Di Francesco: “Tanti demeriti nostri, sono inca**ato con me e con la squadra”

Di Francesco: “Tanti demeriti nostri, sono inca**ato con me e con la squadra”

Così Di Francesco: “Se volete una squadra che butti di là la palla e non provi ad imporre il proprio gioco io credo di non essere l’allenatore giusto”

di Redazione VN

Così Eusebio Di Francesco in sala stampa nel postpartita di Roma-Fiorentina: “Nel primo tempo la Fiorentina ha fatto due tiri e due gol, faticava ad uscire dalla sua metà campo. Non ho visto un approccio sbagliato della Roma, la Fiorentina si difendeva ad oltranza come è giusto che sia. Abbiamo commesso delle ingenuità, io però non posso ragionare su questa partita in maniera del tutto negativa.

Mi aspettavo qualcosa di più dai miei ma non possiamo buttare la croce addosso a quelli che giocano di meno. Oggi ho questi giocatori e fino a fine stagione cercherò di farli prendere al meglio, per oggi comunque mi prendo tutte le responsabilità.

Non sono contento dei punti che abbiamo oggi, qualcosa in campionato abbiamo perso per via della Champions. I numeri rispetto all’anno scorso sono peggiori ma vanno detti tutti: l’anno scorso la Roma è uscita ai preliminari di Champions e anche dall’Europa League, quest’anno siamo ai quarti. Mi girano perché obiettivamente ci sono degli errori compresi i miei, che a volte potrebbero girare diversamente.

Se volete una squadra che butti di là la palla e non provi ad imporre il proprio gioco io credo di non essere l’allenatore giusto. Io sono inca**ato con me stesso e con la squadra, non si può buttare all’aria tutto quanto fatto sin qui. In ogni caso è vero: ci sono stati tanti demeriti nostri. E comunque quando noi prendiamo gol è quasi sempre perché giochiamo con una linea difensiva alta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy