Galli: “Bisogna evitare che Commisso si disamori della causa viola”

Per Giovanni Galli esponente della Lega in regione “Occorre avere una visione più ampia della problematica riguardante l’intera impiantistica”.

di Redazione VN
Galli

“Sono convinto che la mozione del Pd approvata in Consiglio regionale sul tema dello stadio Franchi- afferma Giovanni Galli, Consigliere regionale della Lega – sia solamente una mossa politica portata avanti da chi è vicino a Nardella e vuol proteggere, al tempo stesso, il Presidente Giani. Figuratevi se il sottoscritto non è legato all’impianto del Campo di Marte e non conosca quanto sia necessario per il Club avere uno stadio moderno – prosegue il Consigliere – ma obiettivamente, dato che stiamo parlando di un’assise regionale, non bisogna dimenticarsi anche di altre strutture, presenti in Toscana. Riguardo, comunque, al destino dello stadio fiorentino -insiste Galli- bisogna evitare che il Presidente Commisso si disamori della causa viola. L’ultima intervista rilasciata da Giani, infatti, ha evidenziato un modo di porsi da parte della politica nei suoi confronti non edificante, e che, come al solito, rimarca quanto la burocrazia e le troppe parole, si frappongano ad una soluzione che tarda ad arrivare.”

“D’altronde-rileva Galli – dove il Presidente della Fiorentina ha trovato concretezza e piena disponibilità, vedi a Bagno a Ripoli, ecco che un progetto, plurimilionario, ha preso il via. “Vorrei, però focalizzare la mia attenzione sulle criticità generali di molti impianti sportivi nella nostra regione. Il Franchi può essere l’esempio più lampante e conosciuto, magari una sorta di capofila – sottolinea il rappresentante della Lega- ma è doveroso che la Regione si occupi anche dei tanti palazzetti, piscine o stadi che versano in condizioni ugualmente precarie. Infine rispondo all’ex Assessore Ceccarelli che, probabilmente, non ha letto a fondo il citato atto dei suoi colleghi; mischiare la strategicità del Porto di Livorno con quella di uno stadio di calcio, significa, a mio avviso, non avere le idee chiare”.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. VIKINGO - 3 settimane fa

    Caro Galli ,di piazza Ravenna
    come al solito quando si parla di questa vicenda si pensa che uno abbia ragione ed uno torto.
    sono il Primo sostenitore e da molto tempo che alla fiorentina serva uno stadio nuovo di proprietà , bello funzionale ed asset societario ( per che non lo capisce questonon ha niente a che vedere i ricavi da biglietti ed abbonamenti )
    ma ripeto STADIO DI PROPRITA , magari con qualche annesso ricettivo e commerciale .
    E’ evidente che il sindaco qualunque sia ed presidente del quartiere tutto vogliono
    fuorché un rudere abbandonato a se stesso .
    Quello che chiede Commisso e’ un altra roba .
    Perché non gli vai a parlare nell orecchio e gli dici che la sua richiesta e’ completamente fuori dalla realtà di Firenze ?
    Vi immaginate un altro Gigli con in più uno stadio accanto in questo territorio?
    E una richiesta irricevibile .
    Io sono Fiorentino e amo Firenze e sono pure Guelfo e alla mia città tutto serve che uno scempio di questo tipo sia per contesto , che per territorio che anche per economia .
    Di qualcosa anche gli ” altri fiorentini ” devono campare .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SOLOROGER - 3 settimane fa

    Commisso non si è mai innamorato della causa viola!!! Prima della Fiorentina ha provato a prendere quasi tutti i club di serie A. Quindi non parliamo di amore ma di interesse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tiz973 - 3 settimane fa

      I tifosi del Milan stanno ancora festeggiando il mancato arrivo di Commisso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy