Di Livio racconta: “A Firenze accolto come gobbo di m… poi tutto cambiò. C2? Esperienza unica”

Di Livio racconta: “A Firenze accolto come gobbo di m… poi tutto cambiò. C2? Esperienza unica”

Angelo Di Livio ripercorre i suoi anni a Firenze

di Redazione VN

L’ex capitano viola Angelo Di Livio ha ripercorso il suo passato a Grifo Ricordi, trasmissione in onda su Umbria TV:

A Firenze mi accolsero come gobbo di m…., ma poi ci misi poco a convincerli. Fu sufficiente un preliminare di Champions. Sono rimasto dopo il fallimento, fu un’esperienza bellissima. Andavamo ovunque con migliaia di tifosi, come successe a Perugia in quella stagione di C2. Spareggio Serie A? Mi fece male affrontare il Perugia, ma purtroppo questo è il calcio. Firenze è stata una storia romantica e bellissima che racconto ancora a mio figlio. Gli ripeto sempre che se uno gioca con la maglia addosso dà molto di più e poi i tifosi ti vogliono bene. Io sono stato apprezzato da tutte le tifoserie.

Violanews consiglia

VIDEO – Salah, che meraviglia! La sassata che abbatte il Chelsea

Incontentabile Dragowski: “Sì, tante parate ma potevo fare di più”

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. batigol222 - 8 mesi fa

    Grande soldatino. Ti ricorderò sempre per quella mossa a “spostare” la barriera sulle punizioni 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CippoViola - 8 mesi fa

    Quando uno rispetta la squadra per cui gioca comportandosi da professionista serio dando sempre il massimo impegno, senza doppi fini.. da Firenze non può che aspettarsi reciproco rispetto e riconoscenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Staffa - 8 mesi fa

    grande Di Livio…ad avenne come te in squadra e società… ti affiancherei a qualunque allenatore come motivatore “fuori le palle”…allora si che correrebbero vai…sempre il 110% con la bava alla bocca e gli occhi della tigre…altro che le checcarelle di ora..

    gerson tu l’avresti allungato 20cm a forza di calci nel c..o..

    altro grosso errore dei della valle non averti tenuto in società, ma si sa, loro non vogliono intorno gente che ci capisce di calcio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. zachini - 8 mesi fa

    Ho amato più Di Livio che Batistuta, per me Di Livio viene subito dopo Antonio

    Vdz

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Unsenepoppiu - 8 mesi fa

    Grande professionista, se uno da tutto quello che ha e mostra attaccamento ai colori,a Firenze verrà sempre apprezzato, vero Veretout?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy