Emozioni… ma quali emozioni?

Emozioni… ma quali emozioni?

Le polemiche arbitrali hanno spazzato via gli punti derivanti da Fiorentina-Inter. Come la prodezza di Muriel, passata in sordina

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti

La punizione dalla traiettoria fiabesca di Muriel, gli strappi vorticosi di Chiesa, il cuore infinito di una squadra. Tutto spazzato via dalle dovute polemiche arbitrali, dall’incriminazione della macchina e dell’errore umano. Una partita viziata che sarà ricordata per il veleno rigettato dalla frustrazione e dalle analisi. E le emozioni, gli spunti, messi in un angolo a fermentare, in attesa che qualcuno si ricordi di loro. Dietro al caos, una prestazione bipolare. Perché accanto alle proteste di Spalletti e Marotta ci sono le incertezze di Lafont e la prova solida della difesa, perché oscurati dai rallenty sul corpo di D’Ambrosio ci sono l’ingenuità di Edimilson e il cinismo di Veretout.
Emozioni… ma quali emozioni?», recita l’incipit dello sfogo cult di Spalletti dopo Dinamo Mosca-Zenit, quando la squadra del tecnico toscano venne ripresa al 95′ dal gol di Samedov. Un recupero troppo lungo, generoso. Il tecnico fece un sol boccone di giornalista e traduttore, sbottando ed entrando nella cultura web. Lui, Malesani, liberazioni da raccolta. Come quelle sputate fuori dopo la gara contro la Fiorentina. Già, perché se l’episodio ha indirizzato il risultato, è altrettanto vero che tale gogna mediatica non si vedeva, all’incirca, dai tempi del famigerato “gol di Muntari”. E proprio perché tocca a tutti, i viola vogliono guardare avanti, indifesi davanti alle offese. Dopo la querelle legata alla sfida contro la SPAL – dove Pairetto si attenne al protocollo – è successo di tutto.
Le emozioni, però, torneranno. Anzi, lo stanno già facendo. La semifinale di Coppa Italia incombe e non c’è tempo per distrarsi con i problemi altrui. «Stavolta è andata bene», penserà qualcuno. Abisso è stato fermato per un mese dalla classe dirigente arbitrale, la Fiorentina invece non vuol fermarsi. La doppia sfida contro l’Atalanta è un ostacolo fondamentale, specialmente la gara al ‘Franchi’. Allenamento a porte aperte, recuperi di formazione e largo al campo, annebbiato da uno schermo e dalle sentenze. La coreografia per Davide, gli oltre 30mila spettatori. «Emozioni… ma quali emozioni?», quelle che si celano non troppo velatamente dietro alle polemiche.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. folder - 6 mesi fa

    Andate a vedere cosa scrive sul suo profilo Facebook quel fazioso di tifoso romanista Maurizio Biscardi:quello che fa le trasmissioni con Interisti;Milanisti;Juventini;Napoletani e Romanisti e degli altri un gliene po’
    fregà di meno.Meno male che qualcuno gli ha scritto scrive quelle cose perchè gli bruciano ancora le 7 pere prese a Firenze dalla sua rometta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Etrusco - 6 mesi fa

    E’ stato un match gajardo quindi delle polemiche non me ne può fregare che zero. FVS!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. folder - 6 mesi fa

    Per la Redazione:
    Stamani avete pubblicato un articolo fatto su un sito interista gemello che titola:
    Video:Le immagini clamorose del furto del Franchi: il rigore….di petto.
    Perchè non pubblicate un articolo che titola:Le immagini clamorose del furto del
    Meazza:il rigore….di polpastrello!
    Perchè dobbiamo passare solo noi da ladri e non gli interisti?Spero che,se si presentasse in tribuna come pseudotifoso,Spalletti venta rincorso per tutto il Viale dei Mille perchè è solo un ipocrita e NON E’ UN TIFOSO VIOLA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Saverio Pestuggia - 6 mesi fa

      Guardi che ha sbagliato sito, non abbiamo pubblicato nessun articolo del genere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. folder - 6 mesi fa

        E’ su Videotop;anche su questa pagina!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Saverio Pestuggia - 6 mesi fa

          Non lo pubblichiamo noi viene automaticamente fra i video più visti del network gazzanet

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. folder - 6 mesi fa

            Non lo sapevo:io l’ho solo visto.E se Lei mi permette:io l’articolo sul rigore di polpastrello lo farei comunque…magari appare automaticamente sul sito interista!

            Mi piace Non mi piace
          2. 29agosto1926 - 6 mesi fa

            Ha tempo da perdere……… e fallo contento Saverio.

            Mi piace Non mi piace
        2. folder - 6 mesi fa

          La risposta di 29Agosto1926 è quello di cui sentivamo la mancanza:che idiota!

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy