Continuando così

Continuando così

Riccardo Sottil è stato votato ‘Man of the Match’ della partita contro il Chivas Guadalajara

di Giacomo Brunetti, @gia_brunetti

Se c’è un giovane sul quale Vincenzo Montella nutre dei dubbi, questo è Riccardo Sottil. E probabilmente continuerà ad averli, il mister, nonostante la grande giocata che ha portato al gol del 2-1 contro il Chivas Guadalajara. I calciatori non si giudicano da un singolo gesto, ma attraverso i singoli gesti messi insieme. Quindi un tiro, un movimento, e nel caso dell’esterno classe ’99 anche «come farà la fase di non possesso».

«Deve migliorare se vuole restare in Serie A: da parte sua c’è grande impegno, ma deve capire come fare al meglio entrambe le fasi», così Montella ne aveva parlato a Moena. Lui, Castrovilli e Ranieri: tutti su un aereo per l’America. Le convocazioni e il mercato non lasciano spazio a interpretazioni e Sottil, il posto da titolare, al momento lo ottiene quasi per inerzia. Spunti positivi e velocità nel cambio di passo impressionante: è un calciatore leggermente maturato rispetto al giorno del trasferimento al Pescara, società che resta alla finestra, pronta a incunearsi tra i dubbi dell’Aeroplanino. Le sue doti, però, le aveva già mostrate in Primavera.

Sottil ha esordito in Serie A grazie a Stefano Pioli, che in lui non ha mai intravisto niente di speciale, nonostante il reparto offensivo non spiccasse per alternative tecniche. Questa potrebbe essere l’estate dei giovani, in un mercato che cuoce a fuoco lento. Ricky sente la porta, lo ha dimostrato segnando con un rasoterra a giro sul secondo palo che non lascia spazio a interpretazioni. Chiesa è tornato, ma i momenti per meritarsi la conferma non mancheranno, specialmente in allenamento. Perché che sapesse segnare lo sapevamo, adesso lo aspettiamo nei compiti difensivi. Continuando così, le chiavi per le porte della conferma potrebbero essere sue.

I gol di Fiorentina-Chivas Guadalajara:

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. folder - 1 mese fa

    “Sottil ha esordito in Serie A grazie a Stefano Pioli, che in lui non ha mai intravisto niente di speciale”
    A Mister Scarsone potevi dare anche Maradona e Pelè insieme:considerando la
    sua capacità di “allenatore” anche in loro non avrebbe visto niente di speciale!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. zachini - 1 mese fa

    Per me Sottil non è pronto per la Fiorentina e va mandato a giocare in A, in panchina perdiamo solo tempo.
    Al contrario per conto mio sono pronti Castrovilli e soprattutto Vhalovic, ma a Vlahovic va dato un posto da titolare, utilizzarlo negli ultimi minuti non porta niente a noi e a lui.
    Su Zurckowski sarei indeciso, cosi come su Trezic, spero il Mister faccia la scelta più corretta, ma se hanno poche possibilità di giocare, ripeto mandarli a giocare anche in B

    sid

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Johan Ingvarson - 1 mese fa

    Sottil e Ranieri per me dovrebbero restare, tanto più se alla fine Pradè dovesse cedere Vitor Hugo, Ceccherini e Eysseric. A quel punto lo spazio per loro ci sarebbe, indipendentemente da chi arriva ad agosto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy