Dainelli: “Pradè e Barone una coppia di fatto. Antognoni? Lo vedevo come un supereroe, ora…”

Dainelli: “Pradè e Barone una coppia di fatto. Antognoni? Lo vedevo come un supereroe, ora…”

Le parole del dirigente viola: “Mi piace questo ruolo, sto cercando di imparare. Pradè e Barone sono una coppia di fatto”

di Redazione VN

Dario Dainelli ha rilasciato una lunga intervista al sito inglese ViolaNation parlando del suo passato ma soprattutto del suo presente alla Fiorentina in qualità di supervisore dell’area tecnica. Questi alcuni passaggi: “Lavoro direttamente con il direttore sportivo, Daniele Pradé e Giancarlo Antognoni. Sto cercando di imparare il più possibile, mi piace davvero e mi diverto. Non basta essere ex calciatori per diventare dirigente, devi dimostrare di avere le qualità, l’atteggiamento e le capacità”. Sulla gestione Commisso: “Ha adottato un approccio americano rispetto a ciò a cui eravamo abituati in Italia. È un modo molto più umano di interagire e questo cementa tutto l’ambiente. Barone e Pradè sono una coppia di fatto, sono sulla stessa lunghezza d’onda. Antognoni? Quando ho iniziato al suo fianco lo vedevo ancora come una leggenda, un supereroe, ora posso chiamarlo mio amico ed è divertente”. Infine sull’obiettivo della Fiorentina: “Stiamo gettando le basi per una crescita fast, fast fast. Spero che si traduca in un ritorno in Europa prima possibile, il primo obiettivo era riportare l’entusiasmo”.

 

Gli altri litigano, la Fiorentina si ritrova a cena (e Dalbert paga)

Fiorentina, si può rimpiangere il Cholito Simeone?

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudio62 - 2 settimane fa

    E secondo me ne verrà fuori un grande dirigente da Dario Dainelli! 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tagliagobbi - 2 settimane fa

      Penso anch’io la stessa cosa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy