Flachi: “Partite a porte chiuse? Meglio non giocare. Commisso? L’importante è non alzare mai i toni”

Flachi: “Partite a porte chiuse? Meglio non giocare. Commisso? L’importante è non alzare mai i toni”

Il parere dell’ex viola al Pentasport

di Redazione VN

Queste le parole dell’ex Fiorentina Francesco Flachi a Radio Bruno Toscana:

Non capisco personalmente perchè in alcuni casi si giochi e in altri no, ne deriva che una squadra è più avvantaggiata perchè non giocando può vedere i risultati altrui. Non è facile perchè staccando la spina, i giocatori perdono continuità e anche a livello psicologico la situazione si complica. Giocare a porte chiuse è davvero brutto, in tal caso è meglio non giocare; se si gioca senza tifosi cambia anche l’approccio alla partita e non so quanto possa convenire. La priorità va sicuramente alla questione del virus, poi però a tutto il resto. La società? E’ molto presente e questo trasmette forza ai giocatori sia fuori che dentro al campo, l’importante è usare sempre i giusti toni. Io penso che il prossimo anno ci saranno da aspettarsi molte altre grandi cose da parte di Commisso e Barone.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy