Ferrara scrive: “Stimato, odiato. Storia di Nenad, terzino per caso”

Ferrara scrive: “Stimato, odiato. Storia di Nenad, terzino per caso”

Al Franchi torna Nenad Tomovic: ne parla Benedetto Ferrara su Repubblica

di Redazione VN

Arriva la neve. E anche Tomovic. Domenica piene di sorprese, la prossima. Ci sta che il mitico Nenad vada in panchina. Ultimamente ha avuto qualche problemino fisico, e poi il giovane Bani e il vecchio Gamberini se la sono cavata dignitosamente. Però, che emozione. Per lui, soprattutto, che al Franchi ci aveva messo le tende. Nenad la certezza, l’incubo, il tormento e alla fine il tormentone. «Colpa di Tomovic» era diventata una battuta da bar. Detta col sorriso, da chi non lo peteva vedere e anche da chi invece lo stimava per via del cuore, quello che lui metteva sempre e comunque in campo. Difensore duttile, centrale per vocazione, terzino per necessità. Necessità di allenatori della Fiorentina che non avevano altri terzini, per capirci. Ma Nenad non è uno che fa storie. Tosto ma non insuperabile. Riserva preziosa che la strategia risparmiosa ha trasformato in titolare fisso. E ogni gol subito diventava colpa di Nenad, anche quando Nenad, vostro onore, era innocente. Ma il suo karma era quello di chi quando sbaglia lo fa platealmente. E il tifoso di pallone ama esaltare o crocifiggere. O fare battute, costruire personaggi capaci di prendere vita nel linguaggio della strada. Figure simboliche. Che diventano anche protagonisti di vignette cult: moglie e marito a letto, sguardi persi nella noia.

L’ARTICOLO INTEGRALE SULL’EDIZIONE FIORENTINA DI REPUBBLICA

Milenkovic: “Cercheremo di avvicinarci all’Europa. Higuain? Per me sono tutti uguali”

Obiang ma non solo. I nuovi (vecchi) nomi per il centrocampo viola

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy