De Laurentiis: “Contro la Fiorentina facciamo sempre bel calcio. Io e i Della Valle…”

De Laurentiis: “Contro la Fiorentina facciamo sempre bel calcio. Io e i Della Valle…”

Il presidente del Napoli ci riepensa sulla possibilità di non giocare: “Speriamo sia una bella partita”

di Redazione VN

A margine di un intervento nel complesso universitario di Monte Sant’Angelo per la presentazione del libro del Prof. Nicola De Ianni “Il calcio italiano 1898-1981. Economia e potere”, arrivano le parole di Aurelio De Laurentiis sulla sfida contro la Fiorentina. Ecco quanto riportato da tuttonapoli.net: “Stadio? Sono garbato con loro, sono legati da mille cavilli perchè è l’Italia che non funziona. Io sono contento del lavoro che ho fatto finora per il club. Della Valle? Ognuno è padrone nel proprio club, non conosco la Fiorentina a livello di gestione così come lui non conosce il Napoli. Siamo soci negli studi cinematografici, poi per il resto le due società rappresentano anche Firenze e Napoli all’estero. Abbiamo sempre detto la nostra contro la Fiorentina, l’anno scorso si infortunò Insigne e quest’anno faccio gli scongiuri. Speriamo sia una bella partita, noi contro i viola abbiamo sempre fatto un bel calcio. Anche loro fanno un bel calcio con un tecnico che li ha stimolati parecchio, come il nostro e tutti daranno il massimo per la loro maglio”

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pattyviola - 5 anni fa

    non abbiamo paura di nessuno,a differenza tua che hai cominciato con Insigne poi il settore ospiti poi non volevi giocare…cialtrone!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Luismi - 5 anni fa

    Ohhh I’Giannelli dispiace per il poco ottimismo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. i'giannelli - 5 anni fa

    contro il napoli si perde…non e’ l’inter dei morti ma una squadra in forma con armi importanti ecco perche’ si perde…noi quando vinciamo con le big e’ perche’ loro incappano sempre in una giornata no…se domenica il napoli giochera’ bene, ecco che per noi la sconfitta e’ quasi inevitabile, dovrebbe succedere che la palla non e’ tonda e che c’e’ dentro il coniglio…eppure a napoli conta solo vincere, non firmerei per il pareggio e credo nemmeno paulo sousa…fra i giocatori molti no, ma forse qualcuno che firmerebbe per il pareggio in cuor suo c’e’, forse non uno spavaldo di carattere come berna, magari uno perdente come pasqual o non abituato a vincere forse si, non lo so dovrei conoscerlo e non credo neanche uno come borja che e’ stanco di perdere…confido nello zoccolo duro…arriva sempre quel giorno che ti scatta qualcosa e a perdere non ci stai piu’…questo fa tanto a volte anche piu’ di una qualita’ individuale, di un solista e qui si ritorna sulla forza del collettivo…certo e’ che se l’individualita’ si chiama gonzalo higuain e’ dura…anche se gioca molto per la squadra…il napoli di sarri e’ una squadra come noi, non e’ solo insigne o higuain, ha un gioco e tatticamente e’ difficile da sorprendere, sentivo che curano tutto nei minimi dettagli dalla ripartenza avversaria, a cosa dover fare anche su una singola rimessa laterale avversaria…uscire con un pari lascerebbe un po’ di amaro in bocca per come sono fatto io…non vincere significa sempre che qualcosa di piu’ potevi fare, sempre nel rispetto di qualsiasi avversario comunque…anche se dall’altra parte c’e’ il napoli, poi dipende anche da come vuoi piazzarti in questo campionato…pareggiare significa comunque sapere sul campo di non essere piu’ forti del napoli…in teoria non lo siamo, ma se si vince, ai giocatori puo’ scattare dentro qualcosa a meno che la pressione non inizi poi a divorarli pian piano, poi conta non infortunarsi nei ruoli chiave, conteranno tante cose che una squadra come la nostra non conosce, che dovra’ scoprire via via, magari uno come sousa che ha gia’ vinto conosce e potrebbe trasmettere…se uno punta allo scudetto, devi andare la’ e vincere senza troppi giri di parole…sono convinto che sousa stia preparando i giocatori per andare la’ a vincere…non so come perche’ concediamo sempre qualcosa e con loro significa prendere gol, mentre noi non abbaimo attaccanti di quella qualita’ la’…devi fare la partita anche in vantaggio perche’ noi siamo famosi per subire gol dopo che in vantaggio ci rintaniamo…questi sono i vecchi errori su cui sousa e prima montella hanno e stanno lavorando…sulla testa dei calciatori per partite come queste (della fiorentina mi spaventa che una volta in vantaggio spesso gli viene la paura di vincere)…ed il napoli con la loro velocita’ da questo punto di vista e’ micidiale…rapidi centralmente sia nelle aperture che negli inserimenti con e senza palla e rapidi sugli esterni…se avvertono che c’hai paura,col loro tipo di gioco, col loro modo di attaccare, possono far male davvero…loro hanno delle caratteristiche che a noi ci hanno sempre dato tanta noia…ritengo il napoli la squadra per noi piu’ difficile da affrontare…poi vengono la roma e la juventus…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GianBurrasca - 5 anni fa

      il napoli in casa è forte, se il pubblico poi è gasato diventa molto difficile!! Diciamo che la mancanza di attributi era un pò il taloone d’aAchille d’anno scorso, sarà un bel banco di prova per la squadra di Sousa. Io firmerei per un pareggio ma se si perde l’importante è farlo a testa alta e con carattere. vedremo ma questo campionato è livellato, il Napoli ha preso quasi sempre gol quindi noi ce la giochiamo tranquillamente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Luismi - 5 anni fa

    Bene ci sei ora,noi faremo di tutto per vincere…FORZA VIOLA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. umbertosart_32 - 5 anni fa

    La coerenza è un optional.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy