Dragowski: “Ormai Firenze è casa mia. Boruc il mio idolo, prima giocavo esterno. Ribery e la mia barba…”

Dragowski: “Ormai Firenze è casa mia. Boruc il mio idolo, prima giocavo esterno. Ribery e la mia barba…”

Il portiere viola Dragowski a tutto tondo

di Redazione VN

Il portiere della Fiorentina Barlomiej Dragowski ha risposto alle domande dei tifosi arrivate sui social del club:

Sto bene qui e si vede, questo è il quarto anno a Firenze. Diventare portiere? Non c’è una risposta, si deve dare il 100% ogni giorno. Il nostro è un ruolo individuale, spesso stiamo per lungo tempo senza fare nulla: io devo lavorare su questo. Parata più bella? Quando fai un clean sheet.  Tifo? Ho sempre sostenuto la squadra della mia città natale, lo Jagiellonia Bialistok. Il mio idolo? E’ sempre stato Artur Boruc, ho provato per tanto tempo a copiare tutti i suoi movimenti. Oggi apprezzo molto Ter Stegem e Alisson, cerco di prendere qualcosa di diverso da tutti. In passato facevo l’esterno, correvo tanto ma dietro non me la cavavo bene. Oggi il portiere deve essere completo, praticamente un regista aggiunto. Firenze? Non esiste una città bella come questa. Il mio compagno preferito è Szymon Zurkowski, per fortuna è arrivato un polacco anche se lo conoscevo da un po’ di tempo. Ho comunque un buon rapporto con tutti i miei compagni di squadra. La musica che ascolto? In questo momento quella che ascolta Ribery, tutta in francese. Frank? Ci ha detto cose importanti. Ha tanto qualità, fa la differenza. E’ anche una brava persona fuori dal campo, e poi ci fa ridere. La barba? Non la taglio, voglio diventare un vichingo (scherza ndr). Cucina? Quella italiana è la mia preferita. La pressione? Sì, alle prime partite in Serie A la sentivo ma adesso mi sono abituato. Ogni partita è un esame che mi dà carica. I tifosi?Ci aiutano molto, anche nel riscaldamento quando esco dagli spogliatoi: questo ci carica e ci permette di essere dentro la partita per i novanta minuti.

Una batosta che nasce da lontano. E si scopre che la Fiorentina si è fermata a San Siro

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-2073653 - 1 mese fa

    Boruc come idolo è forte davvero…alla Fiorentina non ricordo sue papere, ma neppure mezza parata decisiva…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. blues - 1 mese fa

      Io invece mi ricordo un Rubentus-Fiorentina dove fece il fenomeno. Mi sembra si vinse 1-1 ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy