Quello dell’allenatore è uno dei mestieri più belli del mondo e farlo alla Fiorentina deve essere un piacere, anzi un traguardo per chiunque”

di Redazione VN

Vincenzo Guerini nella Fiorentina ha vissuto tempi bui, come gli anni di Mihajlovic in cui fu anche chiamato a salvare la squadra dalla retrocessione, e cose esaltanti con Vincenzo Montella. Poi l’avvento di Sousa, un rapporto glaciale e distaccato tra i due che ha portato poi all’addio dello stesso Guerini alla Fiorentina. Oggi però l’ex team manager viola a calciomercato.com analizza il momento dei viola che sembrano aver chiuso un ciclo: “I tre anni di Montella avevano creato una certa aspettativa nei giocatori, anche quella di poter vincere un trofeo e ora si sono resi conto che è molto complicato raggiungere un obiettivo del genere. C’è stato quindi un calo mentale. E’ sbagliato, perché secondo me competizioni come Europa League e Coppa Italia sono a portata della Fiorentina, questa squadra può vincere un trofeo”.

Sousa ha sfruttato l’onda lunga di Montella, ora però sembra tutto finito. Che ne pensa?
“E’ evidente che la squadra era stata abituata a lavorare con Montella e si è continuato in quella direzione. Quella Fiorentina giocava a memoria e si trovava a meraviglia in campo. Sinceramente mi fa molto strano vedere ora come gioca la squadra di Sousa. Dico che qualsiasi allenatore italiano, e sottolineo italiano, se avesse avuto il rendimento che ha avuto Sousa da gennaio ad oggi avrebbe preso un calcio nel sedere e sarebbe andato altrove. La fortuna però è avere una proprietà come i Della Valle che in questo senso sono esemplari’.

Eppure questo Sousa sembra demotivato o svogliato. E’ d’accordo con questa visione?
“Non credo assolutamente che Sousa sia demotivato, non posso pensare ad una cosa del genere. Uno che allena la Fiorentina non può esserlo. Quello dell’allenatore è uno dei mestieri più belli del mondo e farlo alla Fiorentina deve essere un piacere, anzi un traguardo per chiunque”.

E’ una Fiorentina involuta, da chi bisogna ripartire? Ci sono dei leader in questa squadra?
“Bisogna ripartire da Borja Valero e Gonzalo. Sono un esempio per tutti. Hanno un attaccamento alla maglia fantastico, sono sicuro che chiuderanno la carriera a Firenze e per farlo devono dare il massimo per lasciare un grande ricordo. Da loro deve partire la scossa. Leader? Non sono quelli che sbraitano, si vedono nello spogliatoio e in questa Fiorentina Borja Valero e Gonzalo hanno la personalità per compattare il gruppo. Loro sono leader'”

Cosa può dire ai fiorentini che in questo momento vedono una Fiorentina sotto le aspettative?
“I Della Valle stanno facendo molto per avvicinare la squadra ai fiorentini. Questi tifosi non vincono nulla da anni e nonostante questo hanno fatto 20 mila abbonati anche quest’anno. Sono unici in Italia, quindi alla Fiorentina dico testa bassa e lavorare, perché gli ultimi mesi sono stati molto deludenti con la Fiorentina che è stata umiliata dal Tottenham in Europa League, è uscita in maniera incredibile contro il Carpi in Coppa Italia, ed ha avuto un crollo in campionato”.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gianni69 - 4 anni fa

    stasera la sparo grossa,sarà perchè stiamo vincendo due a zero.ma un anno fa la juve era tredicesima,circa.poi sappiamo tutti come è andata a finire.allora?un si può farlo anche noi?il tempo per vincere il tricolore non manca.forza viola

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vecchio briga - 4 anni fa

    Scusate eh, anch’io sono abbastanza critico nei confronti di Sousa. Ma se quelli di calciomercato.com vanno a fare queste domande a una persona, rispettabilissima e legatissima a Firenze, che però sappiamo tutti avere avuto un pessimo rapporto con Sousa…ma che risposte si aspettavano? Mi sembra fatta apposta per fare polemica questa intervista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ELROND - 4 anni fa

    Ohi ohi! Anche oggi mi ritocca ridirlo! Che fo ve lo dico? No via meglio di no, già lo sapete! Vabbé via ve lo ridico lo stesso per l’ennesima volta: io l’avevo detto! Eccome se l’avevo detto! L’avevo detto così tante volte che ho perso il conto delle volte che l’avevo detto! D’altra parte non potevo agire in altrimenti: il popolo doveva sapere la verità sul Paolo Scusa!
    Ancora non l’hanno mica cacciato quello lì! No, no!! Mandano via il povero Guerrini e tengono in panca il Murinho, quello nato a CheDuBal s’intende, non quello nato a Setubal (magari!)
    Per la ennesima volta, i fatti stanno seguendo alla lettera quello che le mie parole avevano già anticipato da mesi. Ma da mesi solo pochi mi danno ascolto e infatti guardate in che condizioni siamo! Siamo all’apocalisse calcistica signori miei, ormai non se ne esce più! Siamo sempre più immersi nella melma e non c’è il verso di ritornare sulla terra ferma!
    Io non sono per nulla euforico, speriamo bene, ma ora come ora mi aspetto solo un ulteriore peggioramento della situazione attuale!

    FORZA VIOLA,
    VOSTRO CARO ELROND

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Porto Santo l'isola dorata - 4 anni fa

    Buonasera,

    la cosa che è più triste è l’atmosfera con cui si vivono queste giornate, la squadra sembra aver perso l’entusiasmo, la voglia, il carattere. L’allenatore, e ui Guerini ha piena ragione, dopo aver sfruttato l’onda lunga di Montella sembra aver esaurito tutto anche lui. Basta assistere ad una sua conferenza stampa per svenire in diretta, parla tantissimo senza mai dire niente se non che “dobbiamo riuscire a migliorare a livello collettivo ed individuale”. Mai un sussulto, mai un impennata, un arrabbiatura su temi che di nervi scoperti ne hanno parecchi. Amorfo come la squadra che sta presentando da circa 9 mesi a questa parte.
    Nessuno ce l’ha con lui, lo dimostra il fatto che sta ancora al suo posto nonostante dei risultati disastrosi e delle opportunità buttate al vento (Coppa Italia in casa con il Carpi) come nessun altro allenatore ma, purtroppo, non sta dando più niente alla squadra.
    Noi tifosi aspettiamo la partita con un animo diverso da qualche tempo fa. La domanda è se riusciremo a giocare con una certa continuità non più se riusciremo a vincere sull’avversario.
    Diatriba su una o due punte è il nostro pane quotidiano. Sousa insiste con una punta ma per farlo occorre avere dei centrocampisti che, inserendosi, riescano a finalizzare. I Nostri centro campisti quanti gol hanno fatto?
    Diatriba su Tello esterno di destra. Sousa lo schiera quasi sempre in quel ruolo senza adeguata copertura dietro (giochiamo a tre) e i danni poi li subisce il povero Tomovic che già non è un fulmine di guerra.
    Ma un bel 4.3.3 come ci dicono tutti gli esperi di calcio mai????
    Mi ricordo la partita a Roma con la Lazio ed ancora ho negli occhi quel bel gioco ma poi……… mai più riproposta.
    Eppure avrebbe gli interpreti giusti e più di uno.
    Guerini ha ragione nel dire quello che dice e il tempo gliela darà

    In bocca al lupo per stasera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. max59 - 4 anni fa

    Bravo Vincenzo, “E’ evidente che la squadra era stata abituata a lavorare con Montella e si è continuato in quella direzione. Quella Fiorentina giocava a memoria e si trovava a meraviglia in campo. Sinceramente mi fa molto strano vedere ora come gioca la squadra di Sousa” : Parole sante, questo non ha portato niente di nuovo e ora, però, questa squadra non ha più identità, non è nè carne nè pesce. Sousa è stato un gran furbone a forza di selfie e supercazzole. Unica critica al discorso di Guerini: i Della Valle. Non lo hanno esonerato perchè altrimenti ne dovevano pagare due.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. buzzlightyear - 4 anni fa

      Non sono d’accordo con te. I Della Valle se decidono di mandarti via non pensano a quello che devono pagare. Te lo dimostra la storia di Montella, sia quando è stato mandato via, sia quando è passato al Milan e lo hanno liberato quasi gratis…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. max59 - 4 anni fa

        questo è stato più furbo di Montella, l’aeroplanino uscì allo scoperto con richieste pubbliche, fece incazzare i fratelli e lo esonerarono. Sousa pubblicamente non li ha mai criticati, ma basta vedere la faccia dall’inizio della stagione in poi. Non ha più voglia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. vecchio briga - 4 anni fa

        Magari ricordo male io eh, ma mi pare che ADV abbia fatto di tutto per non mandare via Montella, il quale, da furbo qual è, si era reso introvabile pur di farsi cacciare. A quel punto ADV non ha potuto fare altrimenti, ma il fatto che abbiano continuato a pagargli lo stipendio è stato solo per mostrare i muscoli con Montella che aveva osato tanto nei loro confronti. Poi dopo pochi mesi hanno fatto due conti e l’hanno fatto andare a Genova. Basta andare a rileggersi le cronache dell’epoca.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy