Dall’Olanda, la storia del globe trotter viola: 1500 km per Fio-Juv. E quando in motorino…

Francesco monta in sella – o in aereo – e parte alla ricerca della propria squadra del cuore, la Fiorentina

di Redazione VN

Duemila chilometri portando nel cuore il sogno di un’impresa. Francesco ci ha sperato ma, alla fine, si è dovuto accontentare di una traversata avara di successi. Era partito appositamente dall’Olanda – precisamente da Amsterdam, dove lavora da tre anni – per assistere a Fiorentina-Juventus: stavolta non era da solo, perché altri membri del Viola Club Bruxelles sono arrivati dai Paesi Bassi al ‘Franchi’ in occasione della sfida agli acerrimi nemici. “In aereo è stato più semplice – ci racconta – dopo che in estate mi ero fatto oltre sette ore in motorino per raggiungere Appledorn, dove la Viola giocava in amichevole contro l’Heracles”: Eysseric e Chiesa, quella volta, resero piacevole l’avventura, iniziata dal parcheggio e finita in un impianto quasi sprovvisto di servizi. La prossima avventura? “Speriamo di tornare in Europa, a quel punto ripartirei: l’ultima volta si è spento solamente quattro o cinque volte, vediamo se regge…”. Cosa non si fa per amore.

Violanews consiglia

7 gare consecutive senza vittorie in Serie A: alla Fiorentina non accadeva da 8 anni e mezzo!

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Purple Mind - 2 anni fa

    Fatelo capire ai Brothers

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. andreaponticin_715 - 2 anni fa

    Tempo e soldi investiti mal,fosse stato anche tifoso del Real…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy