Ferrara: “Oggi ho visto lo spirito giusto”

Ferrara: “Oggi ho visto lo spirito giusto”

Benedetto Ferrara è protagonista del primo filo diretto odierno al Pentasport di Radio Bruno: “Nel calcio moderno le emozioni sono blindate ma lo spirito deve essere quello di oggi. Se …

di Redazione VN

Benedetto Ferrara è protagonista del primo filo diretto odierno al Pentasport di Radio Bruno: “Nel calcio moderno le emozioni sono blindate ma lo spirito deve essere quello di oggi. Se vai a Barcellona vedi solo magliette della squadra e così dobbiamo ripartire”.

Su Balotelli: “E’ un ragionamento non una notizia, Gomez potrebbe andarsene e visto che Balotelli è stato scaricato dal Liverpool puoi fare uno più uno. Io non ci credo anche perché vai ad aumentare il monte ingaggi. Poi dal punto di vista caratteriale…. e Babacar che fine farebbe?”

Sui giovani: “Se mettiamo insieme giovani nostri e altri venuti da fuori cominciamo a costruire un qualcosa di comune. A Bernardeschi qualcosa è successo dopo il cambio di procuratore, non gli scade il contratto a breve per cui si potrebbe aspettare ancora un po’ e lo convinci con la prospettiva che gli dai nella Fiorentina. Mi auguro che possa restare a Firenze, sarebbe un bellissimo segnale”

Sul messaggio scritto da Sousa (leggi qui): “Non ho niente contro Sousa ed è stato scelto anche per dare continuità con i metodi di allenamento di Montella. Lui è uno che conosce l’arte della dialettica e va incontro ai desideri dei tifosi. La frase che ha scritto è un messaggio da seguire, ma tutte queste bellicose sono tipiche dei ritiri estivi. Adesso la gente si fida di lui poi la fiducia va confermata nella stagione”.

Sullo scambio Savic-Suarez:  “Suarez è molto forte ma non vedo molto semplice lo scambio con Savic anche per l’ingaggio del giocatore dell’Atletico. Qui l’idea può stare in piedi ma non mi sembra così semplice. Di sicuro la Fiorentina h a bisogno di due centrocampisti muscolari”.

Sull’atmosfera del ritiro e la campagna acquisti: “Ho visto tanti ritiri fantastici, poveri e altri così così. Quest’anno siamo in ritardo mentre Milan e Inter devono rientrare. Noi dobbiamo rinforzarci ma abbiamo perso un po’ di tempo. Anche i tifosi sono diversi, ci sono i ragionieri, quelli romantici. Siamo tutti un po’ preoccupati e anche io sto aspettando i primi acquisti per ripartire con grande slancio. E’ importante ritrovare entusiasmo e non buttare via i tre anni di Montella che sono stati importanti”.

 

REDAZIONE

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy