D. Lippi: “Cambio allenatore necessario. Pedro? Fiorentina si è assicurata plusvalenza”

Il parere dell’agente Davide Lippi

di Redazione VN

Il procuratore Davide Lippi, dopo aver raccontato il superamento della propria esperienza con il Covid-19, si è soffermato in onda su Lady Radio sulla Fiorentina e l’attualità viola:

Fiorentina? Io penso al progetto, partito poco più di un anno fa. La stagione è appena all’inizio, non si può certo essere soddisfatti ma bisogna tener conto del fatto che è impossibile cambiare 18-19 giocatori e avere risultati in così poco tempo. Il cambio alla guida tecnica era necessario, i giocatori sono ottimi e vanno fatti esprimere nel proprio ruolo, in questo modo non potranno che migliorare.
Ribery me lo immagino lasciato libero di giocare nella posizione che sente più congeniale. È chiaro che se lo metti spalle alla porta oppure a 60 metri da essa lo limiti tantissimo; diventa determinante sui 20, 30, 40 metri al massimo. Pedro? Secondo me è forte, non c’era mezzo mondo dietro di lui per un caso. La bontà dell’operazione della Fiorentina sta nell’essersi assicurata comunque una plusvalenza, come lo potrebbe fare comunque per altri giocatori che fino ad ora non si sono espressi ancora al meglio. Prima del mercato di gennaio andranno fatte delle valutazioni.

Modulo? Con il 4-2-3-1 la Fiorentina stazionerà molto di più nella metà campo avversaria. Commisso ha avuto un impatto positivo, ha gestito più di 300 milioni di investimenti, che se la questione stadio si sbloccherà aumenteranno a dismisura.
Callejon? Bella operazione, ma ripeto che i giocatori vanno messi nei propri ruoli.

(Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy