Guerini: “Calciatori? Nessuno è attaccato alla maglia. Dopo lo 0-5 contro la Juve la società fuggì…”

Guerini: “Calciatori? Nessuno è attaccato alla maglia. Dopo lo 0-5 contro la Juve la società fuggì…”

“Quando arrivai alla Fiorentina sapevo tutto della squadra viola, adesso non c’è alcun interesse di conoscere la storia. Dopo quello 0-5 contro la Juventus…”

di Redazione VN

L’ex-calciatore e dirigente viola Vincenzo Guerini ha parlato a Radio Blu: “Il mondo del calcio è cambiato, oggi è difficile parlare di attaccamento alla maglia da parte dei calciatori. Quando arrivai alla Fiorentina sapevo tutto della squadra viola, adesso non c’è alcun interesse di conoscere la storia, specialmente per gli stranieri. Borja Valero ha dimostrato di avere a cuore la Fiorentina firmando un contratto lungo. Rapporto coi tifosi? E’ venuto meno anche questo. Dopo lo 0-5 con la Juventus ricordo che nessuno della dirigenza voleva parlare in conferenza, fuggirono tutti. Presi la parole io e poi venni anche contestato. Rispetto al 2011 sono tempi diversi, allora la squadra era allo sbando. La società ha delle colpe ma a Palermo non si può perdere come è avvenuto domenica. Serve una rivoluzione, cambierei quasi tutti i giocatori”.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 3 anni fa

    Questa cosa mi sarebbe piaciuta sentirla da Guerini quando ancora era nell’organigramma della società. Purtroppo mancano dirigenti appassionati della maglia e quindi come è possibile che allenatore e squadra si affezionino ai colori?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. el_sup - 3 anni fa

      miiiii avercela coi DV a questi livelli vuol dire avere una patologia psichica preoccupante…..
      i foularati t’hanno pipato qualche parente? 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Claudio50 - 3 anni fa

    Anche nei casi di Guerrini e Pasqual c’e’ la mano del portoghese. Non indovina proprio niente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Antonio da Papiano - 3 anni fa

    Uno come Guerini manca soprattutto come dirigente accompagnatore. Lui e Antonio farebbero una bella coppia. Ovviamente con altra proprietà alle spalle.Certamente con questa meglio stare alla larga. Mi dispiace per Antonio ma in queste condizioni è sprecato. Faceva meglio a restare in federazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. batigol222 - 3 anni fa

    speriamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Gaetano - 3 anni fa

    Lo dice adesso perché è fuori, quando era dentro faceva il signorsi. E’ da molto che Guerini fa il controcanto, si rassegni, una volta a lui (immeritatamente perché spettava ad Antognoni) e una volta (spero definitiva e meritatamente) a Antognoni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabio1926 - 3 anni fa

      Guerini merita solo riconoscenza per quello che ha fatto alla Fiorentina, fosse altro perché ci salvò dalla serie B.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paolo - 3 anni fa

    Un uomo vero, da riportare subito in società e fargli fare, il dirigente accompagnatore, con il compito, di attaccarne qualcuno al muro quando serve. O vediamo se i filantropi, per una volta, faranno la cosa furba.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Larry_Smith - 3 anni fa

      Il ruolo che descrivi più che dirigente accompagnatore lo definirei dirigente accoppatore

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy