Galli: “Non si può resettare tutto ogni due anni. Se sbagli progetto e allenatore devi dimetterti…”

Galli: “Non si può resettare tutto ogni due anni. Se sbagli progetto e allenatore devi dimetterti…”

L’ex portiere viola: “Corvino e Montella? Difficile possano coesistere. Lafont? Vi spiego dove ha sbagliato”

di Redazione VN

L’ex portiere di Fiorentina e Milan Giovanni Galli è intervenuto in collegamento ai microfoni di Radio Viola su Lady Radio per commentare la situazione in casa Fiorentina dopo la sconfitta ed eliminazione in Coppa Italia subita ieri sera a Bergamo dall’Atalanta:

“Gli ultimi due anni sotto il profilo della gestione e dei risultati non hanno portato a niente. Il progetto tecnico è fallito sotto tutti i punti di vista. La squadra è peggiorata rispetto alla passata stagione, con i giocatori arrivati nelle ultime due sessioni di mercato che non hanno reso. Ripartire da zero? Va bene ma  si dovrà trattenere qualcuno di quei giocatori sui quali ricostruire la squadra. Non si può rivoluzionare tutto ogni due anni.
Le idee di calcio del direttore devono collimare con quelle dell’allenatore. Corvino? Lui ha scelto Pioli, che poi ha dato le dimissioni. Ognuno è padrone della propria coscienza. A me successe la stessa situazione a Verona quando portai Sarri. Maurizio u cacciato dopo poche settimane e io mi dimisi. Se un progetto tecnico non funziona devi dare le dimissioni. Se Montella non l’ha scelto Corvino, presumo che ci possano essere difficoltà e vedute differenti tra i due anche perchè hanno idee di calcio totalmente differenti.

Lafont? Ci sono dei limiti tecnici. Ieri sera ha fatto bene nell’intuire dove buttarsi sul calcio di rigore, ma ha sbagliato la parata. Quando lui spinge a sinistra utilizza la destra come gamba di spinta. Se avesse spinto con la sinistra forse lo avrebbe parato.
Strutturalmente è un buon portiere, è alto e veloce. La scocca di base è buona. Non sarà mai fortissimo nelle uscite, perché ha i piedi leggermente aperti quando si muove. Questo lo limita nella velocità in corsa”.

 

Violanews consiglia

 

La criptonite viola si chiama Gomez. A Bergamo il Papu è stato ancora decisivo

SONDAGGIO VN: Di chi le colpe maggiori del fallimento viola? Spicca un nome su tutti

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bati - 10 mesi fa

    Giovanni Galli sarebbe utilissimo a Montella (insieme ad Antognoni) al posto di Corvino. Qui ci vuole (vogliono) solo persone intelligenti e competenti per assecondare le idee di Montella.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 10 mesi fa

      Ma siamo sicuri che Galli sia disposto a tornare a lavorare per i Della Valle? C’è già stato ed io non mi ricordo come si è lasciato, ma solitamente quando si va via il rapporto non è certo migliore di quando siamo arrivati. Comunque sarebbe una garanzia, Galli è una bravissima persona e, quanto a competenza calcistica, non gli manca di certo. Mi sa però che queste sono solo nostre suggestioni…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bati - 10 mesi fa

        Non lo so, però Montella è tornato….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. i'giannelli - 10 mesi fa

    il fatto che corvino sia intoccabile significa che alla proprieta’ oltre al bilancio a posto non gli interessa nient’altro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user - 10 mesi fa

    Fammi capire,lo dobbiamo trovare noi il sostituto di Corvino?
    C’è solo Corvino nel mercato dei ds?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. folder - 10 mesi fa

      “C’è solo Corvino nel mercato dei ds ?”

      Per quanto ci capiscono loro:SI!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Il Viola di Gallipoli - 10 mesi fa

    Ok, mandiamo via Corvino.
    Chi al suo posto?

    Dovete considerare che, fino ad ora, a livello di bilancio Corvino ha sempre fatto comodo ai DV.
    Perché dovrebbero cambiarlo visto che per loro la priorità è l’autofinanziamento?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Axel - 10 mesi fa

      Perché con gli orrori che sta portando a Firenze fra qualche anno non avrai più modo di autofinanziarti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Burlamacchi - 10 mesi fa

    Se non fossimo una società barzelletta, Corvino sarebbe stato cacciato mesi fa o al massimo un minuto dopo il 90mo di ieri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user - 10 mesi fa

    Al-Ahli Dubai !
    Queste sono le squadre da seguire come svago o come relax mentre si gioca a beach tennis….
    La Fiorentina è una cosa seria per carità è meglio lasciarla perdere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13664476 - 10 mesi fa

    IL PROBLEMA È IL BUDGET AFFIDATO A CORVINO .GALLI SEGNALU UN PORTIERE DI 20 ANNI CON BUONE QUALITÀ CHE COSTI 9 MILIONI.LOSA QUANTO HANNO PAGATO MERET O QUANTO VALE DONNARUMMA? LE CHIACCHIERE SI FANNO AL BAR .FORZA VIOLA SEMPRE E AD MAIORA TUTTI UNITI!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. VaiaVaiaBrodo - 10 mesi fa

      Stai zitto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Dellone68 - 10 mesi fa

    Galli, che avevo ascoltato anch’io poche ore fa, ha detto delle verità assolute. Incontestabile.
    Via Corvino e tutti i bidoni che ha comprato (ma su Lafont farei qualche riflessione prima di mandarlo via).
    La piazza chiede a gran voce la testa di CORVINO. SE NE VADA. I Della Valle, che non se ne vanno, devono cacciare Corvino. Se lo faranno, cesseranno le contestazioni. Mi pare talmente evidente che ci vuole poco. Subito nuovo DS, poi che arrivi a giugno o domani cambia ormai poco o nulla. Ma che diano un segnale. Facciano trapelare, se non vogliono esonerarlo ora, che Corvino finisce quest’anno alla Fiorentina. E NON CI RIMETTE PIEDE DENTRO, NEANCHE A SPOSTARE LE SEDIE.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mario - 10 mesi fa

      Non ricominciamo con gli Alibi già dati al corvo … il nuovo DS deve arrivare IERI

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Rui10 - 10 mesi fa

    Non fa una piega. La sensazione è di essere in quelle aziende di 10 dipendenti in cui uno combina una cappella enorme e non viene licenziato perché “sembra brutto”. Bisognerebbe tornare ad una valutazione meritocratica della dirigenza, non solo dell’allenatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. MASSIMO DUBAI - 10 mesi fa

    Lafont ha i piedi piatti. Ma allora vogliamo scommettere sui giovani o vogliamo comprare giocatori affermati? Abbiamo cestinato una squadra esperta per colpa del monte ingaggi. Dimenticavo, i giocatori volevano andare via tutti tranne Borja Valero. Inutile stare a fare voli pindarici, il progetto prevede giocatori giovani, e se peschiamo bene li vendiamo per fare cassa. Questa musica andrà avanti fino a quando non avremo lo Stadio di proprietà. Dobbiamo rassegnarsi. Il sogno per l’anno prossimo si chiamerà Vlakovic Montiel. Lunedì sera iniziano le prove.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. mauro1949 - 10 mesi fa

    condivido al 100%, la pensasse cosi’ anche Corvino, sarebbe gia’ un passo importante…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy