Viola News
I migliori video scelti dal nostro canale

news viola

Di Gennaro: “Milenkovic una sorpresa. Vlahovic? non puoi privartene”

Di Gennaro: “Milenkovic una sorpresa. Vlahovic? non puoi privartene”

Antonio Di Gennaro ha parlato della situazione legata a Dusan Vlahovic e il rinnovo a sorpresa di Nikola Milenkovic.

Redazione VN

 

L'ex centrocampista Antonio di Gennaro, ha parlato ai microfoni di TMW Radio, durante la trasmissione Stadio Aperto. Ha iniziato parlando del rinnovo di Milenkovic: "E' stata una sorpresa, sembrava quasi un ex viola ed invece, vista la partenza di Pezzella, la Fiorentina ed il calciatore hanno voluto rinnovare. Non so se è una soluzione ponte, ma è un calciatore giovane di qualità. Dovesse arrivare anche Nastasic ci sarebbe una difesa discreta se non buona per il gioco di Italiano che tende a tenere la linea molto alta. Erano due anni che stavano cercando di prolungare, io lo davo già al West Ham".

 

Su Vlahovic: "Ho letto che Commisso spera di arrivare al 9° posto. Sarebbe un'annata un po' ibrida anche per quello che hanno sempre dichiarato da quando sono arrivati a Firenze. Magari è l'obiettivo iniziale, Italiano punterà a fare sempre qualcosa in più... 70 milioni per Vlahovic sono tanti, i prezzi sono schizzati, lui è un 2000. Se vuoi programmare un futuro importante per questa squadra privarsi del serbo è andare controcorrente. La società ha sempre detto di non avere problemi economici, vanno capite le prospettive future".

 

Sulle cifre offerte dall'Atletico: "Io ho letto le cifre... Si parla di quasi 10 milioni con l'Atletico, giochi la Champions League, allenato da Simeone, però non farebbe il titolare con Suarez. Dopo aver preso De Paul significa che i Colchoneros fanno sul serio. Scamacca come sostituto non sarebbe all'altezza secondo me, mentre Vlahovic, lo ha fatto vedere anche contro il Cosenza, ha avuto una crescita esponenziale ed è pronto a fare un'annata come la scorsa. Senza Vlahovic si arriva noni, con lui magari un po' più su".

 

Infine, nel caso in cui Vlahovic non dovesse ripetersi: "Non si può certamente paragonare con Haaland, ma è un giocatore che l'annata scorso ha fatto sì che sia diventato un attaccante moderno. Con l'arrivo di Prandelli ha trovato la porta in maniera costante ed ha tirato fuori i viola da una situazione difficile di classifica. La proprietà potrebbe ripartire con un contratto diverso con Vlahovic per un altro anno, a cifre importanti. Sono situazioni relative ad un fatto economico. Io vorrei capire che cosa vuole fare da grande la proprietà della Fiorentina perché togliere Vlahovic e prendere Scamacca significa ridimensionare. Non ci sarebbe una progettualità. La società deve chiarire come vuole crescere dal punto di vista della classifica. Commisso ha preso Nico Gonzalez, è tornato Sottil, rimane Milenkovic, viene Nastasic, arrivano magari altri due giocatori per dare peso all'organico... Se resta Vlahovic la squadra è forte. Scamacca magari viene a Firenze e fa 20 gol con il gioco di Italiano, ma ora è un punto interrogativo perché anno scorso ha fatto 8 gol. Non può partire il serbo dopo Bernardeschi e Chiesa nelle ultime stagioni".

 

 Dusan Vlahovic
tutte le notizie di