E’ l’estate dei ritorni in casa viola: con Pradé può rientrare un altro dirigente

Oltre al d.s., probabile l’arrivo in riva all’Arno di Roberto Ripa, già team manager della Fiorentina dal 2004 al 2016

di Redazione VN

Il ritorno imminente di Daniele Pradé non sarà l’unico in casa Fiorentina. Pare, infatti, che un altro ex dirigente gigliato sia pronto a rientrare nella società viola. Ovvero Roberto Ripa, prima team manager e poi club manager, in ACF dal 2004 al 2016, anno in cui lasciò per approdare ventiquattro mesi dopo all’Udinese, insieme proprio a Pradé. Adesso il probabile ritorno alla Fiorentina. Lo riporta in un tweet l’esperto di calciomercato Niccolò Ceccarini.

Violanews consiglia

Quale Fiorentina se tornasse Pradè?

14 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Etrusco - 1 anno fa

    Per me il team manager dovrebbe essere uno dei ragazzi del calcio storico fiorentino, con lui i calciatori si comporterebbero benissimo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. claudio.viola - 1 anno fa

    Batistuta è una storia a parte ma eccetto lui non capisco le motivazioni di questa generale operazione nostalgia… Roberto Ripa è una brava persona e ai suoi tempi (dalla C2 in poi) ha fatto bene ma non mi pare che sia uno che sposta gli equilibri. Pradé francamente non mi convince e lo scrivo ora (rischiando di essere fucilato dagli altri supporter viola) per evitare di essere accusato in futuro di bandwagoning. Spero naturalmente di sbagliarmi ma non posso dimenticare che a parte acquisti validissimi (Gonzalo, Borja e Cuadrado), alcune scommesse azzeccate (come Aquilani e Pizarro), ci sono stati anche una caterva di giocatori improponibili come Verdù, Tino Costa, Benaluane, Andersson e Wolski, scommesse rischiosissime e purtroppo perse (come Giuseppe Rossi, comprato gravemente infortunato) ma soprattutto figure pessime come quelle fatte con Milinkovic Savic, Salah e Berbatov… La sua gestione ha imposto un processo di risanamento negli anni successivi che ha comportato lacrime e sangue. Voglio sperare che gli errori compiuti siano imputabili agli interventi dell’Omo Nero Cognigni ma ho qualche dubbio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SPIRITO VIOLA - 1 anno fa

      Ma no Pradè non ha sbagliato niente e se ha sbagliato quelli non contano conta solo Oliveira Rebic ah no quello poi è esploso conta Alonso ah no anche quello ora costa 40 Mln ma ce ne sono tanti Dicks Mirallas e tutti gli altri.
      In Italia c’è un unico DS assolutamente incompetente ed è Corvino, gli altri possono sbagliare ma comunque si intendono di calcio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pinovas_930 - 1 anno fa

        Ma lo amavi a tal punto?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. SPIRITO VIOLA - 1 anno fa

          Parlando seriamente
          Non lo amavo e non lo amo
          Lo considero un ottimo DS che ha fatto quello che gli ha chiesto la società e cioè portare i 74 Mln di monte ingaggi che aveva la Fiorentina di Pradè a 37, e recuperare circa 70 Mln di Euro in plus valenze, tutto questo cercando di fare una squadra giovane e con giocatori di prospettiva.
          L’unico modo per fare questo è fare delle scommesse e quando scommetti a volte perdi a volte vinci.
          Lui ha perso diverse scommesse purtroppo ma da qui a considerare un DS un assoluto incompetente e come una persona che ci azzeccava solo per combinazione quando per quasi tutti gli addetti ai lavori è uno dei migliori ne passa di acqua.
          Ripeto Corvino fa parte del passato ora c’è Pradè quindi viva Pradè ma non pensare che è andato via il diavolo ed è arrivato un angelo perchè se Commisso non investe soldi ritorniamo ai Verdù che fa scopa con Oliveira.SFV

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Etrusco - 1 anno fa

      Pradè con Macìa nella sua passata esperienza viola lavorò molto bene perché creò una squadra ragguardevole con 4 soldi, poi si provò a fare il salto di qualità con Gomez e Rossi e lì purtroppo partirono le grane. Milinkovic e Berbatov dovevano rimanere nascosti fino all’ultimo invece no e poi sappiamo cosa successe. L”affare che mi brucia di più sono Neto e Nutello che se ne andarono a scadenza contratto, per il resto il nuovo DT lavorò molto bene, di sicuro sopra la media dei suoi colleghi. FVS.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SPIRITO VIOLA - 1 anno fa

        Sébastien Frey, Alessandro Gamberini, Riccardo Montolivo, Luca Toni, Adrian Mutu, Alberto Gilardino, Felipe Melo, Juan Manuel Vargas, Stevan Jovetić, Alessio Cerci, Christian Vieri, Gaetano D’Agostino, Marco Marchionni e Valon Behrami,Zdravko Kuzmanović, Pablo Osvaldo,Ljajic, Nastasić,Rebic,Pezzella,Veretout,Milenkovic,Benassi,Biraghi,Simeone,
        Murriel,Hugo,Dragowski,Lafont.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Etrusco - 1 anno fa

          Guarda che non devi ricorda reca me chi ha portato il Corvo.
          , bensì devi ricordarlo ai leccaciantelle.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ginox - 1 anno fa

    Il prossimo Luciano Dati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. SPIRITO VIOLA - 1 anno fa

    Io sono contentissimo ora i mali del mondo Viola sono andati via non ci saranno più problemi, tutti gli acquisti saranno azzeccati, il monte ingaggi rimarrà entro i limiti stabiliti e saranno bassissimi rispetto ai risultati che otterremo.
    Sarà fatto lo stadio nuovo, per Commisso il Tas tornerà indietro dalla sentenza presa, i sindaci di Sesto Fiorentino e del resto della piana saranno contenti dello spostamento della pista.
    Tutti i giocatori saranno felici di giocare alla Fiorentina e non chiederanno più un aumento e di essere ceduti se giocano bene e ricevono richieste di ingaggio triplicato.
    Non ci saranno più i casi Badely Montolivo Kalinic che aspettano 2 anni rifiutando ogni offerta per andare via da Firenze a parametro 0.
    Per me era giunto il momento per i DV e Corvino di lasciare questa piazza e sono felice di leggere che ora che ce ne siamo liberati tutti i problemi se ne saranno andati perché era colpa loro per tutto è arrivato Commisso e in pochi anni arriveranno i trofei veri.FVS

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Sblinda - 1 anno fa

      Suppongo sia sarcasmo. Altrimenti sarà dura per te 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. pinovas_930 - 1 anno fa

      Come vivi male…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. vecchio briga - 1 anno fa

    E diciamolo, come mai Ripa lasciò la Fiorentina? Per un rapporto non buono con Corvino. Strano eh!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dellone68 - 1 anno fa

      Purtroppo Corvino ha commesso il gravissimo errore di considerare la Fiorentina come “roba sua”. Cosa che i fratellini gli consentivano di fare, of course. Ma che agli occhi di tanti, me compreso, era una vera e propria offesa al pudore.
      Saluti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy